Deliri di uno psicopatico #12: Estate…vene zitti!

1
Share on Facebook85Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Anche quest’anno è arrivata. Dopo che per mesi ho sperato che l’intero sistema solare finisse al collasso portandoci inesorabilmente dalla primavera all’autunno in poche ore senza possibilità di ritorno mi ritrovo a scrivere queste parole accatastate alla rinfusa con una temperatura che in confronto la fiamma ossidrica è freddo polare.
Anche quest’anno ci ritroveremo in balia delle hit dell’estate”, nonché di squallide composizioni melodiche di arte moderna con testi che inneggiano a cose obbrobriose come svago, amore e allegria gratuita il tutto in salsa latino americana con atmosfere pseudo sexy.
Anche quest’anno voi stronzi opportunisti vi fionderete in spiaggia a denudarvi senza ritegno nonostante fino a qualche mese prima eravate pronti a indignarvi a comando appena un’essere dotata di vagina decideva di vestirsi un po’ più scollata.
Anche quest’anno ci fracasserete la bacheca di selfie di voi che fate il bagno, di voi che siete al bar, di voi che collassate e di voi che vomitate anche l’anima, intenti ad assomigliare ai vip esibendo ogni capriccio per sembrare interessanti, noncuranti del fatto che non è interessante ciò che si mostra ma ciò che si nasconde!

spiaggia3
Anche quest’anno molte donne torneranno dalle vacanze abbronzate ovunque tranne una parte vicino alla lingua a forma di sigaretta e un’altra in mezzo alle gambe a forma di testa con la lingua fuori. (Ognuno si rilassa a modo suo!)
Anche quest’anno milioni di eventi musicali gratuiti divenuti ormai covi di cani e porci invaderanno lo stivale al solo fine di fare il pieno di gente annoiata che non sapeva dove andare, passava di lì per caso e non conosce una sola canzone della gente che si esibisce.

spiaggia4

Anche quest’anno degli esseri sadici che non avevano di meglio da fare hanno decido di coniugarsi ovviamente d’estate con 230 gradi al solo fine di torturarvi e farvi pentire di essere lì. (Spero che vi lancino il riso cotto!)
Anche quest’anno sedicenti giornalisti si accorgeranno che fuori fa caldo, bisogna bere molto, non uscire nelle ore più calde e tutto questo gli sembrerà un buon motivo per farci un “solenne” servizio al notiziario.
Anche quest’anno qualche testa di cazzo tornerà ubriaco dalla discoteca farà un incidente provocando code interminabili con voi guardoni assetati di sangue che creerete ingorghi per fare foto che testimonino che voi c’eravate!
Anche quest’anno in qualche città verrà riproposto il cinema all’aperto dandovi l’opportunità di rivedere quei film che non guardereste neanche sotto tortura. Esistono anche i thriller e gli horror non sono costretti a proporre film per famiglie a tutti i costi, ma sembra che d’estate esistano solo le commedie di serie z.
Anche quest’anno potendo scegliere finirete in un posto affollatissimo e colmo di sabbia e acqua. Non c’è altro? Sul serio?
Anche quest’anno alcuni diversamente scienziati totalmente all’oscuro del fatto che d’estate si sudi, troveranno utile lamentarsi a random del fatto che dei mezzi pubblici stracolmi di gente non emanino fragranza di Chanel Numero 5. Ragazzi, turatevi il naso di Vicks Vaporub e di coca (così vi fate un bel viaggetto) e non rompeteci i coglioni!
Anche quest’anno durante le ferie vi ammazzerete per divertirvi per poi tornare a fine vacanza più stressati che alla partenza.
Anche quest’anno l’estate è arrivata e tutti fingeranno di divertirsi come matti per poi sperare segretamente che finisca il più presto possibile e tornare al freddo inverno a pensare che il caldo non era così male con la consapevolezza che tanto fra un anno saranno di nuovo tutti qui ad annoiarsi. Il tutto per il becero scopo di apparire.

spiaggia2
L’estate però è fatta di trasgressioni o almeno di tentate trasgressioni. Volete uscire dalla routine del quotidiano, rilassarvi davvero e dare un senso alla vostra vacanza?
Spegnete cellulari e tablet, andatevene ovunque vogliate, smettetela di lamentarvi e non fatelo sapere a nessuno!

La vacanza la fate per voi non per farlo sapere a qualcuno. Non la fate per sbandierare foto, non la fate per esibire che avete denaro da sperperare, la fate per staccare la cazzo di spina dallo stress della vita e godervi l’ora d’aria!

spiaggia5
Se siete così impegnati a dover sfruttare il vostro tempo per farlo sapere a tutti non siete in vacanza fate solo un lavoro diverso con l’unica differenza che non percepite stipendio.
Smettetela di ricercare l’approvazione anche in vacanza! Svagatevi perché volete farlo, smettetela di fare la gara a chi ce l’ha più grosso, ricaricate le batterie e soprattutto: statevene zitti!
L’editoriale finisce qui e l’appuntamento è fra qualche settimana sempre se rimango in vita.
Per insulti, offese e minacce o per regalarmi una sedia e una corda commentate qui sotto.

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook85Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Cosa ne è stato scritto

  1. Fra

    Ti seguo e leggo ogni tuo delirio. Sei interessante e anche originale. Questa volta però trovo che ci sia una nota di banalità, forse eccessiva considerando che stiamo parlando del delirio di uno psicopatico.

    Rispondi

Perché non lasci qualcosa di scritto?