I sette peccati capitali della scuola renziana

Share on Facebook53Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Elenchiamo, in successione, le cifre/no – i sette peccati capitali – della Scuola renziana dell’Esclusione/Separazione (antidemocratica) che mira a nascondersi sotto l’illecito uso della libe rtà dell’insegnamento.

Peccato capitale/1. E’dell’Esclusione/Separazionela Scuola renziana (selettiva e antidemocra tica) che identifica l’Istruzione come una sorta di corsa ad ostacoli spietatamente competitiva tra allievi che si fronteggiano, da antagonisti, senza scrupoli pur di accaparrarsi – nel minore tempo possibile – i codici cognitivi trasmessi dall’insegnante (la lezione) e dal libro di testo (le conoscenze ufficiali).

Peccato capitale/2. E’dell’Esclusione/Separazione la Scuola renziana (selettiva e antidemocra tica) che crea un irreversibile fossato tra vita e conoscenza, tra esperienza e istruzione. Separando brutalmente il secondo termine del binomio (conoscenza e istruzione) dall’univer so di cose e di valori con cui interagiscono quotidianamente l’allieva e l’allievo.

Peccato capitale/3. E’dell’Esclusione/Separazione la Scuola renziana (selettiva e antidemocratica) che crea un intenzionale divorzio tra i linguaggi del cuore e i linguaggi della mente. Pietrificando i secondi (i linguaggi logico-concettuali) in quadri cognitivi nominalistici e formalistici che moltiplicano il disagio alfabetico di un’utenza scolastica in difficoltà di apprendimento.

Peccato capitale/4. E’dell’Esclusione/Separazione la Scuola renziana (selettiva e antidemocratica) che perpetua conoscenze ascientifiche superstiziose e di senso comune: svendute come verità assiomatiche e indiscutibili. Parliamo di una cultura inagibile all’indagine, alla scoperta e alla messa in dubbio critica.

Peccato capitale/5. E’dell’Esclusione/Separazione la Scuola renziana (selettiva e antidemocra tica) che abbandona al proprio destino – alla ripetenzae alla dispersione- gli allievi che non si ritrovano nell’Istruzione ufficiale(i Programmi ministeriali) che chiede – pena il loro arrest o ai primi ostacoli – tempi lunghi di assimilazione/comprensione delle conoscenze curricolari.

Peccato capitale/6. E’dell’Esclusione/Separazionela Scuola renziana (selettiva e antidemocratica) che tramuta i Programmi ministeriali in una sorta disentiero a pedaggio. Una pista che può essere percorsa – in uscita – soltanto da allievi equipaggiati di speciali sassolini bianchi sui quali sono stampati i saperi ufficiali.classe-banchi-vuoti-a-scuola

Peccato capitale/7.E’ dell’Esclusione/Separazionela Scuola renziana (selettiva e antidemocr atica) che non permette a una parte della sua popolazione (in difficoltà cognitiva) di fare provvista disassolini bianchi. Parliamo di allievi costretti a lasciare cadere nei sentieri del bosco/Scuola soltanto briciole di pane secco (i linguaggi della corporeità: gesto suono immagine) a mo’ di frecce segnaletiche. Sono tracce che risulteranno troppo deboli e labili. Basteranno le formiche che popolano il bosco della Scuola a cancellare la loro precaria ed effimera funzione/bussola.

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook53Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?