Oscar 2014: le nomination, i favoriti, il nostro tifo

1
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Il 16 gennaio scorso l’Academy ha annunciato le nomination per gli Oscar che si assegneranno con la tradizionale scintillante cerimonia il prossimo 2 marzo al Dolby Theatre di Los Angeles. E quest’anno, insieme a tanti ottimi film, ci sara anche l’Italia. Ecco quali sono le nomination, i film favoriti e quelli per cui facciamo il tifo. Quest’anno c’è una selezione di alto livello, ma non ci sono veri e propri favoriti. Poche sorprese tra le nomination, ora tocca agli oltre 6.000 membri dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences  scegliere i vincitori. Quest’anno poi c’è anche un pezzo di Italia perché “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino concorre come miglior film straniero, una categoria che per gli americani nutre uno scarsissimo interesse, ma se Sorrentino portasse a casa la statuetta sarebbe un grande successo per tutto il cinema italiano.

E ora categoria per categoria le nomination, i favoriti e i nostri preferiti.

Miglior film

Joaquin Phoenix in "Her" di Spike Jonze, noi facciamo il tifo per lui

Joaquin Phoenix in “Her” di Spike Jonze, noi facciamo il tifo per lui

  • “12 anni schiavo” (12 Years a Slave) di Steve McQueen. Con Chiwetel Ejiofor, Michael Fassbender, Paul Giamatti, Brad Pitt
  • “American Hustle – L’apparenza inganna” (American Hustle), di David O. Russell. Con Christian Bale, Amy Adams, Bradley Cooper, Jeremy Renner, Jennifer Lawrence
  • “Captain Phillips – Attacco in mare aperto” (Captain Phillips) di Paul Greengrass Con Tom Hanks, Barkhad Abdi
  • “Dallas Buyers Club” di Jean-Marc Vallée Con Matthew McConaughey, Jared Leto, Jennifer Garner
  • “Gravity” di Alfonso Cuarón Con Sandra Bullock, George Clooney, Ed Harris
  • “Lei” (Her) di Spike Jonze Con Joaquin Phoenix, Amy Adams, Rooney Mara, Olivia Wilde, Scarlett Johansson
  • “Nebraska” di Alexander Payne Con Bruce Dern, Will Forte, June Squibb, Bob Odenkirk, Stacy Keach
  • “Philomena” di Stephen Frears Con Judi Dench, Steve Coogan, Sophie Kennedy Clark, Anna Maxwell Martin
  • “The Wolf of Wall Street” di Martin Scorsese Con Leonardo DiCaprio, Jonah Hill, Margot Robbie, Rob Reiner, Jon Favreau, Jean Dujardin, Spike Jonze
Favorito

In America danno per favorito “American Hustle” che ha avuto ben 10 nomination come “Gravity” che parte un gradino sotto. “12 anni schiavo” (9 nomination)  potrebbe essere la sorpresa.  “Dallas Buyers Club” ha appena vinto il Golden Globe e questo è un importante biglietto da visita. Ma anche “Nebraska” e “The wolf of Wall Street” non partono battuti. Insomma lotta apertissima.

Il nostro tifo

I film che abbiamo visto hanno tutti meritato la nomination e anche quelli ancora non distribuiti in Italia, in America hanno avuto ottime recensioni e un discreto successo. Forse “Gravity” merita il premio, ma il tifo va per “Her” di Spike Jonze di cui dicono un gran bene.

Miglior regista

Gravity, 10 nomination... quante statuette?

Gravity, 10 nomination… quante statuette?

  • David O. Russell per “American Hustle – L’apparenza inganna” (American Hustle)
  • Alfonso Cuarón  per “Gravity”
  • Alexander Payne per “Nebraska”
  • Steve McQueen per “12 anni schiavo” (12 Years a Slave)
  • Martin Scorsese per “The Wolf of Wall Street”
Favorito

Il favorito è Alfonso Cuaron per Gravity, e lo meriterebbe pure. Seguono David. O. Russell e Steve McQueen ma i maggiori meriti dei loro film non stanno certo nella regia.

Il nostro tifo

Una parte del cuore batterà sempre per il vecchio Martin Scorsese, ma questa volta tifiamo Cuarón che merita la statuetta per il suo “Gravity”-

Miglior attore protagonista

Bruce Dern in Nebraska... date la statuetta a quest'uomo!

Bruce Dern in Nebraska…
date la statuetta a quest’uomo!

  • Christian Bale per “American Hustle – L’apparenza inganna” (American Hustle)
  • Bruce Dern per “Nebraska”
  • Leonardo Di Caprio per “The Wolf of Wall Street”
  • Chiwetel Ejiofor per “12 anni schiavo” (12 Years a Slave)
  • Matthew McConaughey per “Dallas Buyers Club”
Favorito

Viene dato per favorito Matthew McConaughey e dicono che sia bravissimo in “Dallas Buyers Club”. Però potrebbe anche essere la volta buona per Di Caprio che fino ad oggi la statuetta l’ha solo sfiorata. Attenzione a Christian Bale che è mostruoso in “American Hustle”.

Il nostro tifo

Bruce Dern con tutto il cuore perché è proprio quel Bruce Dern che dopo aver attraversato gli anni sessanta e settanta insieme a Alfred Hitchcock, Robert Aldrich, Roger Corman, Walter Hill… ci porta le sue rughe e la sua storia nel personaggio straordinario di Nebraska.

Miglior attrice protagonista

Cate Blanchett in "Blue Jasmine" ha già lo champagne in mano e io darei una pio di dita della mano destra per brindare insieme a lei

Cate Blanchett in “Blue Jasmine” ha già lo champagne in mano e io  sarei disposto ad avere 37 e 2 tutta la vita per brindare insieme a lei

  • Amy Adams per “American Hustle – L’apparenza inganna” (American Hustle)
  • Cate Blanchett  per “Blue Jasmine”
  • Sandra Bullock per “Gravity”
  • Judi Dench per “Philomena”
  • Meryl Streep  per “I segreti di Osage County” (August: Osage County)
Favorita

La favorita è Cate Blanchett e se lo merita tutto. Solo Judi Dench può insidiarla, ma speriamo di no

Il nostro tifo

Cate Blanchett è bravissima e bellissima e noi la vogliamo vederla sciogliersi con la statuetta in mano. Sarebbe un premio meritato per lei e per l’ottimo “Blue Jasmine” di Woody Allen, purtroppo ignorato nelle altre categorie.

Miglior film straniero

Sorrentino ha in mano il Golden Globe, già che ci siamo diamogli anche l'Oscar

Sorrentino ha in mano il Golden Globe, già che ci siamo diamogli anche l’Oscar

  • “The Broken Circle Breakdown” di Felix Van Groeningen (Belgio)
  • “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino (Italia)
  • “Il sospetto”  (Jagten) di Thomas Vinterberg (Danimarca)
  • “L’image manquante” di Rithy Panh (Cambogia)
  • “Omar” di Hany Abu-Assad (Palestina)
Favorito

Dicono che il film belga non sia un granché. “Il sospetto” è un film duro, con un soggetto e un registro che piacciono a Hollywood e con un Mads Mikelsen che è già parecchio conosciuto negli States. Del film palestinese e quello cambogiano si sa poco. Alla fine il vero favorito è il nostro “La grande bellezza” che ha appena vinto il Golden Globe.

Il nostro tifo

Di questo premio agli americani interessa pochissimo. Ma questa volta interessa a noi e facciamo il tifo più sincero e appassionato per Sorrentino e il suo “La grande bellezza”. Lo meriterebbe e darebbe un po’ di ossigeno al cinema italiano di qualità.

Miglior film d’animazione

"Ernest et Celestine" è un cartone animato dal cuore grande

“Ernest et Celestine” è un cartone animato dal cuore grande

  • “I Croods” (The Croods) di Kirk De Micco e Chris Sanders (Dreamworks)
  • “Cattivissimo me 2″ (Despicable Me 2) di Pierre Coffin e Chris Renaud (Universal Pictures)
  • “Ernest & Celestine” di Stéphane Aubier, Vincent Patar e Benjamin Renner (Francia)
  • “Frozen – Il regno di ghiaccio” (Frozen) di Chris Buck e Jennifer Lee (Disney)
  • “Si alza il vento” (Kaze tachinu) di Hayao Miyazaki (Studio Ghibli, Giappone)
Favorito

“Frozen”, la Disney senza la concorrenza della “sua” Pixar sembra intenzionata a portarsi a casa per la prima volta la preziosa statuetta per il miglior film di animazione istituita nel 2001.

Il nostro tifo

Miyazaki è un idolo, ma il tifo va tutto per “Ernest et Celestine”, un film raro e prezioso, una favola con un disegno di altri tempi che speriamo che conquisti la giuria come ha conquistato noi.

Tutte le altre nomination

US-CINEMA-OSCARS
Miglior documentario

  • The Act of Killing, regia di Joshua Oppenheimer e Signe Byrge Sørensen
  • Cutie and the Boxer, regia di Zachary Heinzerling e Lydia Dean Pilcher
  • Dirty Wars, regia di Richard Rowley e Jeremy Scahill
  • The Square, regia di Jehane Noujaim e Karim Amer
  • 20 Feet from Stardom, regia di Morgan Neville

Miglior attore non protagonista

  • Barkhad Abdi – Captain Phillips – Attacco in mare aperto (Captain Phillips)
  • Jonah Hill – The Wolf of Wall Street
  • Bradley Cooper – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Jared Leto – Dallas Buyers Club
  • Michael Fassbender – 12 anni schiavo (12 Years a Slave)

Migliore attrice non protagonista

  • Sally Hawkins – Blue Jasmine
  • Lupita Nyong’o – 12 anni schiavo (12 Years a Slave)
  • Jennifer Lawrence – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Julia Roberts – I segreti di Osage County (August: Osage County)
  • June Squibb – Nebraska

Migliore sceneggiatura originale

  • David O. Russell e Eric Warren Singer – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Woody Allen – Blue Jasmine
  • Craig Borten e Melisa Wallack- Dallas Buyers Club
  • Spike Jonze – Her
  • Bob Nelson – Nebraska

Migliore sceneggiatura non originale

  • Richard Linklater, Julie Delpy e Ethan Hawke – Before Midnight
  • Steve Coogan e Jeff Pope – Philomena
  • John Ridley – 12 anni schiavo
  • Terence Winter – The Wolf of Wall Street
  • Billy Ray – Captain Phillips – Attacco in mare aperto

Migliore fotografia

  • Philippe Le Sourd – The Grandmaster
  • Emmanuel Lubezki – Gravity
  • Bruno Delbonnel – A proposito di Davis (Inside Llewyn Davis)
  • Phedon Papamichael – Nebraska
  • Roger Deakins – Prisoners

Miglior scenografia

  • K.K. Barrett e Gene Serdena – Her
  • Judy Becker e Heather Loeffler – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Andy Nicholson, Rosie Goodwin e Joanne Woollard – Gravity
  • Catherine Martin e Beverley Dunn – Il grande Gatsby (The great Gatsby)
  • Adam Stockhausen e Alice Baker – 12 anni schiavo (12 years a slave)

Miglior montaggio

  • Jay Cassidy, Crispin Struthers e Alan Baumgarten – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Alfonso Cuarón e Mark Sanger – Gravity
  • John Mac McMurphy e Martin Pensa – Dallas Buyers Club
  • Christopher Rouse – Captain Phillips – Attacco in mare aperto
  • Joe Walker – 12 anni schiavo (12 years a slave)

Migliore colonna sonora

  • William Butler e Owen Pallett – Her
  • Alexandre Desplat – Philomena
  • Thomas Newman – Saving Mr. Banks
  • Steven Price – Gravity
  • John Williams – Storia di una ladra di libri (The Book Thief)

Migliore canzone

  • Alone Yet Not Alone, musica e parole di Bruce Broughton e Dennis Spiegel – Alone Yet Not Alone
  • Happy, musica e parole di Pharrell Williams – Cattivissimo me 2 (Despicable me 2)
  • Let it Go, musica e parole di Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez – Frozen – Il regno di ghiaccio
  • The Moon Song, musica e parole di Karen O e Spike Jonze – Her
  • Ordinary Love, musica e parole di Paul Hewson, Dave Evans, Adam Clayton, Larry Mullen e Paul Hewson – Mandela: Long Walk to Freedom

Migliori effetti speciali

  • Tim Alexander, Gary Brozenich, Edson Williams e John Frazier – The Lone Ranger
  • Roger Guyett, Patrick Tubach, Ben Grossmann e Burt Dalton – Into Darkness – Star Trek
  • Joe Letteri, Eric Saindon, David Clayton e Eric Reynolds – Lo Hobbit – La desolazione di Smaug
  • Christopher Townsend, Guy Williams, Erik Nash e Dan Sudick – Iron Man 3
  • Tim Webber, Chris Lawrence, Dave Shirk e Neil Corbould – Gravity
Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Cosa ne è stato scritto

  1. Paolo Flamigni (Gigi)

    TUTTI VINCITORI DEGLI OSCAR 2014
    …and the oscar goes to…

    Miglior film: 12 anni schiavo (12 Years a Slave), regia di Steve McQueen

    Miglior regia: Alfonso Cuarón – Gravity

    Miglior attore protagonista: Matthew McConaughey – Dallas Buyers Club

    Miglior attrice protagonista: Cate Blanchett – Blue Jasmine

    Miglior attore non protagonist: Jared Leto – Dallas Buyers Club

    Migliore attrice non protagonista: Lupita Nyong’o – 12 anni schiavo (12 Years a Slave)

    Migliore sceneggiatura originale: Spike Jonze – Lei (Her)

    Migliore sceneggiatura non originale: John Ridley – 12 anni schiavo

    Miglior film stranier: La grande bellezza, regia di Paolo Sorrentino (Italia)

    Miglior film d’animazione: Frozen – Il regno di ghiaccio (Frozen), regia di Chris Buck e Jennifer Lee

    Migliore fotografi: Emmanuel Lubezki – Gravity
    Miglior scenografia: Catherine Martin e Beverley Dunn – Il grande Gatsby (The great Gatsby)
    Miglior montaggio: Alfonso Cuarón e Mark Sanger – Gravity
    Migliore colonna sonora: Steven Price – Gravity
    Migliore canzone: Let It Go, musica e parole di Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez – Frozen – Il regno di ghiaccio
    Migliori effetti speciali: Tim Webber, Chris Lawrence, Dave Shirk e Neil Corbould – Gravity
    Miglior sonoro: Skip Lievsay, Niv Adiri, Christopher Benstead e Chris Munro – Gravity
    Miglior montaggio sonoro: Glenn Freemantle – Gravity
    Migliori costumi: Catherine Martin – Il grande Gatsby (The great Gatsby)
    Miglior trucco e acconciatura: Adruitha Lee e Robin Mathews – Dallas Buyers Club
    Miglior documentario: 20 Feet from Stardom, regia di Morgan Neville
    Miglior cortometraggio documentario: The Lady in Number 6: Music Saved My Life, regia di Malcolm Clarke e Nicholas Reed
    Miglior cortometraggio: Helium, regia di Anders Walter e Kim Magnusson
    Miglior cortometraggio d’animazione: Mr. Hublot, regia di Laurent Witz e Alexandre Espigares

    Rispondi

Perché non lasci qualcosa di scritto?