in viaggio

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Fuori dal finestrino

il sole che tramonta

occhieggia e sfugge,

tra le case e gli alberi neri.

Zaini e valigie

di viaggiatori senza nome

faticano il passaggio,

anche i piedi si frappongono ai pensieri.

Mentre ascolto la lingua italiana

in un accento a me straniero

che infastidisce e culla,

la vicina di posto si alza

e porta a spasso il suo sedere,

convinta  della sua bellezza imperitura.

Una voce invita ai cibi preconfezionati del vagone accanto.

 

Nella litania delle notifiche,

arpiono le nuvole

oltre il diaframma del vetro,

sopra i rivoli netti e lucidi della campagna.

Il blu del cielo aumenta,

come su un’astronave galattica

si riavvolge il nastro del giorno.

Aspetto ancora qualche messaggio d’amore.

 

 

 

 

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?