Inaspettata bellezza dietro casa. Il Real sito di Carditello

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Oggi vi porto in viaggio in Campania e sarà un viaggio da fare con gli occhi ma anche con il cuore perchè il luogo che vi mostrerò è anche la metafora di un viaggio collettivo, di un viaggio di anime che si sono unite per caso per sottrarre allo scempio un monumento bello e simbolo di un territorio che vuole rinascere. Sto parlando del Real Sito di Carditello, ubicato nel Comune di San Tammaro, a metà strada tra Napoli e Caserta, una stupenda architettura neoclassica e nel passato un laboratorio innovativo per la produzione della mozzarella, l’allevamento di cavalli, bufale e vacche e la coltivazione di cereali, foraggi, legumi canape e lino.

Real sito di Carditello

Real sito di Carditello

Malaunità

Malaunità

aperture straordinarie

Aperture Straordinarie

Real sito di Carditello

Real sito di Carditello

Abbandonata dagli anni 80′ del 900, Carditello è stata saccheggiata, derubata, vandalizzata, è stato il simbolo di impegni mancati da parte delle istituzioni, nonostante dichiarazioni di intenti e impegni deliberati e per effetto di titoli creditizi vantati dal san paolo Intesa nei confronti dell’ente proprietario del bene (Consorzio Generale di Bonifica del Volturno) è stato messo all’asta e grazie all’impegno di tante associazioni come Agenda 21, salviamo Carditello, dello stesso consorzio di bonifica del Bacino Inferiore del Volturno del Comune di San Tammaro, alla determinazione e alla passione di una persona speciale come Tommaso Cestrone, alias l’Angelo di Carditello, al non spegnere i riflettori di molti giornalisti, studiosi e intellettuali e infine all’ex Ministro Massimo Bray, Carditello è ritornata allo stato.

Il Viaggio che vi propongo è un viaggio per immagini, foto che ho scattato durante le varie manifestazioni e che voi potete leggere con gli occhi della vostra anima. Ammirate la dignitosa bellezza del monumento, guardate le persone che si riappropriano della propria storia e della proprio territorio. Sappiate che il Real sito di Carditello si trova anche al centro del progetto “Regi lagni” promosso dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania con lo scopo di contrastere il cronico inquinamento del sistema dei canali e del litorale domizio, riqualificando e bonificando il territorio di riferimento e valorizzando l’area vasta dei Regi Lagni sia dal punto di vista socio culturale che economico.

Si tratta di un viaggio nella Bellezza, nel senso di riscatto di una terra che vuole essere di nuovo Terra Felix,; un viaggio attraverso le varie aperture straordinarie e le manifestazioni che hanno caratterizzato un processo di identificazione collettiva; un viaggio di speranza per un futuro migliore rispettoso dell’uomo e del territorio. Quante Carditello ha l’Italia? quanti angeli lavorano nel silenzio ? Quanti aspettano un quid che li induca a pensare ” non è vero che le cose non cambiano mai” ? e ora? ora speriamo che lo Stato non ci deluda: il viaggio non è ancora finito, è un viaggio in evoluzione.

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?