Nelle bolle dipinte di nero

Share on Facebook9Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Inizio dicembre

Ogni generazione sperimenta l’illusione di aver trovato la pietra filosofale. Ogni volta, stanche delle lezioni della Storia, arrivano persone che credono nella ricchezza eterna, ovviamente a poco, pochissimo sforzo. Ma come insegna qualcuno, i pasti gratis non esistono.
Quest’ultima frase andrebbe ripetuta costantemente di fronte al fenomeno delle cripto-valute, ultima mania globale, che trova il suo supremo esempio nei Bitcoin. Ovviamente l’argomento è molto complesso e sfuggente, ma non si può non rimanere basiti di fronte ad un crescita talmente elevata da risultare irreale. Ed infatti qualcuno che li conosce bene, sta già annusando puzza di bruciato…

——————————————–

p17lu86c3ufh16361uau1gsh3014 Le IA (intelligenze artificiali) faranno il nostro bene? I robot ci renderanno la vita più semplice? Più gratificante? Gli ottimisti dicono di si. Elon Musk e Stephen Hawking dicono di   no. Di sicuro porteranno via tanti posti di lavoro. Il McKinsey Global Institute ha stimato che entro il 2030 fra i 375 milioni e gli 800 milioni di posti di lavoro verranno   automatizzati. Uno le potrebbe ritenere esagerate come cifre, ma anche solo un quinto di questi posti automatizzati sarebbe un cambiamento epocale. Perché vedete, il problema non   è solo la sostituzione tecnologica dei posti di lavoro, cosa che è sempre avvenuta nella storia (nessuno va più in carrozza per esempio), ma la sua velocità. Più è veloce la sostituzione e   l’automazione, più diventa difficile riqualificare il personale.

——————————————-

Il fascismo sta tornando? O forse qualcuno lo sta facendo tornare? E forse non è proprio fascismo, ma un impasto rivolto inutilmente al passato?
Sono domande che uno deve porsi osservando il dibattito italiano. Da quando ho coscienza della società, gli scontri fra neo-fascisti e anti-fascisti ci sono sempre stati. Gruppi minoritari,   collegati a centri sociali o associazioni estreme, che facevano puntualmente casino in giro. Ovviamente con rilevanza politica pari a zero. Ma poi è qualcosa è leggermente cambiato… tre   fattori:

1) In parte i neo-fascisti si sono re-inventati a livello di immagine con Casa Pound, sposando le tesi identitarie e “populiste” che vanno di moda in questi anni. E hanno iniziato una propaganda base che lentamente sta funzionando.

2) La crisi del 2007/8 ha rotto l’illusione della Globalizzazione felix e ha prodotto profondo risentimento fra le masse. Questo grido è stato raccolto dai partiti di destra, alternativi, identitari, “populisti” e di estrema destra. La sinistra invece ha preferito dilettarsi con i giochini del vecchio mondo.

3) I mass media, soprattutto quelli di sinistra, stanno pompando la minaccia “fascista”. É la riedizione del classicissimo “noi vs loro”, usato per compattare la sinistra e il suo popolo intorno agli attuare leader, in modo da contrastare l’emergenza nera. In verità se gli dessero meno spazio, i neo-fascisti come Forza Nuova non conterebbero assolutamente nulla. Così come tutti gli altri. Ma più gli fanno pubblicità, più ingigantiscono il problema, più questi crescono realmente.
Incredibile che i fascisti di oggi facciano più paura di quelli che agivano come organizzazioni paramilitari negli anni ’70 e facevano stragi su stragi…città futuristica

——————————————–

Ci avviamo inesorabilmente verso le elezioni politiche del 2018, dove probabilmente NON si deciderà il governo italiano, salvo vittorie sfolgoranti di una fazione (lascio a voi scegliere quale). Personalmente considero questa stagione politica e questa campagna elettorale la peggiore nella storia della nostra Repubblica. Il quadro della nostra classe dirigente è desolante.

——————————————–

Il futuro è in Africa? Può sembrare folle come affermazione, ma a vedere sul lungo termine i dati di natalità e le opportunità di crescita, parrebbe di si. Ovviamente temo cosa potrebbe diventare con uno sviluppo simil cinese… ma forse il Sistema fuori controllo andrà giù prima di fare danni irreparabili.

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook9Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?