Maschera e verità

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Non è successo, sono stato illuso,
hanno così consimili smentito
di Wilde il noto binomio, svilito
maschera-verità e il suo uso.

“Contenimento della pandemia”
permise di vaticinare azioni,
svelamenti di stragi, sparizioni
un abbraccio tra storia e utopia.
 
Stringere la coscienza fra le mani,
vagheggiarne rimorsi dal riflesso
traslato dalle righe alla ragione;
 
ma i giorni trascorsi in quella prigione
non produssero l’atteso processo,
rendendo ancora i sacrifici vani. 
 
Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Tag

Chi lo ha scritto

Antonio Capolongo

Antonio Capolongo è nato a San Paolo Bel Sito, in provincia di Napoli, nel 1968. Dopo la laurea in Economia e Commercio ed il lavoro in ambito aziendale scopre, nell'anno 2007, la passione per la scrittura. Nel 2011 pubblica il suo primo romanzo, "Un incontro d’Amore". È anche autore di poesie, presenti in numerose antologie poetiche. Nelle sue opere indaga l'animo umano. Nel 2012 pubblica il secondo romanzo, "Cassa integrazione guadagni... la mia è straordinaria". Le tematiche sociali trovano degna collocazione nel suo ultimo libro: "Messaggio in bottiglia. Storie di gente che non si arrende".

Perché non lasci qualcosa di scritto?