Ma(d)re

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

 

Madre come “mare”, ecco la quarta poesia della raccolta Legàmi. Un universo che lega e ci collega alla vita, passaggio dall’altro a sé stessi, inevitabile coincidenza e/o protesa immersione futura.

 

 

      Ma(d)re

Mi portavi, piccola

nella mano di madre

allora senza fastidio

a te confusa, vicino

Là dove, pensavi,

fosse gioioso andare

a pescare la vita

con le dita intrecciate.

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Tag

Chi lo ha scritto

Milena Pellegrini

Le piace scrivere, da sempre e solo a tratti con continuità, ma resta comunque l'attività in cui di più ama esprimersi. Esegue volentieri esercizi di fotografia e collega le due cose, che sente congeniali. Anche se, da grande, vorrebbe riuscire a suonare il pianoforte...

Perché non lasci qualcosa di scritto?