Ci divertiamo come “Cani sciolti” di Baltasar Kormákur

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Piovono dollari sui nostri cani sciolti

Per una volta il titolo italiano è più azzeccato di quello originale perché quel Cani Sciolti rende meglio l’idea di ciò che stiamo per vedere. Bobby Trench e Marcus Stigman, rispettivamente interpretati da Denzel Washington e Mark Wahlberg, sono due agenti sotto copertura in una banda di narcotrafficanti con base in Messico da un anno. L’unico problema è che nessuno dei due si fida dell’altro perché non ne conosce l’identità, Bobby vi è stato infiltrato dalla DEA, la Squadra antinarcotici, mentre Marcus fa parte dell’Intelligence della Marina degli Stati Uniti. Quando tentano di svaligiare una banca che conserva un ingente capitale proveniente dal narcotraffico qualcosa va storto e, abbandonati dai loro superiori, devono fidarsi l’uno dell’altro in una corsa contro il tempo inseguiti da DEA, Marines, CIA, cartelli della droga e chi più ne ha più ne metta.

Paula Patton fa venir voglia di flirtare anche prima di colazione

Niente di originale fin qui, una storia che puzza di già visto, un classico film del genere Buddy Movie, e sarebbe assolutamente vero se non si inserisse la mano sapiente di regista, sceneggiatore e di due grandi attori, perché da qualunque lato lo si guardi il segreto di questo film è il fatto di non prendersi mai sul serio, tutti conoscono perfettamente le caratteristiche del genere e per questo le possono prendere, strizzargli l’occhiolino e ribaltare ridendoci sopra. Uso comune dei Buddy Movie è quello di presentare un poliziotto ligio al dovere, con la testa sulle spalle e poca voglia di correre rischi e un bulletto, sempre pronto a dire la sua, a fare a pugni e a non seguire il protocollo se lo ritiene giusto, e di solito questi due soggetti si completano a vicenda (il rimando ad “Arma Letale” non è per niente casuale), invece i nostri cani sciolti sono ambedue spacconi, hanno la battuta e i pugni sempre pronti, agiscono prima di pensare, flirtano prima di fare colazione e ridono in faccia al pericolo, questa volta non si completano a vicenda, tutt’al più fanno a gara a chi se la bulleggia di più fino ad arrivare a menarsi tra di loro, e questo ci piace. Ad interpretare questi due fuori di testa ci sono Denzel Washington e Mark Wahlberg, esperti del genere poliziesco ma di solito sotto chiave drammatica e proprio per questo stavolta liberi di prendersi in giro da soli e inaspettatamente grandiosi nei tempi comici.

La sceneggiatura tratta da una graphic novel è scritta da un certo Blake Masters che nel tempo libero si dedica a ideare serie tv di successo come “Brotherhood” e “Law & Order: Los Angeles”, è perciò anche lui molto cosciente dello stile che un dramma poliziesco deve avere e può così tranquillamente fregarsene e riderci sopra creando un susseguirsi di dialoghi sublimi, alcuni da manuale. Infine in cabina di regia abbiamo Baltasar Kormákur che sebbene sia il regista Islandese più importante al momento (e bello sforzo, sarà forse anche l’unico) in pochi lo conoscono, ha girato una manciata di film nel suo paese e poi è approdato a Hollywood dirigendo due film non memorabili, il secondo dei quali però non solo lo fa avvicinare a Mark Walberg ma anche al genere di cui in questo film fa così bene il verso. Perché alla fine il merito di una pellicola come Cani Sciolti è quello di essere puro intrattenimento, niente di originale ma con una dose equilibrata e sempre presente di azione, ritmo e tanta ironia.

Baltasar Kormákur al festival di Locarno, applauditissimo dal pubblico di Piazza Grande

Non vuole essere un film memorabile, tanto meno innovativo, non sarà mai il film preferito di nessuno, ma tutto ciò il regista lo sa e lo ha sempre in mente quando gira e proprio per questo è libero di fare ciò che vuole senza però mai esagerare perché in fondo se una volta usciti dalla sala ci siamo fatti due sane risate non demenziali con un pizzico di tensione a Mr. Kormàkur va bene e non perché si è accontentato ma perché era ciò che voleva, ed è il suo merito più grande perché ci sono fin troppe pellicole sulla falsa riga di questa che però prendendosi troppo sul serio risultano dei flop. Questa volta invece non succede, il regista ha lo scopo del film ben chiaro in mente e lo raggiunge con successo e quando ciò succede vuol dire che siamo di fronte ad un film da vedere.

Scheda del film

“Cani sciolti” (tit. orig. “2 guns”)
Regia di Baltasar Kormákur
Soggetto di  Steven Grant (fumetto)
Sceneggiatura di  Blake Masters
Interpreti:
Denzel Washington: Bobby Trench
Mark Wahlberg: Marcus ‘Stig’ Stigman
James Marsden: Quince
Paula Patton: Deb
Bill Paxton: Earl
Edward James Olmos: Papi Greco
Alexandra DeBerry: Margie

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?