Requiem per questa sera

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Cerco di carpire
dove la falla inclemente
abbia portato
i sogni
quando,
all’avvicinarsi della sera,
si spegne del tutto
il clangore delle stelle…

Affondo
senza rumore,
porgendo l’orecchio al sonno.

Raccolti i pezzi di vetro,
messi in tasca con cura
mi accingo
a scalare montagne
con la cetra in spalla
(di tutto questo
non v’era traccia
nel pulviscolo di seta)

Affido con grazia usuale
le scarpe al vento,
cospargo
le strade d’incanti
costeggio la riva
sfuggendo al desio

E al riparo
mi sveglio,
imprudente…
Riaffiora la mente
al suono del riso,
frugando nel tempo
(che il cuore ha distorto)
granelli d’erba
fili di sabbia

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Tag

Chi lo ha scritto

Milena Pellegrini

Le piace scrivere, da sempre e solo a tratti con continuità, ma resta comunque l'attività in cui di più ama esprimersi. Esegue volentieri esercizi di fotografia e collega le due cose, che sente congeniali. Anche se, da grande, vorrebbe riuscire a suonare il pianoforte...

Perché non lasci qualcosa di scritto?