La Chiesa dialoga con la moda

Share on Facebook1Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Heavenly Bodies_DetailPage_Desktop_3360x1720_022218_FINAL4

Ma se il Diavolo veste Prada, Dio che indossa? (Per me, dipende dalle occasioni. In questo periodo un bel rosso Valentino non gli stonerebbe.)
È stata inaugurata il 10 Maggio, al Metropolitan, di New York, la mostra: “Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination”.
Una scelta bizzarra quella della Chiesa di rilanciarsi partendo dal lusso sfrenato. O no?

“La Chiesa ha sempre avuto a che fare con la bellezza e l’arte, e la moda è entrambe le cose. Nessuno dei nostri abiti è lasciato al caso.”

Così dichiara il cardinale, Gianfranco Ravasi, a Vogue. Aggiunge pure che nella Bibbia c’è scritto “Il signore Dio fece all’uomo e alla sua donna tuniche di pelle e li vestì”, dal libro della Genesi. Prima stilista dunque, poi pescatore di anime.
“Il desiderio di dissacrare è innato nell’animo umano.” Aggiunge Ravasi.

The-New-York-Times--608x480
Uno sfarzo ostentato come si vede dalle foto, abiti stupendi.
Arte e moda sono capitoli dello stesso libro: la bellezza; ma serviva una mostra che unisse arte e moda per avvicinare le persone alla fede?
Si saranno lasciati ispirare dal bel Jude Law, in The Young Pope.
Questa mostra al Met mi ha però incuriosito per il coraggio della scelta.

Mayowa-400x240
Del resto la Chiesa ha sempre mostrato la sua parte lussuosa in maniera ostentata. I parametri ecclesiastici sono ornamenti del rito. Anche gli abiti talari, così teatrali, servono per dare l’idea di trascendenza, qualcosa di maestoso e al di sopra. Più vicino al divino insomma, che al terreno.

Heavenly-Bodies-The-Met-1200x675
La mostra è dunque un modo di dialogare con la bellezza, che, secondo il Cardinale, può avvicinare alla fede.
Una scelta che chissà se premierà. Gli abiti proposti sono realmente stupendi.
Tra i modelli proposti in foto abiti di Balenciaga (la tunica rossa), Valentino, (la Primavera), il vestito dorato da matrimonio Dolce & Gabbana.

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook1Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?