Chieti come Salisburgo: XV Settimana Mozartiana

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

XV Settimana Mozartiana di Chieti: tra antichità e novità, sotto il segno del genio austriaco. Dal 14 al 20 luglio, per il quindicesimo anno consecutivo, il suggestivo centro storico della città di Chieti ha ospitato la Settimana Mozartiana, evento culturale ormai noto oltre i confini nazionali che quest’anno ha visto tra i suoi ospiti di spicco il celebre Tony Hadley leader degli indimenticabili Spandau Ballet e il pianista jazz Uri Caine. Una manifestazione elegante quella di Chieti, che ogni anno si rinnova e si arricchisce di nuovi particolari, snodandosi tra decine di appuntamenti per sette giorni nel cuore del centro storico teatino, per l’occasione diviso in dieci “salotti”, d’ispirazione rigorosamente settecentesca, da quello dei “Grandi Eventi” al Teatro Marrucino, a quello “Jazz Mozart” a Porta Pescara, dal salotto “Statue viventi” posto nel suggestivo Largo Vico Mercatello, fino a quello dedicato all’accoglienza in Piazza G. B. Vico.
settimana mozart 2Un evento culturale quello della Settimana Mozartiana che si rivela da quindici anni uno degli avvenimenti culturali migliori d’Abruzzo, riuscendo sempre a reinventarsi attraverso un programma artistico continuamente incrementato senza mai perdere di vista il fil rouge su cui si fonda la manifestazione stessa, ovvero l’incommensurabile produzione musicale del genio di Salisburgo. Ma la Settimana Mozartiana non è solo Mozart, e ha deciso col passare degli anni e con la crescita della manifestazione, di non puntare i riflettori esclusivamente sulla grande musica classica e sulla lirica, scegliendo così di dare spazio anche ad artisti contemporanei con particolare attenzione ai talenti abruzzesi, specialmente jazzisti.
Ad aprire la manifestazione quest’anno, nella cornice della maestosa Cattedrale di San Giustino, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese in collaborazione con i Conservatori di Pescara e L’Aquila e l’Istituto Musicale “Pareggiato” di Teramo, con il concerto a sottolineare il particolare riguardo nei confronto dei talenti musicali abruzzesi . Dopo l’apertura del 14 luglio, Chieti ha aperto le sue piazze e i suoi vicoli a centinaia di visitatori, esperti di musica o semplicemente curiosi, che si sono addentrati nell’atmosfera magica sotto il segno di Wolfang Amadeus Mozart.
Sette giorni di musica sinfonica e da camera diffusa e disseminata tra le mura degli antichi palazzi cittadini e le piazze del centro storico, mostre pittoriche e storiche , presentazione di libri, spazi dedicati agli allievi più meritevoli e ai nuovi talenti delle Scuole di Musica, intrattenimenti per i più piccoli allietati dalla possibilità di girare la città comodamente trasportati da pony e catturati da spettacoli di burattini. Non solo musica, non solo arte ma anche iniziative di solidarietà e di riflessione comune, a ricordare che ogni forma d’arte è per eccellenza il primario slancio di umanità e di condivisione con l’altro. Tutto ciò ha tramutato anche quest’anno la bella Chieti, per una settimana, in una piccola Salisburgo.

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?