Gocce di pioggia

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
logo

 

Improvvisamente il cielo si è fatto scuro
non ho più scampo.
Sanguino, colpita da inarrestabili gocce di pioggia.
Infinite schegge d’acqua scendono dal cielo
impietose e pungenti come chiodi arrugginiti.
La mia anima viene trafitta
oltre ai vestiti, oltre alla pelle, oltre alla carne.
Resto in attesa che tutto finisca,
il giorno, la pioggia, i miei tormenti.

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Tag

Chi lo ha scritto

Erica Bonanni

Sito web

Nata a Trieste, laureata in giurisprudenza e in scienze politiche, in possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione forense, Coach in PNL, Giudice Sportivo Regionale FIP… stop. Amo ogni tipo di risveglio, amo l’atmosfera del mattino, amo la solitudine, amo riflettere, amo il cielo che minaccia tempesta, amo fare sport, amo viaggiare, amo il gelato, amo sorridere, amo giocare, amo entusiasmarmi, amo soffrire, amo lottare, amo vincere, amo studiare, amo trovare una soluzione, amo i picnic, amo suonare il flauto traverso, amo le notti insonni, amo sorprendere, amo stuzzicare, amo preparare i dolci, amo mangiare i dolci, amo leggere, amo scrivere e… amo amare ed essere amata. Odio… ops, un errore di ortografia. Volevo dire: oddio quante cose amo!

Perché non lasci qualcosa di scritto?