Senza limiti?

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Questo articolo non è l’ennesima analisi sulla nostra società, ma vuole essere un invito per i lettori a riflettere e a rispondere su un particolare tema: la crescita.

Esattamente qualche giorno fa mi è capitata sottomano questa notizia riguardo al completamento delle varie reti autostradali nell’Italia del nord: le proteste per Brebemi e Tem. Ma quello che mi ha colpito non sono i soliti ritardi o la lievitazione dei conti, ma certi commenti al di sotto dell’articolo, i quali si scagliano contro gli leonardiagosto 2ambientalisti, contro quelli che ostacolano le grandi opere, contro quelli che rifiutano il progresso, ecc.

A questo punto, riflettendo sulla necessità continua di crescita (in tutto, dalla cementificazione alla produzione di merci) da parte di questo Sistema, mi sono chiesto: esiste un limite? Oppure arriveremo ad avere un pianeta come Trantor o Coruscant?

Esiste un limite per la produzione/consumo di merci?
Esiste un limite alla cementificazione del suolo?
Esiste un limite al consumo del pianeta?

Ed è un bene o un male continuare con la crescita infinita? Lascio ai lettori la risposta su questo inquietante dubbio…

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?