L’anno di fuoco dell’Ariete

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Arte sumera, Montone su un albero. British museum, Londra

Arte sumera, Montone su un albero. British museum, Londra

Il sole attraversa il segno dell’Ariete – il primo dello zodiaco – dal 20 al 21 marzo fino al 20 di aprile. La data dell’equinozio di primavera, che corrisponde simbolicamente alla rinascita della natura dopo il letargo dell’inverno e all’esplodere delle prime gemme, era festeggiata nell’antichità come l’avvento della nuova vita.
L’associazione tra questa stagione e l’Ariete risale addirittura ai Sumeri che – essendo una popolazione pastorale – intitolavano all’agnello il primo mese dell’anno, mentre nello stesso periodo gli ebrei seguivano l’usanza di sacrificarne le carni a Yahweh, e secoli dopo in Italia Romolo stabilì che il mese di marzo segnasse l’inizio dell’anno nuovo.  Presso tutti i popoli antichi l’ariete era simbolo di forza e fecondità: gli egiziani rappresentavano con la testa di capro sia il dio Knum che aveva modellato la creazione dall’argilla, sia il dio Amon signore dell’universo; per i greci questa creatura era collegata col mito di Giasone, l’avventuriero conquistatore e fondatore di colonie alla ricerca del magico vello d’oro; il dio celtico della fertilità si chiamava invece Cernunnus ed era accompagnato da un serpente cornuto; tuttora per gli induisti un montone è la cavalcatura di Agni, signore del fuoco, elemento vitale associatogli.

Trattato astronomico, Boidleian Library, Oxford

Trattato astronomico, Boidleian Library, Oxford

E focoso è il temperamento dell’individuo Ariete: sotto questo segno troviamo personalità impulsive, vitali, che amano l’azione e – come l’animale che li rappresenta – tendono a buttarsi a testa bassa in progetti e avventure, sottovalutando spesso le difficoltà. Spinti dall’entusiasmo e dal desiderio, più intuitivi che ragionatori, possono passare dalla gioia alla delusione correndo il rischio di non terminare quello che hanno intrapreso e rompendosi come si suol dire le corna; in tal modo si procurano una vita movimentata e piena di alti e bassi. Meglio non litigare con gli Arieti: i pianeti che li dominano sono Plutone e Marte, il dio della guerra, che ne fa degli emotivi e dei collerici. Le loro tipiche professioni hanno a che fare con l’avventura, lo sport, le lame e i bisturi (macellai, medici, dentisti) e naturalmente l’esercito. Amano la guida e appartengono a quella categoria di persone a cui è meglio non toccare l’adorata automobile. Non hanno gusti raffinati,  e non è insolito trovare tra questi individui – specie se hanno Luna o Venere in cattiva posizione – gente che si direbbe si sia vestita aprendo l’armadio al buio. In amore sono inclini alle cotte improvvise, sono cacciatori e conquistatori impazienti perché considerano la sessualità un istinto naturale di cui non vergognarsi.

Gerrit van Honthorst, Marte, Milwaukee art museum, Usa

Gerrit van Honthorst, Marte, Milwaukee art museum, Usa

Dal momento che in astrologia proprio Marte e Plutone rappresentano gli organi genitali maschili,  gli Arieti sono amanti irruenti ma poco sofisticati, sempre che non intervengano aspetti collaterali a spegnerne gli ardori.La donna di questo segno non ha timore di prendere l’iniziativa e può essere diretta e un po’ mascolina, insomma non è una civetta né simula fragilità. Nonostante si legga molto spesso che gli Arieti non sono fedeli, ci si dimentica che abbiamo a che fare con individui sostanzialmente rispettosi delle regole e delle tradizioni e che nel matrimonio sono conservatori: quello che li ammazza è la noia del quotidiano e se il loro elemento, il fuoco, comincia a languire, potrebbero andare in cerca di altre occasioni stimolanti. La parte del corpo influenzata dal segno è la testa e i suoi organi: occhi, orecchie, denti, naso, cervello, che possono causare ai nativi emicranie, sinusiti, febbri improvvise. Altre patologie tipiche si collegano all’eccesso di attività, alla fretta e all’ impulsività, come l’ipertensione e lo stress e non è difficile che incorrano in incidenti o ferite, o si scottino maldestramente.

L'ariete nelle Minchiate fiorentine

L’ariete nelle Minchiate fiorentine

Dal 2011 l’Ariete è nell’occhio del ciclone: Urano, pianeta estremamente dinamico, addirittura drastico nei suoi effetti,  sta transitando sui trenta gradi zodiacali che occupano il segno e quindi sulla posizione del Sole, che in astrologia – assieme alla Luna e all’Ascendente – è uno dei punti nodali della Carta, in quanto indica l’io, la parte diurna e consapevole di ognuno di noi e il modo di affrontare la vita, oltre che la figura del padre e del marito. Urano sortisce l’effetto di un vento a 150 chilometri l’ora che sradica ciò che è vecchio e inutile creando le basi per una nuova semina. Essendo questo articolo dedicato al segno zodiacale nel suo complesso, non è possibile diagnosticare i campi della vita (matrimonio o legami affettivi, lavoro, studio, guadagno o salute) che saranno toccati da questi cambiamenti radicali e imprevisti, né la loro intensità in positivo o in negativo. I nati tra la prima e seconda decade dovrebbero già averne sentito gli effetti, mentre per il 2016 saranno interessati quelli tra la seconda e la terza. Altri passaggi meno drastici non di congiunzione (il più importante) ma di aspetto (ossia gli angoli che i pianeti formano col Sole) sono quelli di Giove, Saturno e Plutone. Giove entra in Bilancia, segno opposto all’Ariete, il 10 settembre rimanendoci fino ad ottobre del 2017: il signore degli dei, solitamente espansivo e vitale, può in questo caso aumentare l’introversione e diffondere una sfumatura di malcontento. Essendo inoltre collegato al denaro (in un tema si guarda la sua posizione per individuare entrate o uscite finanziarie) i guadagni per questo tipo zodiacale che di suo tende ad avere il portafoglio bucato, non saranno ohimè soddisfacenti. I nati nella prima decade subiranno anche l’influenza positiva di Marte all’inizio del Sagittario, mentre quelli della seconda saranno aiutati da Saturno nel medesimo segno. Marte esprime energia, determinazione e attività e il suo aspetto benefico spingerà all’azione e alla conquista costruttiva. Saturno, la cui simbologia astrale è collegata al freddo, alla vecchiaia, alla malinconia, ma anche al pensiero logico, alla decisione, alla filosofia e alla profondità mentale, potrà rafforzare la razionalità e l’auto dominio (cosa di cui l’Ariete ha bisogno) aiutando ad affrontare eventuali prove e difficoltà.

Testa di Ade-Plutone, Morgantina

Testa di Ade-Plutone, Morgantina

E’ in atto un’ importante quadratura (che in astrologia è un aspetto di urto e conflitto) di Urano e Plutone che riguarda anche il segno dell’Ariete. Plutone, essendo posizionato nelle regioni periferiche del sistema solare, fu battezzato alla sua scoperta negli anni Trenta col nome del signore romano degli Inferi; l’astro opera a un livello molto profondo e poco appariscente, che può essere benefico ma anche pericoloso, aumentando in un tema – se sfavorevole dalla nascita – aspetti caratteriali scarsamente simpatici, rendendo l’individuo più egoista e bugiardo. Quello individuale non è però l’unico elemento da considerare:  i due pianeti sono molto lenti e influenzano l’astrologia del mondo intero. Ciò comporta fenomeni di crisi a livello globale, come quelli da tempo in corso e che interessano vecchi valori e strutture di potere, come  gli sconvolgimenti economici in atto dal 2008 e che, una volta superati, potrebbero dare il via a una nuova epoca, cosa che per un segno coraggioso e deputato ad ogni nuovo inizio, potrebbe essere alla fine un’ottima notizia.

Steve McQueen, La grande fuga

Steve McQueen, La grande fuga

Steve McQueen, un tipico Ariete: morto nel 1980 a causa di un mesotelioma, era ed è tutt’ora considerato un sex simbol come dimostra anche la sua vita sentimentale non proprio tranquilla (si sposò tre volte ed ebbe lunghe relazioni extra coniugali). Figlio di uno stuntman, era appassionato di arti marziali ma soprattutto di corse motociclistiche e automobilistiche finendo per collezionare incidenti, multe e ritiri di patente. Prima di arrivare al successo svolse parecchi lavori, anche umili, dal boscaiolo al fattorino, dal commesso al tassista, per essere ammesso alla fine al prestigioso Actor’s Studio. Recitò principalmente in ruoli che lo rappresentano come un eroe spavaldo e senza paura;  testardo, intransigente e difficile da dirigere,  riuscì ad aprire una propria casa di produzione proprio per poter essere libero da condizionamenti. Negli anni ’60 e ’70 fu l’attore più pagato di Hollywood. Personaggi famosi nati sotto il segno dell’Ariete: Leonardo da Vinci, Vincent Van Gogh, Giacomo Casanova, Arturo Toscanini, Herbert von Karajan, Patty Pravo, Francesco De Gregori, Elton John, Lady Gaga, Pietro Ingrao, Daniela Santanchè, Flavio Briatore, John Elkan, Charlie Chaplin, Marlon Brando, Claudia Cardinale, Terence Hill, Quentin Tarantino, Simona Ventura, Lilli Gruber, Ayrton Senna da Silva, Ronaldinho, Mario Cipollini, Loris Capirossi.

Fonti

Lisa Morpurgo, Introduzione all’astrologia e decifrazione dello zodiaco, Tea

André Barbault, Trattato pratico di astrologia, Astrolabio

Henry-J. Gouchon , Dizionario di astrologia, Armenia ed.

Ciro Discepolo, Le effemeridi dal 2000 al 2050, Armenia ed.

http://www.astrotheme.com/

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?