Sounds & Colors

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Più l’ascolto e più mi piace questa Sounds & Colors, playlist dal titolo musical cromatico che parte in sordina con Apartment degli strepitosi Young the Giant e sembra proseguire tranquilla tranquilla con Pines dei Karate (che spettacolo di dolcezza quella chitarra elettrica e quella voce). E’ Type Slowly degli indimenticabili Pavement che inizia a colorare un po’ la situazione che rimane piacevolmente soft ma diventa sempre più rock. L’esplosione avviene con Beautiful Girl degli INXS che è uno di quei brani che già dalle prime note mi manda letteralmente fuori di testa, bellissimo e indimenticabile, gioia pura.

Difficile il compito di dare un seguito a questa canzone, penso. Ci vorrebbe qualcosa di… qualcosa dei… dEUS! Sì, Ghosts è perfetta, peccato solo per quel finale secco e molto rumoroso, ma con il bel attacco di Los Angeles dei Counting Crows (stratosferica, chitarre e voce di Adam Duritz al top) si risolve tutto. Minding My Own Business dei Coconut Records passa piacevole e veloce per lasciar spazio a Is It Me dei Kooks (non un capolavoro, ma in questo punto della playlist è perfetta) e a Catch, brano sorprendente della poco nota band islandese The Leaves.

Il confine tra pop e rock è spesso labile e a volte non riconoscibile, come in alcuni dei brani precedenti che farei fatica ad etichettare in un genere o nell’altro, ma quando arriva The End dei Kings of Leon non si hanno dubbi, questo è buono, sano e fantastico rock! Se non lo avete già fatto è questo il momento di alzare il volume, anche perchè il brano che segue, Into the Grey degli Everest, è davvero una bomba!

Sounds & Colors - playlist di RCB

  1. Apartment - Young the Giant
  2. Pines - Karate
  3. Type Slowly - Pavement
  4. Beautiful Girl - INXS
  5. Ghosts - dEUS
  6. Los Angeles - Counting Crows
  7. Minding My Own Business - Coconut Records
  8. Is It Me - The Kooks
  9. Catch - The Leaves
  10. The End - Kings of Leon
  11. Into the Grey - Everest
  12. Almost Fare - Dinosaur Jr.
  13. Down By the Water - The Decemberists
  14. Last to Die - Bruce Springsteen
  15. Little Black Submarines - The Black Keys
  16. Daddy’s Gone (feat. Mark Linkous & Nina Persson) - Danger Mouse & Sparklehorse
  17. Race for the Prize (From the Album the Soft Bulletin) - The Flaming Lips
  18. Levi Johnston’s Blues - Ben Folds & Nick Hornby
  19. Be calm - Fun.

Una piccola vena di nostalgia mi coglie quando ascolto Almost Fare dei redivivi Dinosaur Jr. Il brano è tratto dal loro recente disco e mentre l’ascolto penso che potrei riconoscere il loro sound in mezzo a mille altri, è un imprinting che mi sono fatto in quella fase della vita in cui si gira con gli auricolari nelle orecchie per buona parte del giornata. Non si ha voglia e bisogno di ascoltare il mondo, basta la musica. Mmmm, mi sa che devo ricominciare….

Finita la fase remember ci sono due brani che hanno un tiro pazzesco: con Down By the Water dei Decemberists e Last to Die di Bruce Springsteen nelle orecchie potrei andare veramente ovunque!

Little Black Submarines dei Black Keys è uno di quei pezzi che fregano. inizia piano, sembra quasi di ascoltare i King Crimson più onirici, poi ti distrugge a colpi di rock. Davvero notevole, un vero spettacolo! Al termine serve tutta la leggerezza di un brano come Daddy’s Gone dell’eccezionale accoppiata Danger Mouse & Sparklehorse per rasserenare l’aria che si fa sempre più fresca e gradevole con Race for the Prize dei mitici Flaming Lips.

Il finale è grandioso: Levi Johnston’s Blues della fruttuosa coppia Ben Folds & Nick Hornby è di una piacevolezza indescrivibile, Be calm dei Fun. è strepitosa, punto e basta.

Ascoltatevi Sounds & Colors, la nuova playlist di Radio Casa Bastiano, ne vale la pena e fa bene all’umore!

Logo Radio Casa Bastiano

Radio Casa Bastiano è una webradio amatoriale curata e gestita da Michele Lanzarini che trasmette tutti i giorni a tutte le ore solo buona musica. Per ascoltarla vi serve solo un dispositivo connesso ad internet: se avete un computer potete utilizzare iTunesWindows Media PlayerWinampReal Player; se avete un iPod, un iPhone o un iPad potete scaricare l’App ufficiale di RCB. Se vi piace RCB la cosa più bella che potete fare è consigliarla a tutti i vostri amici tramite Facebook e Twitter. Buon ascolto!

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?