Rughe del tempo

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
logo

 

Pochi minuti per infatuarmi
pochi giorni per innamorarmi,
pochi mesi per amarti,
ma troppi, troppi anni per dimenticarti.

Tu, un capriccio della memoria
così concreto, così intenso, così ingombrante.
Ti sento addosso come una ruga del tempo,
sempre più profonda, sempre più incancellabile.

Sei solo un fantasma della mia coscienza,
un’emozione sbriciolata da un ego volubile.
I fantasmi non esistono, lo so
ma il sentimento, ahimè, è privo di raziocinio.

Un giorno l’oblio abbraccerà ogni cosa,
la memoria, la coscienza, le emozioni.
Indosserò i fantasmi del passato e le illusioni del presente,
come rughe del tempo, profonde e incancellabili.

 

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Tag

Chi lo ha scritto

Erica Bonanni

Sito web

Nata a Trieste, laureata in giurisprudenza e in scienze politiche, in possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione forense, Coach in PNL, Giudice Sportivo Regionale FIP… stop. Amo ogni tipo di risveglio, amo l’atmosfera del mattino, amo la solitudine, amo riflettere, amo il cielo che minaccia tempesta, amo fare sport, amo viaggiare, amo il gelato, amo sorridere, amo giocare, amo entusiasmarmi, amo soffrire, amo lottare, amo vincere, amo studiare, amo trovare una soluzione, amo i picnic, amo suonare il flauto traverso, amo le notti insonni, amo sorprendere, amo stuzzicare, amo preparare i dolci, amo mangiare i dolci, amo leggere, amo scrivere e… amo amare ed essere amata. Odio… ops, un errore di ortografia. Volevo dire: oddio quante cose amo!

Perché non lasci qualcosa di scritto?