CaLibro: a Città di Castello la quinta edizione del Festival di Letture

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Manca poco alla quinta edizione di CaLibro, il Festival di Letture di Città di Castello che dal 30 marzo al 2 aprile, tornerà ad ospitare per quattro giorni, eventi, incontri, mostre e spettacoli dedicati alla lettura.  

Chi ha già avuto la fortuna di seguire dal vivo almeno una delle edizioni precedenti, avrà potuto constatare con i propri occhi che quella di CaLibro è una manifestazione unica e coinvolgente, in grado di trasformare la lettura in un esercizio collettivo e di regalare ai suoi visitatori un’esperienza ricca e stimolante.
A concepire e promuovere la manifestazione, l’Associazione culturale “Il Fondino”, che proprio con l’idea di CaLibro è arrivata finalista al progetto CheFare, nato per favorire nuove strategie di promozione culturale. La manifestazione, che ha il patrocinio del Comune di Città di Castello e della Regione Umbria e il supporto di molti sostenitori su tutto il territorio regionale, è certamente un evento non convenzionale, che sovverte un po’ le regole del classico festival letterario.

Durante i quattro giorni di CaLibro, al posto delle consuete presentazioni di libri, i visitatori potranno avvicinarsi alla letteratura attraverso percorsi e stimoli diversi: l’inclinazione performativa e visiva della manifestazione, intende mostrare infatti le innumerevoli estensioni della lettura e le sue molteplici e possibili contaminazioni con altri ambiti. L’incontro tra arti e diverse forme espressive, fa di CaLibro un evento unico che racchiude in quattro giornate incontri dedicati alla narrativa, all’alimentazione, alla salute, alla poesia, al fumetto, all’editoria.

Saranno a Città di Castello tra gli altri, con i loro nuovi romanzi, Paolo Cognetti, Giorgio Fontana, Claudia Durastanti, Giorgio Vasta, mentre Vanni Santoni sarà protagonista de “La stanza profonda”, evento che prende il nome dal suo nuovo libro, uscito da pochi giorni per la collana Solaris di Laterza,  e che si trasformerà in una sorta di viaggio in grado di far addentrare il pubblico nel mondo dei giochi di ruolo.

Dai consigli di salute alla presenza di  Sandro e Maurizio Di Massimo, autori di “Ritorno alle Radici”,  a “I Signori del cibo”, l’incontro sull’industria alimentare insieme a Stefano Liberti, dall’appuntamento con il cantante e fumettista Davide Toffolo, voce dei Tre allegri ragazzi morti, all’evento poetico per ricordare il Barone Leopoldo Franchetti, fino ad un appuntamento dedicato allo sport alla presenza di Adharanand Finn, giornalista runner trasferitosi per alcuni mesi in Kenya, a Iten, (città nota come la fabbrica dei corridori) per carpire i segreti degli atleti keniani. Al CaLibro non mancheranno gli appuntamenti per i bambini: nelle librerie della città e nelle scuole, tante letture animate ed eventi dedicati ai “Piccoli CaLibri” e anche gli studenti delle scuole secondarie di Città di Castello daranno il loro contributo attivo alla manifestazione. Una redazione di alunni del Liceo “Plinio il Giovane” si occuperà del live-twitting e delle cronache social durante tutto il corso della manifestazione, mentre altri studenti dell’Istituto Franchetti hanno collaborato, insieme ai grafici, alla realizzazione della brochure di CaLibro.

Il programma completo dell’evento con informazioni e dettagli è scaricabile qui.

http://www.calibrofestival.com/programma-2017/

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?