Le 11 ballate del Desco di Oberon: la frugalità dei Gentiluomini di Fortuna

2
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Vol. 5: “La frugalità dei Gentiluomini di Fortuna – Pan di via e Melanzane alla Parmigiana in monodose con patate al forno”*

*Titolo ispirato dal vol. 5 della collezione di fumetti “Corto Maltese”, Hugo Pratt – titolo effettivo: “…e ri-parleremo dei Gentiluomini di Fortuna”… così come non sempre una mappa conduce ad un baule pieno di dobloni d’oro, così una ricetta può non esser sufficiente per creare un piatto esteticamente perfetto… i nostri, riuniti, han dato fondo con ingegno al poco rimasto sospinti dalla speranza, consapevoli sia spesso vana…

“Maltese ma dopo tanto frastuono solo questo abbiam ottenuto?”
“Eh Rashputin, è stata una triste avventura per tutti… il tesoro del Fortuna Reale si è volatilizzato per sempre, e questa isola ha perso il suo fascino… in poche ore abbiamo distrutto tutto.”
“Ma l’elaborazione? La follia?!”
“L’occasione meritava i miei tre assi, a scapito delle regole dello show.”
“Zuppa, Ragù, Maltezzana.”

Pan di Via – Polpette di Pan Grattato, Uova, Asiago e Prosciutto

Durata stimata: 1 h e 30 min.

IMG_3919
Ingredienti per 25 persone (4 polpette a testa):

10 uova
500 g di Pan Grattato
3 h di Asiago
3 h di Prosciutto Cotto tagliato spesso
3 Scalogni
Olio q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.

Procedimento

IMG_3921

1.Tritiamo gli scalogni e li gettiamo nell’olio caldo subito mescolando per poi abbassare la fiamma dopo un paio di minuti… seguiamo la frittura per una decina di minuti e togliamo dal fuoco, lasciando raffreddare.

IMG_3924

2.Tagliamo a piccoli cubetti asiago e prosciutto cotto.

IMG_3927

3.Sbattiamo con una forchetta le uova in una terrina non prima d’averle cosparse con sale e pepe.

4.Uniamo il tutto nella terrina e giriamo, poi iniziamo a gettarvi sopra il pan grattato sempre sbattendo, sino a che il composto non sia talmente compatto da non restare attaccato alle dita: appallottoliamo.

IMG_3930

5.Scaldiamo un mezzo dito di olio (d’oliva s’intende) e adagiamoci sopra un po’ di polpette/composto appallottolato e facciam rotolare le polpette ogni tanto, finché saran dorate o più…

IMG_3934

6.Con una ramina le tiriamo su e le adagiam su carta gialla… e mentre le facciamo rotolare avanti ed indietro cospargiamo con pizzichi di sale fino.

IMG_3935IMG_3937

7.Il pan di via della tradizione maltese è pronto per essere dosato in cartoccetti da consegnarsi ai galeotti liberati e condotti felici in cima alla collinetta del primo lancione della prima buca del Frisbee Golf di Natale.

Maltezzane

Durata stimata: 2 h e 30 min.

Ingredienti per 4 persone (2 maltezzane a testa):

5 melanzane tonde
2 gambi sedano
1 scalogno
1 cipolla dorata
1 carota
75 cl di passata di pomodoro
Qualche goccio di vino rosso secco
3 h di scamorza affumicata (possibilmente già a tagliata a fette)
1 mozzarella
1 h di parmigiano reggiano da grattugiarsi
Basilico in belle foglie
Sale grosso
Sale fino
Pepe
Olio d’oliva
1 kg di patate gialle
Rosmarino

Procedimento

1.Peliamo a tagliamo a parallelepipedi cubi di 3x1x1 cm circa le patate e gettiamoli in acqua fredda per un paio d’ore.

Spurghiamo le melanzaneTagliamo le melanzane

2.Tagliamo a fette di circa ½ cm o più le melanzane e mettiamole a spurgare con sale grosso per almeno un’ora.

SoffriggiamoTritiamo lo scalognoAggiungiamo la passata

3.Il Sugo Italia: tritiamo carota sedano cipolla e scalogno e soffriggiamo per 10 minuti in padella sempre girando, aggiungendo magari un po’ d’acqua ed un bel pizzico di sale. Aggiungiamo poi la passata e, dopo un po’ che va a fuoco medio, un qualche goccio di vino, mezzo bicchiere in tutto. Prenderà un’oretta.

Le melanzane in pre-cottura sul testo

4.Scaldiamo un testo e versiamoci un filino d’olio e sopra le fette di melanzana: giriamo dopo neanche un minuto e poi premiamoci sopra con l’utensile per fare uscire altro liquido, togliamo dalla padella e mettiamo su carta assorbente.

5.Scoliamo le patate e mettiamole ad asciugare su carta assorbente, poi mettiamole nel microonde per 3 minuti a 600w. Cospargiamo d’olio la teglia con un foglio di carta assorbente e, con le mani, ungiamoci le patate. Gettiamo, sempre mescolando con le mani, sale grosso e mettiamo in forno a 180° per un 45 minuti, mettendo in conto di girarle delicatamente 25 minuti dopo in occasione dell’aggiunta del rosmarino.

Formaggio a piacereTre strati prontiDisponiamo le melanzane in strati

6.Spalmiamo un po’ di Sugo Italia sulla carta forno nella teglia e mettiamo il primo strato di fette: su ognuna Sugo Italia, scamorza o mozzarella, parmigiano. tre strati. In forno per 30/45 minuti: per averle piuttosto morbide, 30/35 minuti, per averle più cotte e croccanti, 45 minuti… il tutto a 180°.

7.Togliamo le patate dal forno e, se son troppo bagnate o unte, passiamole su di un foglio di carta gialla.

Impiattato

8.Nel misero impiattamento è bene velare qualcosa con una foglia di basilico.

Anche da questo porto si diparte. Sazi.

moromalteseMoro Maltese ne “Le 11 Ballate del Desco di Oberon” …endecagono culinario liberamente riferito all’irripetibile opera del Pratt.

A molti non sfuggirà che in questa parte di mondo l’Isola di Malta è situata nei pressi del pistillo della Rosa dei Venti… ecco così nascere l’interrogativo: il Maltese non pretenderà mica di autoproclamarsi punto di riferimento per l’arte culinaria? No.

Alcuni protocolli non verranno enucleati perché chi si affida a Moro Maltese sa, ad esempio, come si taglia una cipolla o che una padella sul fuoco non va mai lasciata sola per più di 2 minuti.

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

2 commentiCosa ne è stato scritto

  1. Moro Maltese

    Rettifica sulle patate, siano esse al forno o fritte…recentemente ho comparato la preparazione indicata in questa ricetta con una più classica..e non cè paragone!Quindi, per ottenere patate fritte o al forno a dadi 2x2x2cm (o quasi) davvero superlative, procediamo così: mettiamo una pentola con acqua sul fuoco, peliamo le patate, sciacquiamole, e tagliamole a cubetti, poi lasciamole per 40min. almeno in acqua fredda. Facciamole scolare in uno scolapasta dopo averle rigirate con le mani sotto l’acqua corrente, poi gettiamole nell’acqua bollente che avremo salato per 10min. al massimo. Scoliamole ed adagiamole delicatamente (saranno molto morbide e quasi lessate!) su di un canovaccio e piegandolo copriamole. Dopo un 15min. saranno pronte. Fritte: facciamo scaldare un mezzo cm. d’olio d’oliva in padella e quando è caldo mettiamoci le patate…dopo meno di diedi minuti con una spatola giriamone quante più possibile facendo attenzione a non romperle. Quando saranno dorate e croccanti cospargiamole con rosmarino e dopo pochi minuti con una ramina mettiamole su carta gialla, saliamo, facciamole ballare e lasciamole scivolare su altra carta gialla…pronte!Forno: preriscaldiamo il forno a circa 180°. Mettiamo le patate in una telia e versiamo sopra poco olio d’oliva: giriamole con le mani e aggiungiamo olio sino a che non saranno tutte ben unte. Gettiamo un mezzo pugno di sale grosso e giriamo di nuovo le patate. Mettiamo in formno e dopo meno di 20min. togliamole per cosaspargerle di rosamarino e giriamole delicatamente con una spatola. Dopo al massimo 45min. o meno saranno pronte!

    Rispondi

Perché non lasci qualcosa di scritto?