Andrea Calzavacca

Nato mentre a Milano si scatenava Tangentopoli e arrivato a Milano vent'anni dopo per laurea, master e lavoro. Ora lavora con i numeri, ma in genere preferisce le lettere. Segue grafici e flussi, ma si perde davanti all'arte moderna: in pratica adora tutto ciò che è astratto, e magari nemmeno lo capisce. Oppure, in realtà, è addirittura ciò che forse comprende meglio. Con la cravatta annodata guarda il mondo degli investimenti da una finestra quasi privilegiata; senza cravatta lo trovate ai fornelli in cucina. Scrive per L'Undici con passione e, forse, anche con competenza.

Quello che ha scritto

Articoli di questo autore in archivio