Il tempo sospeso

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

È buio il pozzo
e profondo
Il corrimano
rimanda
e riannoda
dove ti eri persa?
e la domanda
consola

dove
la folla festante lasciasti
dove l’addio
brulicante di passi
hai deposto con cura?

la vertigine riaffiora
a spirali di senso
un cuscino di allodole
hai smarrito nel sonno
è buio il pozzo
e profuma

di ruderi marci
e steli appassiti
i passi nella ghiaia
e ad una svolta il vicolo
Perché hai lasciato dalle mani l’aurora?
quale scalpore felice
ansimava e correva
giù dalla ringhiera chiassosa
giù fra le libellule festanti?
È buio il pozzo
e sospeso

A metà fra la mano
e il desiderio
ottunde il cuore e lo smuove
Cammina
e tieni alta la fronte

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Tag

Chi lo ha scritto

Milena Pellegrini

Le piace scrivere, da sempre e solo a tratti con continuità, ma resta comunque l'attività in cui di più ama esprimersi. Esegue volentieri esercizi di fotografia e collega le due cose, che sente congeniali. Anche se, da grande, vorrebbe riuscire a suonare il pianoforte...

Perché non lasci qualcosa di scritto?