Oscar 2016: le nomination, i favoriti, il nostro tifo

2
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Il 14 gennaio sono state annunciate le nomination agli oscar 2016 che verranno assegnati il 28 febbraio a Los Angeles. ottimi film, poche sorprese. Favoriti sono Spotlight (ancora non uscito in Italia) e Inarritu (anche basta). Chi sono gli avversari di Leo Di Caprio? E la miglior attrice? Star Wars vincerà qualche statuetta? Ma soprattutto: per chi tifa l’Undici? Vediamo tutte le nomination, i film favoriti e quelli per i quali facciamo il tifo.

Miglior film

 

  • La grande scommessa (The Big Short), regia di Adam McKay

    Spotlight: il miglior film sul giornalismo dai tempi di "Tutti gli uomini del presidente" (dicono)

    Spotlight: il miglior film sul giornalismo dai tempi di “Tutti gli uomini del presidente” (dicono)

  • Il ponte delle spie (Bridge of Spies), regia di Steven Spielberg
  • Brooklyn, regia di John Crowley
  • Mad Max: Fury Road, regia di George Miller
  • Sopravvissuto – The Martian (The Martian), regia di Ridley Scott
  • Revenant – Redivivo (The Revenant), regia di Alejandro González Iñárritu
  • Room, regia di Lenny Abrahamson
  • Il caso Spotlight (Spotlight), regia di Tom McCarthy

Il favorito sembra essere Spotlight, il film che denuncia gli abusi sessuali di alcuni preti e la copertura da parte dei vertici ecclesiastici. In Italia non è ancora uscito, ma sulla carta (film  ben fatto, di denuncia, liberal) ha tutti i numeri per conquistare i giurati dell’Academy. A insidiarlo potrebbero essere il buon vecchio Spielberg o (speriamo) Mad Max.

Mad Max Fury Road: non si riesce a immaginare niente di più

Mad Max Fury Road: non si riesce a immaginare niente di più

IL NOSTRO TIFO

E’ vero che alcuni fim non li abbiamo ancora visti, ma Mad Max: Fury Road è stato il film più bello dell’anno scorso. Una bomba davvero. Il nostro tifo è da Ultras s

Miglior regia
  • Lenny Abrahamson – Room
  • Alejandro González Iñárritu – Revenant – Redivivo (The Revenant)
  • Tom McCarthy – Il caso Spotlight (Spotlight)
  • Adam McKay – La grande scommessa (The Big Short)
  • George Miller – Mad Max: Fury Road

    Leonardo di CAprio nel film di Inarritu: sarà un urlo di vittoria?

    Leonardo di CAprio nel film di Inarritu: sarà un urlo di vittoria?

FAVORITI

Il favorito è ancora Iñárritu (un giorno l’Academy ci spiegherà da dove viene tanto amore). Qualche chance per Tom McCarthy, specialmene su Spotlight dovesse essere premiato come miglior film

IL NOSTRO TIFO

Il tifo da Curva sud è per la doppietta (film + regia) di George Miller + Mad Max.

Miglior attore protagonista
  • Bryan Cranston – L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo (Trumbo)
  • Matt Damon – Sopravvissuto – The Martian (The Martian)
  • Leonardo DiCaprio – Revenant – Redivivo (The Revenant)
  • Michael Fassbender – Steve Jobs
  • Eddie Redmayne – The Danish Girl
FAVORITO

Di Caprio sembra senza rivali (fosse che fosse la volta buona…)

IL NOSTRO TIFO

Tifiamo per Leo anche noi, perché se lo merita e perché così poi non ne parliamo più

Miglior attrice protagonista
  • Cate Blanchett – Carol

    Brie Larson è bravissima in Room (poi dicono che recitare coi bambini sia particolarmente comjplicato)

    Brie Larson è bravissima in Room (poi dicono che recitare coi bambini sia particolarmente comjplicato)

  • Brie Larson – Room
  • Jennifer Lawrence – Joy
  • Charlotte Rampling – 45 anni (45 Years)
  • Saoirse Ronan – Brooklyn

Viene data per favorita Brie Larson (Room non lo abbiamo ancora visto, ma sembra un bel film)

IL NOSTRO TIFO

Charlotte Rampilng è strepitosa in “45 anni” e sarebbe bello se potesse alzare la statuetta

Miglior film d’animazione
  • Anomalisa, regia di Charlie Kaufman e Duke Johnson

    Inside Out: sorrisi, risate, commozione...emozioni

    Inside Out: sorrisi, risate, commozione…emozioni

  • Il bambino che scoprì il mondo (O Menino e o Mundo), regia di Alê Abreu
  • Inside Out, regia di Pete Docter e Ronnie del Carmen
  • Shaun, vita da pecora – Il film (Shaun the Sheep Movie), regia di Mark Burton e Richard Starzak
  • Quando c’era Marnie (思い出のマーニー Omoide no Mānī?), regia di Hiromasa Yonebayashi
FAVORITO

Mai il livello dei nominati nella categoria “cartoni animati” è stato così alto. Sono tutti film bellissimi che meritano di essere visti e rivisti, alcuni soprattutto da un pubblico maturo. Sul vincitore però sembra che non ci siano dubbi: la statuetta andrà a Inside Out

Il bambino che scoprì il mondo è un film unico, da non perdere

Il bambino che scoprì il mondo è un film unico, da non perdere

IL NOSTRO TIFO

Senza nulla togliere a Inside Out (è un capolavoro senza se e senza ma), sarebbe bello che la statuetta andasse a “Il bambino che scoprì il mondo” (un film davvero originale, magico per i suoi disegni e le sue musiche) o a “Quando c’era Marnie” che ci ha fatto vedere che allo Studio Ghibli sanno fare ottimi film anche nel post Miyazaki. Ma comunque vada, sarà un successo.

LE NOMINATION DELLE ALTRE CATEGORIE
Miglior film straniero

El abrazo de la serpiente, regia di Ciro Guerra (Colombia)
Mustang, regia di Deniz Gamze Ergüven (Francia)
Il figlio di Saul (Saul fia), regia di László Nemes (Ungheria)
Theeb, regia di Naji Abu Nowar (Giordania)
A War (Krigen), regia di Tobias Lindholm (Danimarca)

Miglior attore non protagonista

Christian Bale – La grande scommessa (The Big Short)
Tom Hardy – Revenant – Redivivo (The Revenant)
Mark Ruffalo – Il caso Spotlight (Spotlight)
Mark Rylance – Il ponte delle spie (Bridge of Spies)
Sylvester Stallone – Creed – Nato per combattere (Creed)

Migliore attrice non protagonista

Jennifer Jason Leigh – The Hateful Eight
Rooney Mara – Carol
Rachel McAdams – Il caso Spotlight (Spotlight)
Alicia Vikander – The Danish Girl
Kate Winslet – Steve Jobs

Migliore sceneggiatura originale

Matt Charman, Joel ed Ethan Coen – Il ponte delle spie (Bridge of Spies)
Alex Garland – Ex Machina
Josh Cooley, Ronnie del Carmen, Pete Docter e Meg LeFauve – Inside Out
Tom McCarthy e Josh Singer – Il caso Spotlight (Spotlight)
Andrea Berloff, Jonathan Herman, S. Leight Savidge e Alan Wenkus – Straight Outta Compton

Migliore sceneggiatura non originale

Charles Randolph e Adam McKay – La grande scommessa (The Big Short)
Nick Hornby – Brooklyn
Phyllis Nagy – Carol
Drew Goddard – Sopravvissuto – The Martian (The Martian)
Emma Donoghue – Room

Migliore fotografia

Ed Lachman – Carol
Robert Richardson – The Hateful Eight
John Seale – Mad Max: Fury Road
Emmanuel Lubezki – Revenant – Redivivo (The Revenant)
Roger Deakins – Sicario

Miglior scenografia

Rena DeAngelo, Bernhard Henrich e Adam Stockhausen – Il ponte delle spie (Bridge of Spies)
Michael Standish e Eve Stewart – The Danish Girl
Colin Gibson e Lisa Thompson – Mad Max: Fury Road
Celia Bobak e Arthur Max – Sopravvissuto – The Martian (The Martian)
Jack Fisk e Hamish Purdy – Revenant – Redivivo (The Revenant)

Miglior montaggio

Hank Corwin – La grande scommessa (The Big Short)
Margaret Sixel – Mad Max: Fury Road
Stephen Mirrione – Revenant – Redivivo (The Revenant)
Tom McArdle – Il caso Spotlight (Spotlight)
Maryann Brandon e Mary Jo Markey – Star Wars: Il risveglio della Forza (Star Wars: The Force Awakens)

Migliore colonna sonora

Thomas Newman – Il ponte delle spie (Bridge Of Spies)
Carter Burwell – Carol
Ennio Morricone – The Hateful Eight
Jóhann Jóhannsson – Sicario
John Williams – Star Wars: Il risveglio della Forza (Star Wars: The Force Awakens)

Migliore canzone

Earned It (Abel Tesfaye, Ahmad Balshe, Jason Daheala Quenneville e Stephan Moccio) – Cinquanta sfumature di grigio (Fifty Shades of Grey)
Manta Ray (J. Ralph e Antony Hegarty) – Racing Extinction
Simple Song #3 (David Lang) – Youth – La giovinezza (Youth)
Til It Happens to You (Diane Warren e Lady Gaga) – The Hunting Ground
Writing’s on the Wall (Jimmy Napes e Sam Smith) – Spectre

Migliori effetti speciali

Mark Williams Ardington, Sara Bennett, Paul Norris e Andrew Whitehurst – Ex Machina
Andrew Jackson, Dan Oliver, Andy Williams e Tom Wood – Mad Max: Fury Road
Anders Langlands, Chris Lawrence, Richard Stammers e Steven Warner – Sopravvissuto – The Martian (The Martian)
Richard McBride, Matt Shumway, Jason Smith e Cameron Waldbauer – Revenant – Redivivo (The Revenant)
Chris Corbould, Roger Guyett, Paul Kavanagh e Neal Scanlan – Star Wars: Il risveglio della Forza (Star Wars: The Force Awakens)

Miglior documentario

Amy, regia di Asif Kapadia
Cartel Land, regia di Matthew Heineman
The Look of Silence, regia di Joshua Oppenheimer
What Happened, Miss Simone?, regia di Liz Garbus
Winter on Fire: Ukraine’s Fight for Freedom, regia di Evgeny Afineevsky

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

2 commentiCosa ne è stato scritto

  1. Gian Pietro "Jumpi" Miscione

    Nella sezione ‘film stranieri’ sarebbe bello vincesse “El abrazo de la serpiente”, un film onirico che ti prende proprio come le spire di un serpente.
    Grande coraggio a girare in bianco e nero nella selva amazzonica e dando finalmente ruolo da protagonisti agli indigeni.
    Mucha suerte!

    Rispondi
    • Paolo Flamigni (Gigi)

      Spero che questo film arrivi anche in Italia.
      comunque “Il figlio di Saul” che ha vinto l’oscar è un film bellissimo che riesce a creare un ulteriore sguardo sulla catastrofe umana causata dall’Olocausto

      Rispondi

Perché non lasci qualcosa di scritto?