Alma: un’orchestra sinfonica dal fascino tutto femminile

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

La forza delle donne, la loro determinazione che spesso si trasforma in positiva ostinazione per ottenere un risultato meritato, l’impegno costante scandito dai ritmi quotidiani di vita, la passione il sacrificio per raggiungere l’obiettivo. Elementi essenziali che hanno vissuto fino in fondo, giorno per giorno, per arrivare ad Alma, nata dall’unione di 24 artiste con un curriculum di alto livello. Un sogno che, per la sua fondatrice, è ora una realtà.

La pianista Ernesta Aufiero fondatrice dell'orchestra al femminile

La pianista Ernesta Aufiero fondatrice dell’orchestra al femminile

Ernesta Aufiero, giovane pianista professionista astigiana, con una laurea in tasca in Giurisprudenza, un praticantato da avvocato, sul bivio della sua vita ha scelto la via della musica. Il destino l’ha portata sulla strada che fin da piccola voleva intraprendere.
Oggi è presidente dell’associazione musicale Alma, con sede ad Asti. Al suo attivo ha una scuola di musica aperta da un paio di anni dalla quale sono già passati centinaia di piccoli pianisti, ma anche adulti, una quarantina di caffè letterari tra arte, poesia e musica. In più il grande concerto di debutto dell’orchestra sinfonica femminile che prende il nome del sodalizio, da lei presieduto.

Fin da piccola – spiega l’artista – il mio desiderio maggiore era poter suonare il pianoforte. Non importava il luogo in cui mi trovavo, l’importante era poter sfiorare i tasti e far affiorare le sinfonie che più amavo. Ho sempre perseguito questa strada. Certo, molto accidentata da ostacoli e incertezze, ma comunque con la speranza, un giorno di poter vivere di sola musica”.

Oggi Ernesta Aufiero vive di musica. In ogni attimo, ora e giorno della sua vita. Tutto ruota intorno alla musica e il suo grande entusiasmo la aiuta a continuare in questo percorso. Un viaggio che le ha permesso nel tempo di incontrare altre giovani artiste, sia provenienti  da tutta l’Italia chee straniere, e di intraprendere con loro un sogno.
Costituire un’orchestra di sole donne.
Perché le donne sono vita, forza, passione e determinazione. E un ensemble tutto in rosa riassume queste caratteristiche attraverso la musica.

Il concerto di debutto di Alma dai contorni internazionali, per la presenza di ospiti prestigiosi, si è tenuto nel giugno scorso all’archivio storico di Asti, città di Ernesta, in occasione della giornata mondiale dedicata alla musica.

Una vera e propria maratona pianistica in cui sono stati eseguiti tre concerti per pianoforte e orchestra, selezionati tra i capisaldi della letteratura del mondo delle sette note.

L’apertura è stata affidata al concerto K 488 numero 23 di Mozart, al pianoforte Ernesta Aufiero. Poi il numero 17 di Mozart e l’opera 19 numero 2 di Beethoven.
Ospite d’eccezione Andrea Bacchetti, grande musicista mondiale, presente tra i migliori eventi, tra gli altri, dal Teatro alla Scala di Milano all’Università La Sapienza di Roma, dal Teatro La Fenice di Venezia al Palazzo del Quirinale.

Beatrice Venezi, la bellissima Direttrice d'orchestra

Beatrice Venezi, la bellissima Direttrice d’orchestra

In veste di direttrice d’orchestra la talentuosa Beatrice Venezi, 25 anni, compositrice e pianista.
“E’ stata un’occasione impegnativa – racconta Ernesta Aufiero, con una grinta da vendere – riuscire a ottenere artisti di questo calibro. Ma ne valeva la pena”.

Nel 2013 Alma debuttò già come orchestra d’Archi con 15 elementi, ora la realtà musicale si è ingrandita con la trasformazione in sinfonica.

Un traguardo importante che porterà le giovani componenti donne a viaggiare nei prossimi mesi tra concerti ed eventi in tutta Italia. Il nome dell’orchestra non è stato scelto a caso. Alma infatti porta il nome di una donna musicista, moglie di Gustav Mahler, (leggi un articolo su Alma di maggio 2014 http://www.lundici.it/2014/05/alma-la-vedova-delle-quattro-arti/) pianista, compositrice, pittrice e musa ispiratrice.

“L’obiettivo di questo nuovo progetto – conclude Ernesta Aufiero – è valorizzare la donna. Ciò che fa la differenza è il grande impegno delle donne: quando lavorano vogliono sempre avere il massimo della precisione e del risultato. Il progetto unisce l’eccellenza tecnica e il raffinato tocco di eleganza che le donne sanno conferire alla musica”.

L’orchestra è costituita da:VIOLINI PRIMI
Diana Subaschi
Elena Ciartano
Datca Ayben Soytuna
Tudgce OkcesizVIOLINI SECONDI
Cecilia Fabbro
Teodora Gapik
Anna Di Chio
Mina JakovlievicVIOLE
Alessandra Rizzone
Eriola Gripshi VIOLONCELLI
Lucia Sacerdoni
Arianna Massara

CONTRABBASSO
Michela Gatti

FLAUTO
Roberta Nobile

OBOI
Sara Sartore
Arianna Zambon

CLARINETTI
Giorgia Bussi
Tiziana Rolle

FAGOTTI
Deborah Luciani
Claudia Pane

CORNI
Anna Sozzani
Chiara Amati

DIRETTRICE
Beatrice Venezi

PIANOFORTE
Ernesta Aufiero

 

 
Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *