I film in dicembre al cinema

4
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Per Natale un bel film ci vuole. L’Undici nel suo piccolo si propone come ombrello per ripararvi dal diluviodi film natalizi, commedie paratelevisivie, cinepanettoni mascherati. Le proposte nonmancano perché il cinema o è bello tutto l’anno o non è bello mai. E in gennaio ci divertiremo ancora di più.

skyfall-007“Skyfall” di Sam Mendes.
Con Daniel Craig, Judi Dench, Ralph Fiennes, Javier Bardem, Naomie Harris.

Il regista di “American Beauty” e “Revolutionary Road”  si cimenta addirittura col mito di James Bond. Potrebbe davvero essere la sua dimensione. Daniel Craig torna nei panni di 007 circondato da un cast di attori straordinari.

 

mads mikkelsen - il sospetto“Il Sospetto” (Jagten) di Thomas Vinterberg (Danimarca).
Con Mads Mikkelsen, Thomas Bo Larsen, Susse Wold

Mads Mikkelsen (ormai star consacrata anche negli Stati Uniti)  è un quarantenne vittima di una bugia “innocente” che grazie ai social network e al passaparola si diffonde e si radica nella sua piccola comunità. Il protagonista viene accusato di pedofilia dalla sua comunità in una piccola cittadina danese, dove circostanze minime scateneranno l’isteria collettiva. L’uomo dovrà lottare per riottenere dignità e fiducia. Torna alla grande il regista di “Festen”, i suoi film non sono una passeggiata, ma sanno colpire fino in fondo le ipocrisie perbeniste e provinciali della borghesia. Grandissimo Mikkelsen (anche se recita con lo stesso parrucchino di Antonio Conte).

Le 5 leggende“Le 5 Leggende” (The rise of the guardians) di Peter Ramsey (Dreamworks)

Iniziano ad arrivare i film di Natale. La Dreamworks anticipa la concorrenza con personaggi davvero natalizi. Babbo Natale, il Coniglio Pasquale, l’Omino del Sonno, Jack Frost e la Fatina dei denti si coalizzano per sconfiggere Pitch, l’Uomo nero, il re del Regno delle tenebre che sta rapidamente facendo cadere il mondo intero in un’oscurità totale, sia fisica che mentale, togliendo dalle menti dei bambini l’immaginazione, le speranze e i desideri. La Dreamworks dà il meglio quando si allontana dai facili territori delle sue saghe più commerciali (Shrek, Madagascar), sicuramente questo film soddisferà i bambini di tutto il mondo.

di nuovo in gioco - clint eastwood“Di nuovo in gioco” (Trouble With the Curve) di Robert Lorenz.
Con Clint Eastwood, Chelcie Ross, Ed Lauter, Amy Adams, Raymond Anthony Thomas, Justin Timberlake

Gus Lobel (Clint Eastwood) è da decenni uno dei migliori scout del baseball, sempre in cerca di nuovi talenti sportivi; tuttavia, malgrado cerchi a tutti i costi di nasconderlo, l’età avanza. Ma Gus, che è in grado di riconoscere il tipo di battuta solo dal rumore della mazza da baseball, si rifiuta di finire in “panchina” e di terminare così gli ultimi anni della sua brillante carriera. Clint Eastwood crede molto in questo film e decide di tornare davanti alla macchina da presa dopo il definitivo Gran Torino lasciando la regia a Robert Lorenz suo storico collaboratore.

Moonrise-Kingdom-wes anderson“Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore” di Wes Anderson.
Con Bruce Willis, Edward Norton, Bill Murray, Frances McDormand, Tilda Swinton, Harvey Keitel

Accolto con entusiasmo anche da chi di solito non ama i film di Wes Anderson (I  Tenenbaum, Steve Zissou, Il treno per Darjeeling) è uno dei film da non perdere per questo finale di 2012. Sam e Suzy si conoscono casualmente ad una recita ed è subito colpo di fulmine! Si innamorano al punto di decidere di scappare insieme, lontano. Architettano il piano nel minimo dettaglio. I cittadini sono sconvolti e la fuga dei ragazzi getta nel caos l’intera comunità. Mentre le autorità li cercano, altre inaspettate e divertenti vicende metteranno completamente a soqquadro l’intera isola.

scusa ma mi piace tuo padre“Scusa, mi piace tuo padre” (The Oranges) di Julian Farino.
Con Hugh Laurie, Leighton Meester, Adam Brody, Catherine Keener, Alia Shawkat

David e Paige Walling e Terry e Cathy Ostroff sono vicini di casa e intimi amici da molti anni. La loro tranquilla esistenza è sconvolta dal ritorno a casa per Natale, dopo cinque anni di assenza, della figlia degli Ostroff Nina. Nonostante le famiglie caldeggino un avvicinamento tra lei e Toby Walling, Nina sembra invece essere più attratta dal padre del ragazzo David. Quando il loro “scandaloso” rapporto diventa palese, la vita delle due famiglie viene irrimediabilmente stravolta, in particolar modo quella di Vanessa Walling, figlia minore di David e amica d’infanzia di Nina, e non passa molto tempo prima che le implicazioni della storia comincino ad avere effetti inaspettati ed esilaranti per tutti. Cinema indipendente americano riesce ad uscire dai suoi cliché ci sa regalare ritratti sinceri di un’umanità che sentiamo davvero vicina a noi. Film divertente e sorprendente.

grandi speranze“Grandi Speranze” (Great Expectations) di Mike Newell.
Con Ralph Fiennes, Helena Bonham Carter, Jason Flemyng, Robbie Coltrane

Un misterioso benefattore offre a un ragazzino rimasto orfano, la possibilità di riscattarsi dalle sue umili origini. Pip, questo il nome del giovane, usa la sua nuova posizione sociale per corteggiare la bella Estella, un’ereditiera viziata, educata ad essere glaciale e senza scrupoli, della quale lui è perdutamente innamorato sin dall’infanzia. Purtroppo, la sconvolgente verità che si cela dietro alla grande fortuna  ricevuta  in dono, scatenerà una serie di conseguenze devastanti per tutti…
Un adattamento coi fiocchi di un classico dickensiano dal regista di “4 matrimoni e un funerale” ed “Harry Potter e il calice di fuoco”. Grande  cast per una storia perfetta in questo clima invernale e prenatalizio

ruby-sparks-movie-wallpaper-20“Ruby Sparks” di Jonathan Dayton, Valerie Faris.
Con Paul Dano, Zoe Kazan, Antonio Banderas, Annette Bening, Steve Coogan

Uno scrittore in crisi a distanza di molti anni dal romanzo che ne ha sancito successo e fama si sblocca grazie a Ruby Sparks, ragazza affascinante e incasinata. Dopo averla sognata per molte notti diventa protagonista del romanzo che inizia a scrivere forsennatamente. Un bel giorno se la ritroverà però in casa e da personaggio della sua fantasia diventerà fidanzata in carne ed ossa.
Dagli autori di “Little Miss Sunshine” una commedia romantica credibile e commovente che non deluderà i fans del cinema indipendente americano.

Da giovedì 13 dicembre

lo hobbit“Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato “di Peter Jackson.
Con Martin Freeman, Richard Armitage, Aidan Turner, Hugo Weaving, Elijah Wood, Ian McKellen, Cate Blanchett, Orlando Bloom, Christopher Lee

Peter Jackson torna a Tolkien dopo la sua straordinaria trilogia del “Signore degli Anelli”. La storia racconta il viaggio del protagonista Bilbo Baggins, coinvolto in un’epica ricerca per reclamare il Regno Nanico di Erebor governato dal terribile drago Smaug. Avvicinato dal mago Gandalf il Grigio, Bilbo si ritrova al seguito di tredici nani capeggiati dal leggendario guerriero Thorin Oakenshield. Il viaggio li conduce per terre piene di pericoli e avventure, abitate da Goblin e Orchi e implacabili Wargs. La loro meta principale è raggiungere l’Est e le aride Montagne Nebbiose, ma prima dovranno sottrarsi ai tunnel dei Goblin, dove Bilbo incontra una creatura che gli cambierà la vita per sempre… Gollum. Qui, da solo con Gollum, sulle rive del lago seminterrato, l’ignaro Bilbo Baggins non solo si scoprirà così ingenuo e coraggioso al punto da sorprendere persino se stesso, ma riuscirà a impossessarsi del “prezioso” anello di Gollum che possiede qualità inaspettate ed utili… un semplice anello d’oro, legato alle sorti della Terra di Mezzo in modo così stretto che Bilbo non può neanche immaginare. Grandissimo spettacolo per un colossal imperdibile per chi ama Tolkien e anche solo il grande cinema

lo-spirito-degli-angeli-“La parte degli angeli” (The Angel’s Share) di Ken Loach
Con Paul Brannigan, John Henshaw, Roger Allam, Gary Maitland, Jasmine Riggin

Il regista ‘militante’ Ken Loach sembra tornato ai suoi livelli migliori con questa commedia che si concentra ancora una volgta sugli ultimi, sacrificati dal dio mercato ad una vita senza speranze. Il protagonista è infatti un giovane padre in difficoltà che giura a se stesso che il figlio appena nato non dovrà avere la stessa vita che ha avuto lui. Evita il carcere perché il giudice decide di puntare sulla sua capacità di recupero visto che la sua giovane compagna sta aspettando un figlio. Viene così affidato a Rhino che è il responsabile di un gruppo di persone sfuggite al carcere e condannate a compiere lavori socialmente utili. Rhino decide di aiutarlo. Scoperta la sua particolare sensibilità gustativa per quanto riguarda i vari tipi di whisky decide di introdurlo nell’ambiente. È così che a Robbie e ad alcuni suoi compagni di rieducazione viene l’idea di un ‘colpo’ del tutto anomalo che però potrebbe offrire loro un futuro sereno. Imperdibile per i fans di Ken Loach e per chi ama il cinema sociale e realistico.

Da giovedì 20 dicembre

ang lee vita_p“La vita di Pi” di Ang Lee.
Con Suraj Sharma, Irrfan Khan, Tabu, Rafe Spall, Gérard Depardieu

Basato sul romanzo Vita di Pi, la storia è incentrata su un ragazzo di 16 anni che attraversa l’Oceano Pacifico sognando una nuova vita americana. Ma quando la nave su cui si trova fa naufragio, viene lasciato su una zattera con un orango, una iena e una tigre del Bengala. Dall’acclamatissimo Ang Lee (“Brokeback Mountain”,  “Hulk”, “La tigre e il dragone”, “Mangiare, bere, uomo donna”) un film come sempre curatissimo e potente che piacerà tanto ad un pubblico adulto che ai più giovani.

the_company_you_keep_robert_redford“La regola del silenzio – The Company You Keep” di Robert Redford.
Con Robert Redford, Shia LaBeouf, Julie Christie, Sam Elliott, Brendan Gleeson

Jim Grant è un tranquillo avvocato e padre single che si trova costretto a fuggire quando un giovane e impetuoso reporter Ben Shepard, rivela la sua vera identità di ricercato: negli anni ’70 Grant era un pacifista radicale e sulla sua testa pende l’accusa di omicidio. In tutto il Paese si scatena una gigantesca caccia all’uomo, e Grant dovrà lottare duramente per dimostrare la propria innocenza. Robert Redford è ormai un maestro consolidato nel raccontare e anche qui si dimostra abilissimo nel coniugare spettacolo e impegno. Cinema “classico” di spessore.

Ernest and Celestine“Erneste e Celestine” di Stéphane Aubier, Vincent Patar, Benjamin Renner
(Animazione)

Ernest and Celestine racconta le avventure di due amici che mettono alla prova ogni pregiudizio: un piccolo topo che non voleva diventare dentista e un grosso orso che non voleva diventare notaio. Bellissimo esempio di animazione europea che piacerà anche ai bambini più piccoli sapendo emozionare i più grandi.

ralph spaccatutto“Ralph spaccatutto” (Wreck-it Ralph) diRich Moore  (Disney)

Il film di Natale della Disney porta in 3D una storia che dovrebbe accontentare tutti, dai nostalgici dei vecchi videogame, ai bambini che apprezzano ritmi vorticosi e mondi colorati. Ralph, il protagonista della storia, è un personaggio dei videogiochi old-school disegnati con i pixel, un clone del “Donkey Kong” 8-Bit che si ritrova a dover fronteggiare i giochi moderni con grafica tridimensionale in alta risoluzione.

 

Love-is-all-you-need sorrento“Love is all you need” di Susanne Bier.
Con Pierce Brosnan, Trine Dyrholm, Molly Blixt Egelind, Sebastian Jessen, Paprika Steen

Susan Bier dopo aver vinto l’oscar per il miglior film con “In un mondo migliore”, ci regala una commedia romantica con un cast hollywoodiano che si svolge tra Copenaghen e Sorrento. Astrid e Patrick sono una giovane coppia che sta per sposarsi a Sorrento: l’arrivo delle loro famiglia porta con sé numerosi problemi. La madre di Astrid, Ida, è una parrucchiera col cancro che è stata appena lasciata dal marito Leif dopo 25 anni di matrimonio. Lo stesso Leif che si presenta con la sua nuova, bionda fidanzata e con Kenneth, l’irascibile fratello di Astrid. Il padre di Patrick, Philip, si presenta ancora in lutto per latragica morte della moglie.

Da venerdì 28 dicembre

magasindessuicides“La bottega dei suicidi” (Le magasin des suicides) di Patrice Leconde (Animazione)

Primo film di animazione per Patrice Leconte (“L’uomo del treno”, “Confidenze troppo intime”, “Il mio migliore amico”), ma non si tratta proprio di un film per bambini.
Una città grigia dove il sole non splende più, dove la gente è triste e rassegnata, dove non si sa se è mattina o sera, se è oggi o domani. Cosa fare allora se non suicidarsi? E se la tua vita è stata un fallimento puoi sempre fare della tua morte un successo. Basta affidarsi a professionisti, come la famiglia Tuvache ed entrare nella piccola bottega oscura! Tutto scorre nel migliore dei modi fino a quando Alan, il nuovo nato, non distrugge l’equilibrio famigliare con la sua “ingiustificata” gioia di vivere.  Un film decisamente fuori dagli schemi che vi sorprenderà con la sua ironia irriverente. Prendetelo al volo perché resterà pochissimo nelle nostre sale.

Da martedì 1 gennaio 2013

la migliore offerta tornatore“La migliore offerta” di Giuseppe Tornatore.
Con Geoffrey Rush, Jim Sturgess, Donald Sutherland, Liya Kebede, Sylvia Hoeks

Virgil Oldman é un genio eccentrico, esperto d’arte, apprezzato e conosciuto in tutto il mondo. La sua vita scorre al riparo dai sentimenti, fin quando una donna misteriosa lo invita nella sua villa per effettuare una valutazione. Sarà l’inizio di un rapporto che sconvolgerà per sempre la sua vita. Produzione italiana e grande cast hollywoodiano per questo nuovo film di Giuseppe Tornatore. Cinema d’autore che si distingue nel panorama delle distribuzioni natalizie.

Da giovedì 3 gennaio 2013

jack-reacher-international-trailer2“Jack Reacher – La prova decisiva” di Christopher McQuarrie.
Con Tom Cruise, Alexander Rhodes, Jai Courtney, Rosamund Pike, Robert Duvall

Un progetto basato su una serie di romanzi scritti da Lee Child incentrati su Jack Reacher, un poliziotto militare diventato uno sbandato. One Shot racconta la storia di un cecchino militare accusato di omicidio che cerca l’aiuto di Reacher. Dopo i bagordi natalizi un po’ d’azione è quello che ci vuole. Con questo film che vede Tom Cruise cimentarsi alla grande con uno dei suoi tipici ruoli, andate sul sicuro.

the-master paul thomas anderson“The Master” di Paul Thomas Anderson
Con Joaquin Phoenix, Philip Seymour Hoffman, Amy Adams, Laura Dern, Ambyr Childers

Un ritratto di vagabondi e arrivisti nell’America dopo la seconda guerra mondiale, The Master di Paul Thomas Anderson racconta il viaggio di un reduce della Marina che torna a casa turbato e con un futuro incerto fino a quando non resta affascinato dalla Causa e dal suo leader carismatico. Dal regista di “Magnolia” e “Il petroliere” un altro film maestoso e universale sul profondo dell’animo umano. Straordinari Joaphin Phoenix, Philip Seymour Hoffman e Laura Dern.

Da giovedì 10 gennaio 2013

Zero Dark Thirty Jessica Chastain“Operazione Zero – Dark Thirty” di Kathryn Bigelow.
Con Taylor Kinney, Jessica Chastain, Mark Strong, Joel Edgerton, Scott Adkins

Per un intero decennio, un team di alto livello lavora in gran segreto per un’operazione di sicurezza militare che si snoda in tutto il mondo con un solo obiettivo: eliminare Osama Bin Laden. Dopo Hurt Locker, la regista e produttrice Kathryn Bigelow e lo sceneggiatore Mark Boal si uniscono nuovamente per raccontarci la storia della più grande caccia all’uomo più pericoloso degli ultimi tempi. Quello di Kathryn Bigelow è sempre cinema che colpisce fino in fondo. Il progetto è stato parzialmente modificato in corso d’opera in seguito all’uccisione del vero Bin Laden (o almeno così ci hanno raccontato).

apres_mai1“Qualcosa nell’aria” (Après Mai) di Olivier Assayas.
Con Clement Metayer, Felix Armand, Lola Creton, Dolores Chaplin

Il regista frances di culto Olivier Assayas getta ils uo sguardo personalissimo sul maggio parigino. Francia, maggio del 1968, un gruppo di ragazzi si trova a vivere il caos della rivoluzione culturale che sta attraversando l’intero paese; Gilles è un liceale di diciassette anni che in questa confusione generale cerca di trovare la sua strada divisa tra una carriera artistica e l’attivismo politico. Ben presto si ritroverà a crescere spostandosi con i suoi amici tra una città all’altra, tra Europa e Oriente per tornare a casa ed essere consapevole di sé stesso. Non un film politico, ma un racconto di formazione e di sentimenti. Il film è stato premiato all’ultimo festival di Venezia per la miglior sceneggiatura.


Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

4 commentiCosa ne è stato scritto

  1. diego

    Ralph Spaccatutto è bello. come cartone di natale meglio delle 5 leggende.
    Poi è divertente riconoscere le citazioni dei vecchi video games

    Rispondi
  2. Gian Pietro "Jumpi" Miscione

    Visto “Vita di Pi”: non ci trovo ancora un significato (e forse, come si dice nel film, non c’è), ma da vedere.
    Fa venire in mente “Racconto di un naufrago” di García Marquez, che racconta una storia vera.

    Rispondi
  3. Giuseppe

    Io ho visto “Il peggiore Natale della mia vita” con Abatantuono e De Luigi. Vale? Comunque pessimo, anche nel suo genere.

    Rispondi

Perché non lasci qualcosa di scritto?