Le stalker delle donne

Share on Facebook60Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Mi sono chiesta ultimamente cosa porti una donna ad attuare dello stalking verso un’ altra donna. Sicuramente esistono dei motivi profondi, radicati, dinamiche complesse che portano a commettere un reato del genere. Ciò che si rileva da diversi studi è che lo stalking al femminile si presenta in modo nascosto, subdolo, poco evidente rispetto a quello maschile più concreto e riconoscibile.

Nella maggior parte dei casi la stalker donna non cerca di annientare l’altra fisicamente ma si attiva con modalità e mezzi indiretti cercando di “colpirla ” negli affetti o nella professione fino ad arrivare ad infangarne la reputazione. In effetti i metodi utilizzati e preferiti delle stalkers sono la diffamazione, la calunnia, la menzogna e il pettegolezzo (specie se trova alleate simili ad essa ). Non sono certamente parole insensate quando si afferma che tali persone potrebbero presentare sintomi per la diagnosi di Disturbo Boderline di Personalità; insomma abbiamo di fronte donne mentalmente instabili, capaci di qualsiasi gesto insano.

In questa nostra epoca lo stalking al femminile si sta presentando sempre di più, non casi disparati, anzi, sta assumendo forma di ampio e grave problema e disagio psico-sociale.

donna-disturbo-borderlineSolitamente queste donne disagiate si presentano in modo da accattivarsi le simpatie degli altri e prevalentemente della donna che hanno scelto. Si mostrano cordiali e dolci, mostrano una maschera di benevolenza fino a quando non riescono a trattenere più la loro rabbia. Spesso si presentano come persone sensibili ai problemi sociali, civili, ecologici per crearsi una “cornice” di finto buonismo, ma quando la loro ira esplode sono capaci di mandare diversi messaggi all’altra donna, tempestarla di telefonate al fine di avere un incontro con lei, la speranza di avvicinarla. Davanti ad un rifiuto o comunque a una volontà di mantenere una certa distanza da lei, la donna stalker interpreta questa risposta come un abbandono che è appunto la sua paura primaria, scatenante la sua stessa ansia e rabbia. Spesso la stalker si presenta come la vittima della situazione, descrive la sua situazione con innumerevoli menzogne, ma il suo è soltanto un falso e penoso vittimismo. Può accadere di non voler avere nulla a che fare con un genere di donna così, di non accettare nessun tipo di rapporto o di comunicazione con lei ed è questa condizione, questo suo disagio psicologico che la porteranno ad attivare qualsiasi strategia o stratagemma per “circondare”.

Sono capaci contemporaneamente di presentarsi come persone sensibili e dolci, aperte al dialogo e calunniare alle spalle. In questa nostra era tecnologica le stalkers utilizzano molto anche i social-network prevalentemente per controllare l’altra. La puoi trovare a qualsiasi ora, al solito bar, al supermercato, ad una manifestazione, in casa di conoscenti, lei sta lì, ad aspettare e a volte anche a seguire. Da cosa può essere scatenata questa dimensione borderline?120839861-e639147d-0d4d-4732-9f24-e5a7bb9f5b14

La donna stalker sceglie un tipo di donna con particolari caratteristiche perché vorrebbe essere come lei; si pone dunque come soggetto mancante, desiderante; inconsapevolmente la pone  “sull’altare” e la idolatra. Nei casi più disperati arrivano ad imitare : il taglio dei capelli, il vestiario…
All’ inizio si mostra docile, ma la sua vera natura di donna disagiata, insoddisfatta della propria vita, della professione, frustrata, trascurata, le fanno invidiare l’altra donna tanto amata, desiderata e non avvicinabile ed è ciò che scatena la sua rabbia.

Sono però anche delle “povere creature” che hanno sofferto l’abbandono, che forse non sono mai state considerate, apprezzate, nemmeno da loro stesse. Certo bisogna allontanarle perché non saprebbero portare nulla di positivo finché soffrono di questa grave patologia; ma anche sperare che si facciano curare prima che questa forma di pazzia sfoci nel ridicolo o degeneri in atti o parole poco eleganti.

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook60Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?