Ti cerco

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Ri-cercarsi e non ri-trovarsi più, quando la vita tradisce i nostri desideri più intimi, ponendoci di fronte a realtà che non vorremmo mai incontrare, quando ci sentiamo testimoni impotenti del dolore degli altri…Ecco la settima poesia di Legàmi

 

Ti cerco 

Ad occhi aperti

ti cerco

a braccia spalancate

a brandelli di crudeltà

Quelli che arrossiscono

al di qua delle rose

quando alle rese

non vogliono pensare

Non c’è via di fuga

al passaggio della vita

né viottoli  scorciatoie lievi

C’è l’impatto violento

del sorso oscuro

veleno a tradimento

quando il canto

rincorre la morte

quando al varco

se ne va via la vita

E ti ho cercata nel cuore

prima della tua

sembianza consumata e tradita

e ti ho ritrovata

perfetta e precisa

come prima mai

Ed ho controllato ogni ruga

ho sospettato del vero

pietrificato la mia paura

recato sollievo alle mie dita frementi

sul selciato maledetto

che mi vede inchiodata

ad implorarti di fuggire da dove sei finita

 

                                                                   a Manuela

 

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Tag

Chi lo ha scritto

Milena Pellegrini

Le piace scrivere, da sempre e solo a tratti con continuità, ma resta comunque l'attività in cui di più ama esprimersi. Esegue volentieri esercizi di fotografia e collega le due cose, che sente congeniali. Anche se, da grande, vorrebbe riuscire a suonare il pianoforte...

Perché non lasci qualcosa di scritto?