Mattanza per mano d’ordinanza

Share on Facebook8Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Poi tutto passò per l’indifferenza
il tuo valore, la tua vita
ancorché in conto non infinita
ma nemmeno a termine per violenza.

Triste ricorre sempre una domanda
specie se la mano è d’ordinanza:
“Se chi veste divisa fa mattanza,
cosa fa la società in veranda?”.

Nulla insieme, tutto inutile ognuno
dove non è la piazza per parlare
guardarsi negli occhi, senza paura

di cadenzare versi di cultura,
ricordi al cuore il presente di amare
e alla mente lo scempio del digiuno.

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook8Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?