Sette idee pedagogiche per la scuola pubblica

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Nel presente contributo all’11 sosterremo alcune succinte idee pedagogiche nel nome della Scuola pubblica. Queste, danno vento e visibilità a sette bandiere dell’istruzione testimoni di avversione a qualsivoglia forma di discriminazione sociale e di manipolazione culturale.
children_in_rain_painting_umbrella_art_figurative__figurative__figurative__126a701e33339be66c01c790ddcd1c11Le nostre righe alzano al cielo sette vessilli che navigheranno liberi sui tetti del Sistema di istruzione del belpaese.

IDEA PEDAGOGICA/1. Mira a dare vento alla bandiera che richiama la Scuola a farsi avvolgere da un’identità pubblica: quindi, al diritto di entrata e di uscita dell’utenza da uno dei suoi rami formativi.
Nel nome di non-uno-di-meno, gli insegnanti e i genitori sono chiamati a sfidare – mano nella mano – i filistei tutori di una Scuola classista e selettiva.

IDEA PEDAGOGICA/2. Mira a dare vento alla bandiera che richiama la Scuola a formare menti plurali. Soltanto le teste-ben-fatte non temono la complessità delle conoscenze e il confronto tra idee diverse.
Per questo, la Pedagogia sceglie sempre il “pluralismo” nell’istituzione pubblica: e non un sistema di istruzione frantumato in tante scuole (private)  quanti sono i gruppi etnici e sociali presenti in una nazione.

IDEA PEDAGOGICA/3. Mira a dare vento alla bandiera che richiama la Scuola alla conoscenza elevata a risorsa prima di civiltà, di democrazia e di cultura.
Pollice verso pertanto all’istruzione che spaccia conoscenze ascientifiche e assiomatiche di senso comune. Parliamo di saperi inagibili all’indagine, alla confutazione e alla scoperta.

IDEA PEDAGOGICA/4. Mira a dare vento alla bandiera che richiama la Scuola a farsi cattedrale. Cioè a dire, a comunità educativa che attrae e coinvolge gli allievi per i suoi riti e per le sue sacralità. In contropartita, chiede all’utenza impegno e fatica intellettuale perché i suoi sentieri sono spesso aspri, ostici e disagevoli.Hometown Summer Festival balloons - Heidi Malott

IDEA PEDAGOGICA/5. Mira a dare vento alla bandiera che richiama la Scuola a non creare mai il divorzio tra i linguaggi della mente e i linguaggi del cuore.
Pietrificando i primi (le forme logiche del pensiero) in quadri nominalistici e formalistici che moltiplicano il disagio cognitivo ed emotivo in chi è in difficoltà di apprendimento.

IDEA PEDAGOGICA/6. Mira a dare vento alla bandiera che richiama la Scuola a impugnare il volante dell’autonomia. Possibile dando agli insegnanti e agli allievi l’opportunità di farsi co-piloti della vettura dell’istruzione.
Una Scuola/cogestita (coinvolgendo anche i genitori) non solo democratizza la cultura, ma dà un salutare giro di manovella al decentramento del sistema pubblico di istruzione.

IDEA PEDAGOGICA/7. Mira a dare vento alla bandiera che richiama la Scuola a non trasformare i Programmi ministeriali in una sorta di sentiero a pedaggio.
Legittimando un viaggio tra “diseguali” lungo i comparti dell’istruzione transitabili – al chiarore della luna – soltanto da chi si trova equipaggiato di speciali sassolini/bianchi coniati dai curricoli ufficiali del Ministero di viale Trastevere.

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?