SeeYouSound Festival. Musica e cinema a Torino. Fino al 28 febbraio

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

La musica è fonte d’ispirazione, oltre a essere una colonna sonora per tutta la nostra vita. Note, sinfonie, frasi di canzoni, parole, titoli, hanno lasciato in tutti noi, almeno una volta, un segno importante. Emozioni che arrivano al cuore anche solo ascoltando un testo o guardando un video musicale. A volte una canzone è legata a un periodo, a una persona o a un evento che ha cambiato qualcosa nella nostra esistenza. E la musica non può mancare nel mondo del cinema. Visto il grande successo dello scorso anno torna la seconda edizione del “Seeyousound” International Music Festival.

 

Shake the dust

Shake the dust

L’evento è partito a Torino ieri, giovedì 25, per chiudersi domenica 28 febbraio. Un progetto nato dal basso, realizzato con istituzioni private, pubbliche e locali, associazioni, singoli sostenitori. Il quartier generale sarà il Cinema Massimo di via Verdi, grazie al contributo del Museo Nazionale del Cinema. Un progetto partito in sordina ma che sta riscuotendo molti riscontri. La manifestazione vedrà protagonista la musica abbinata a immagini tra video d’autore e cinema. Uno stretto legame che unisce due elementi fondamentali della creatività.

Il primo evento del genere in assoluto in Italia che si occupa del cinema dedicato alla tematica musicale. Occhi puntati dunque su lungometraggi, corti, documentari, videoclip, reportage… tutti accomunati dalla musica. Modi di comunicare pensieri, emozioni e idee attraverso linguaggi diversi, ma accomunati dalla musica. Fitto il programma realizzato per questa originale manifestazione sotto la Mole. Oltre alla visione dei film sono stati organizzati una serie di eventi di vario genere. L’organizzazione del Seeyousound festival è firmata dall’associazione torinese Choobamba.

Danny Collins

Danny Collins

Il festival è diviso in due rassegne. La prima è Music is Weapon, curata da Juanita Apraez Murillo, per indicare la forza della musica come arma di aggregazione di massa e per annientare l’insensibilità della società con il potere del cinema.

La seconda parte è Into the Groove, curata da Maurizio Pisani, dove saranno presentati documentari e non solo. Una sezione trasversale per creare curiosità e provocazione. “Io amo questo genere di sfide – spiega Pisani dal sito ufficiale del festival – e ho cercato di raccogliere nel modo più eclettico possibile film, tra cui, due anteprime italiane e un classico dimenticato da troppo tempo.

Jazz SInger

Jazz SInger

Ossia “The Jazz Singer” di Alan Crosland, la chiave di volta della storia del cinema verso il cinema sonoro, messo in scena nel 1927. Poi ci sarà “Dickson Experimental Sound Film” (1895), primo corto sonoro registrato dal vivo, conservato alla biblioteca del Congresso degli Stati Uniti, e “Bohemian Rhapsody” dei Queen con la versione originale del 1975 montata su Videotape.

La prima italiana sarà invece il film “Danny Collins” di Dan Fogelman con Al Pacino, candidato ai Golden Globe 2016. Infine la premiere della pellicola “B-Movie: Lust & sound in West-Berlin 1979-1989” con una viaggio nella Berlino Ovest degli Anni ’80”. Durante le giornate con appuntamenti fittissimi sono attesi anche tre concorsi internazionali con 350 progetti in gara da tutto il mondo. Per i lungometraggi da sottolineare la partecipazione di “Low”, prima opera di Renaud Cojo con la celebrazione di David Bowie.

Nella parte dei video, spazio a star internazionali del calibro di The Prodigy e molti altri. Oltre alle proiezioni il programma prevede anche incontri di approfondimento in via Principe Amedeo alla casa del festival “Amantes” ed eventi extra festival.
Tra i numerosi oggi, venerdì 26 febbraio dalle 12 alle 13 in corso San Maurizio, 47 “Da Emilia” incontro sulle colonne sonore nel cinema e in tv, con interventi, tra gli altri, di Max Casacci dei Subsonica. Altro incontro per approfondire i nuovi modelli di cinema immersivo e poi la Notte rossa dei videoclip in collaborazione con Mtv. Dall’una alle 4 del mattino di domenica 28 febbraio al Cinema Massimo di via Verdi, 18, saranno proiettati i migliori video degli ultimi 25 anni. Una carrellata di immagini e suoni che riporterà alla memoria ricordi, emozioni e brividi per tutti coloro che sono cresciuti con Video Music, Mtv, Mtv Brand New, oggi Mtv Music con i suoi social network. Video che hanno lasciato un segno indelebile per moltissimi. Il canale televisivo statunitense fu lanciato a New York il primo agosto 1981 e sbarcato in Italia con Mtv Italia il primo settembre 1997. Il programma dettagliato del festival è sul sito http://www.seeyousound.org/

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?