Un anno con l’equilibrata Bilancia

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Guariento. San Michele pesa due anime. Musei civici di Padova

Guariento. San Michele pesa due anime. Musei civici di Padova

Il settimo segno dello zodiaco – l’unico ad essere rappresentato da un oggetto – occupa il periodo che va all’incirca dal 23 settembre al 22 ottobre, in cui cade anche l’equinozio d’autunno e il sole giunge alla metà dell’anno astronomico, mentre la notte tende a sopravanzare lentamente l’arco del giorno. Lo splendente edificio costruito dalla natura nei mesi precedenti si sta sgretolando tra i colori delle foglie secche per dissolversi nei mesi invernali, durante i quali si preparerà silenziosamente una nuova crescita.

Geroglifico della Bilancia

Geroglifico della Bilancia

Se l’Equinozio di primavera porta verso il giorno, quello di autunno conduce alla notte, simbolicamente la parte interiore e inconscia dell’uomo, da cui emerge una consapevolezza del tutto nuova: – l’Io scopre il Tu e le leggi della convivenza, dell’associazione civile e della relazione con l’altro, come sottolinea anche il geroglifico – due linee orizzontali parallele di cui la superiore è interrotta da un semicerchio – molto simile a quello egizio dell’equilibrio, parola che esprime il senso più profondo della Bilancia. Per gli antichi questa piccola costellazione faceva parte dello Scorpione, di cui costituiva le chele, e solo con i romani fu considerata un gruppo di stelle a sé stante e associata a due dee della Giustizia, Astrea e Dike. Tuttavia ponderatezza, equità, armonia furono ritenuti qualità indispensabili alla facoltà di giudizio ben prima del periodo classico: nei papiri dei morti egizi il dio-sciacallo Anubi pesa e confronta su due piatti il cuore del defunto da una parte, e una piuma dall’altra (Maat, principio dell’ordine cosmico). Dopo la caduta dell’Impero e l’avvento del cristianesimo la pesatura delle anime (psicostasia) fu affidata all’arcangelo Michele che regge in incerto equilibrio due figurette pallide, la più greve delle quali è ghermita da un diavolaccio.

Venere, De Sphaera, Biblioteca estense, Modena

Venere, De Sphaera, Biblioteca estense, Modena

Governatore della Bilancia è Venere, nei suoi ruoli di dea dell’amore puro e dell’amore sensuale, della bellezza e della natura fiorente, a cui erano sacri i giardini, il mirto, le rose e le colombe. Simbolo, come Giove, della voglia di vivere e dell’ottimismo, suggerisce anche amore per il buon gusto e l’eleganza e – se ben aspettata e al posto zodiacale giusto – un viso e un fisico da miss o mister. Ma soprattutto è l’astro collegato ai sentimenti, alle virtù oblative, alla sessualità, e la sua analisi può mostrare amori grandi o piccoli, inclinazioni erotiche, tradimenti o addirittura incapacità di relazionarsi, unioni legate solo al calcolo e al raziocinio, o pesanti crisi affettive a volte senza ritorno. Una buona Venere è, come dicono gli astrologi, una “piccola fortuna” perché da’ una vita sentimentale ricca, fascino e abilità manuale, protegge la salute, preserva da parecchi guai e favorisce le Case in cui è situata. Riguarda inoltre le donne della nostra vita, non tanto la moglie e la madre (che hanno la Luna come pianeta di riferimento) quanto la sorella, l’amica e pure l’amante. La Bilancia è un segno d’Aria, elemento caratterizzato dal predominio delle facoltà intellettuali e dalla razionalità. Il bisogno di equilibrio che lo contraddistingue lo porta a ricercare costantemente la via di mezzo e ad evitare lo scontro, anche grazie alla sua natura pacifica e tollerante; nel suo continuo desiderio di discernere il bene dal male e di mettere d’accordo tutti, può cercare il compromesso, ricorrere a patti attenendosi comunque alla norma legale, e nei casi peggiori tenere il piede in due staffe. Difficile far prendere ai nativi delle decisioni: non essendo aggressivo, questo tipo zodiacale si spaventa facilmente di fronte alla durezza della realtà e – come sottolinea il grande astrologo francese André Barbault – finisce per comportarsi come l’asino di Buridano – che affamato e assetato, non seppe scegliere se dirigersi prima verso un mastello di fieno o una pozza d’acqua e finì per lasciarsi morire di inedia.

Chiesa di Saint'Austremoine Issoir, Francia

Chiesa di Saint’Austremoine Issoir, Francia

I Bilancia hanno un forte istinto di aggregazione e amano i rapporti con gli altri: a seconda che siano estroversi o introversi possono circondarsi di amici e contare su una serie di legami affettivi, oppure mostrarsi riservati e taciturni e attaccarsi a una persona sola, esponendosi tuttavia al rischio di subire delle amarezze. Venere fa amare loro la bellezza, ricercare gli agi, ma anche essere perfezionisti e perfino schizzinosi: a tavola è facile che si lamentino (e se non lo dicono lo pensano) se i tovaglioli non sono piegati nella maniera giusta, la tovaglia non è stirata bene e se bicchieri e posate non sono al posto indicato dal galateo. Non amano le grandi abbuffate anche perché tengono costantemente d’occhio la forma fisica; un errore fatale con loro è fargli notare un aumento anche minimo di peso corporeo, cosa che li può mettere in crisi. Ovviamente curano l’abbigliamento, preferendo colori non troppo decisi e accessori intonati. Un tipico esempio di perfezionismo nel vestire (a parte la caduta del parrucchino e del fondotinta) è costituito dalla Bilancia Silvio Berlusconi che ha quasi sempre indossato completi classici blu di Caraceni e cravatte di Marinella. Diciamo che ama andar sul sicuro, anche questa una caratteristica del segno. La Bilancia è connessa con i reni e la regione lombare, compresa l’XI e XII vertebra toracica. Benché – almeno in teoria – goda di buona salute fino ai quaranta-cinquant’anni (per le donne l’età della menopausa) può col tempo soffrire di calcoli, nefropatie e cistiti. Sono tuttavia indicazioni da non prendere alla lettera: infatti per quanto riguarda la forma fisica in un tema si guardano anche la Casa VI, l’Ascendente, il Sole e la Luna.

Bilancia, Libro d'ore, Biblioteca di Ginevra

Libro d’ore, Biblioteca di Ginevra

Urano è entrato in Ariete – segno contrario alla Bilancia – a Marzo del 2011 e ci resterà fino al 2018. Ciò non significa un lunghissimo periodo di problemi per i nativi, ma solo eventi imprevisti e sgradevoli quando il pianeta tocca il grado zodiacale opposto a quello in cui si trova il loro Sole, cosa che dura circa un anno. Mentre scrivo ne sono stati già colpiti i Bilancia della prima e seconda decade, mentre quelli della terza sono attualmente sotto tiro. Gli effetti – a seconda della struttura del tema natale – possono essere eventi esterni che lasciano l’individuo in uno stato d’inerzia e di scoramento, cali di efficienza, scarsa salute per il padre o il partner e, specie per le donne, crisi sentimentali e rischi di separazioni. Urano è anche un pianeta concreto e la sua opposizione può portare a difficoltà collegate con l’elettricità o l’elettronica come guasti agli elettrodomestici o al computer. Dal 9 settembre del 2016 Giove fa il suo ingresso nella Bilancia, rimanendoci fino ad ottobre del 2017, anno in cui influenzerà maggiormente i nati nella seconda decade, in special modo sotto il profilo economico e legale. Il re dei pianeti porta – come ho già detto – momenti di serenità e fortuna, anche se non bisogna dimenticare che sarà disturbato dall’opposizione di Urano e dalla quadratura di Plutone in Capricorno creando situazioni quanto meno complesse da gestire.

Calendario di settembre, Libro d'ore, Morgan Library, New York

Calendario di settembre, Libro d’ore, Morgan Library, New York

Gwyneth Paltrow, una Bilancia fin troppo perfezionista. Nonostante abbia iniziato a recitare a 19 anni, abbia vinto un Oscar per il film “Shakespeare in love”, e sia stata dichiarata dalla rivista People “donna più bella del mondo”, la carriera dell’attrice e cantante americana si presenta all’analisi del tema piuttosto instabile, e allo stato attuale in fase di bassa marea. Per ovviare al problema la quarantenne Gwyneth si è lanciata nel mondo della bellezza e della moda attraverso un sito personale ,Goop (il soprannome che le davano in famiglia e che può significare sia “melassa” sia “sentimentalismo”) che ha moltissimi seguaci e dove promuove il suo stile di vita basato su ricette di cucina iper controllate, proposte di abbigliamento equo solidale, trattamenti di bellezza, suggerimenti per lo shopping e le vacanze.

Gwyneth Paltrow

Gwyneth Paltrow

Spulciando tra le notizie non meraviglia che sia magra come un grissino: oltre a fare pilates cinque volte alla settimana, segue una dieta rigorosamente vegetariana, che esclude il caffè, la farina di frumento, le uova, il formaggio, prevede a colazione una centrifuga di cavolo nero e zenzero, cibi macrobiotici, orientali e messicani durante la giornata e – prima di una serata di gala – un menù di sole 300 calorie al giorno. Se questo potrebbe piacere a un vegano, che dire dei consigli medici che hanno scatenato un putiferio sul web? Bagni di vapore vaginali, lavaggio del colon, punture di api per distendere la pelle del viso, iniezioni vitaminiche direttamente in vena, saune per curare l’influenza. Per l’astrologia questo comportamento estremo non dipende tanto dal segno quanto dagli aspetti di Marte, che nel grafico natale è quadrato a Giove e Saturno, evidenziando durezze caratteriali e atteggiamenti spartani e moralistici che si concentrano nel settore dell’estetica. Il tema rivela inoltre una vita estremamente dispendiosa (Giove e Saturno sono opposti), conseguenza ovviamente degli abiti firmati e dei trattamenti anti-età che un giornale americano ha calcolato nell’incredibile somma di 17 mila euro mensili.

Klaus Kinski

Klaus Kinski

Personaggi famosi nati sotto il segno della Bilancia: Giuseppe Verdi, Franz Liszt, Oscar Wilde, Eugenio Montale, Italo Calvino, Mahatma Gandhi, Sandro Pertini, Margaret Thatcher, Vladimir Putin, Ray Charles, Luciano Pavarotti, Gino Paoli, Zucchero, Renato Zero, John Lennon, Bruce Springsteen. Michelangelo Antonioni, Pedro Almodovar, Rita Hayworth, Brigitte Bardot, Klaus Kinski, Marcello Mastroianni, Monica Bellucci, Matt Damon, Antonio Albanese, Giorgio Panariello, Virginia Raffaele, Mara Venier, Francesco Totti. 

Fonti:

Lisa Morpurgo, Introduzione all’astrologia e decifrazione dello zodiaco, Tea

Lisa Morpurgo, Lezioni di astrologia. La natura dei transiti, Longanesi

André Barbault, Trattato pratico di astrologia, Astrolabio

 http://bressan.weebly.com/

 

 

 

 

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *