Un uomo, una morte, un segreto.

Share on Facebook6Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
ilsegretodel

Che libri avete letto seduti sotto l’ombrellone? “Il Segreto del Mercante di Zaffiri” è stata una delle mie letture estive, appena uscito già ha ottenuto un ottimo riscontro di critica e di vendite.
L’autrice, Dinah Jefferies, con il suo romanzo “Il profumo delle foglie di tè”, è stata numero 1 nelle classifiche italiane e inglesi, e in effetti anche con questo testo non si smentisce.
La storia è avvincente e affascinante: una giovane donna, Louisa, felicemente sposata con il bellissimo Elliot, vive il dramma della mancata maternità, ma conduce la sua vita in maniera piuttosto serena, anche per la condizione economica, del tutto vantaggiosa, che la sua famiglia d’origine le offre.
Elliot è l’uomo perfetto: bello, brillante, coinvolgente, intraprendente, talmente ben scritto da risultare falso, quasi da subito, al lettore più accorto.

dinah
Non ancora quarantenne l’uomo muore a causa di un terribile incidente stradale.
Alla morte di Elliot, per Louisa, inizia un nuovo capitolo della sua vita. Il dolore della perdita viene oscurato dalla falsità che il giovane uomo riusciva a mascherare alla moglie in vita.
Debiti su debiti, contatti con persone di malaffare, addirittura una famiglia segreta, si paleseranno tutti insieme nella vita della candida e ingenua Louisa.

Ecco cosa significava continuare a vivere. Non arrancare mettendo in fila un giorno appresso all’altro, ma sperimentare pienamente il significato della parola vita.

In un primo momento sembra quasi impossibile che la donna non si sia accorta di nulla, e anche lei ammette, che, forse, ha preferito far finta di nulla di fronte alle assenze del marito, ma la sua forza, la sua bellezza non si lasceranno scalfire dall’ipocrisia di cui la si potrebbe tacciare.
Venuta a conoscenza dei terribili segreti perpetrati per anni alle sue spalle, non si tira indietro di fronte a nessuna delle sue responsabilità e va avanti come un carro armato, per saperne sempre di più, per uscire dal ricordo del marito bugiardo.

Era davvero bello ritrovare quei giocattoli, ma Louisa ricordava bene quanto fosse stata triste la sua infanzia, dopo la morte di sua madre. Le sembrava di sentire ancora quella solitudine, la consapevolezza di non essere come le altre bambine.

E proprio spinta da questa nuova forza di volontà, Louisa ricostruisce la sua vita, trovando anche un nuovo amore.
La trama è forte, regge bene il peso di tutti gli eventi che si susseguono, molta drammaticità ed effetti a sorpresa, Dinah Jefferies ci conduce per mano in un luogo incantato, in uno Sri Lanka durante l’epoca coloniale, sembra di vederle le spiagge, le piantagioni di cannella, l’oceano in tempesta. Sembra di respirarla l’aria delicatamente colorata sui toni dell’ocra a causa della terra che si alza per i monsoni. Il lusso, il bello, la vita incantata della protagonista che si sgretola come un castello di carte, una vita segnata da tanti dolori quella di Louisa, ma che la rendono determinata, gentile e forte.
Lo stile è ricercato ma non difficile, elegante ma sobrio. Una storia di donne che decidono di non piegare la testa al proprio destino ma di combattere per ottenere un posto, di tutto rispetto, nel mondo.

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook6Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Tag

Chi lo ha scritto

Imma I.

Benvenuto! Se mi stai leggendo è perché molto probabilmente anche tu sei attratto dalla musica, dall’arte, dal cinema, dalla letteratura, dai videogiochi, dai fumetti, dalla fantascienza. Insomma essere sempre al corrente sulle ultime novità in qualsiasi campo. Scrivo praticamente da sempre, mi sono dedicata nei primi anni del mio lavoro alla cronaca locale, arrivando poi a collaborare con alcune riviste di cultura (lastanzadivirginia) e con webgiornali nazionali (YOUng). E questa con l’Undici è proprio la collaborazione che aspettavo da un po’… Mi piace informarmi e conoscere quante più cose mi riesce, ma mi piace anche condividere i miei pensieri con chi è curioso come me. Oltre alla passione per la scrittura, sono una editor/consulente editoriale, collaboro con diverse case editrici. Amo il surf, il punk, il rock, l’handmade, creare bolle di sapone giganti e le olive verdi. Sono felice di poter condividere un po’ del mio mondo con chi avrà il piacere di leggermi. A presto! Seguimi anche su Facebook! Mi trovi come: Imma Stellato Iava, o Imma I.

Perché non lasci qualcosa di scritto?