Festival diritti umano – Lugano – un Festival in difesa dei Diritti Umani

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

FESTIVAL DIRITTI UMANI – LUGANO – Prima edizione un Festival del film e un Forum in difesa dei Diritti Umani. dal 25 al 28 settembre 2014

I titoli di sabato 27 settembre:
Dang An (The Dossier) di Rikun ZHU
Everyday Rebellion di Arash Riahi e Arman T.Riahi
Shado’man do di Boris Gerrets
Concerning Violence, di Göran Hugo Olsson.

I titoli di domenica 28 settembre:
Le regine di Saba, di Manon Loizeau The Price of Sex, di Mimi Chakarova
Silvered Water, Syria Self-Portrait di Ossama Mohammed

Chiude il Festival Carla del Ponte. Parlerà di Siria e del recente rapporto che ha presentato all’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Dang An (The Dossier)

Dang An (The Dossier)

Questa prima edizione del FESTIVAL DIRITTI UMANI è dedicata al Popolo Tibetano, in collaborazione con l’Associazione Ticino-Tibet. Tsering Woeser ci porta una testimonianza forte e intensa nel film Dang An (The Dossier) di Rikun ZHU (Tibet), in programma sabato 27 settembre. Tsering è una scrittrice e poetessa tibetana, autrice di un blog che dal 2009 cerca di dare voce al popolo tibetano in nome della libertà di espressione e dell’uguaglianza etnica tra cinesi e tibetani.

Sempre sabato 27, alle 15:00, un documentario che sta riscuotendo un grande successo internazionale. Si tratta si Everyday Rebellion. Cosa unisce il movimento Occupy Wall Street con gli Indignados spagnoli o con la Primavera Araba? C’è una connessione tra il movimento democratico iraniano e le lotte siriane? E qual è il collegamento tra le attiviste ucraine in topless di Femen e le proteste contro il governo in Egitto? Ce lo dicono i registi Arash e Arman Riahi. Il film uscirà in sala al CineStar in ottobre.

Due dibattiti caratterizzano il pomeriggio e la serata di sabato. Il primo, condotto da Bruno Bergomi, vede Gianluca Thorimbert (ex delegato CICR) e il regista del film Shado’man Boris Gerrets discutere del ruolo e dell’impegno che le organizzazioni internazionali hanno avuto in Sierra Leone dopo il conflitto che ha sconvolto il paese africano. Sabato sera si parlerà invece del tema Colonialismo di ieri, colonialismo di oggi in un dibattito con Dick Marty e Beatrice Nicolini, animato da Roberto Antonini e preceduto da film Concerning Violence, di Göran Hugo Olsson.

Silvered Water

Silvered Water

Il tema centrale della prima edizione è Donne al fronte: in difesa dei diritti umani e domenica 28 è l’occasione per saperne di più. Le regine di Saba, di Manon Loizeau, in collaborazione con Amnesty International, e The Price of Sex, di Mimi Chakarova, sono due film tra i più significativi in questo ambito. Il primo apre il dibattito sulla primavera araba delle donne, con Luca Attanasio, Stella Jegher, Valeria Palumbo e Farian Sabahi. Il secondo approfondisce invece il tema della violenza e della tratta delle donne, con Paola Monzini, Natalia Ferrara Micocci e Peter Schiesser quale moderatore.

Per chiudere la prima edizione:

Carla del Ponte, intervistata da Aldo Sofia, ci parlerà di Siria e del recente rapporto che ha presentato all’Organizzazione delle Nazioni Unite, in qualità di Membro della commissione indipendente internazionale d’inchiesta per la Siria. E poi, sempre sulla Siria, un Silvered Water, Syria Self-Portrait da non perdere. È il fim di Ossama Mohammed che tanta emozione ha suscitato alla sua presentazione a Cannes. Ne aveva parlato Le Monde, in un articolo che vi segnaliamo nuovamente: http://www.festivaldirittiumani.ch/press

Biglietti e film

al CineStar ( 26 > 28 settembre): film in italiano o sottotitolati
- biglietto singolo chf 10 – ridotto 7
- abbonamento  chf 55 – ridotto 40

Prevendita

telefonando allo 0900  55 22 02 (dalla Svizzera) o sul sito  http://www.cinestar-lugano.ch/

Programma

http://www.festivaldirittiumani.ch/programma

Ufficio Stampa

supporto per ITALIA – Laboratorio delle Parole di Francesca Rossini CH/I
notizie@laboratoriodelleparole.it – Tel. +39 051 6311504 – Cell. +39 335 541 13 31  – Mob. +41 77 417 93 72

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?