La top 11 + 1 dell’amore tradito

8
Share on Facebook104Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
diana carlo camilla

diana carlo camilla: matrimonio di convenienza, relazione sconveniente?

Amore vuole dire gelosia? Non può essere diversamente se i maschi continuano ad essere ossessionati dal sesso. Lo sono tutti, presidenti della nazione più potente del mondo, futuri re, presidenti del Fondo monetario internazionale, rockstar, ballerini, sportivi, stilisti, eterosessuali, omosessuali, americani, inglesi, francesi, italiani, anche quelli di ceppo ladino.

Gli uomini tradiscono. A volte per passione e infatuazione, a volte per innamoramento. Ma spesso con facilità e leggerezza. Gente che ha tutto: il potere, il denaro, l’amore, la bellezza, la fama; eppure queste persone non si fermano davanti a nulla e mettono a repentaglio situazioni invidiabili per sesso o per amore. Ho scritto maschi perché ho dovuto riflettere a lungo per trovare una donna che si fosse comportata allo stesso modo dei numerosissimi casi maschili – e non è andata a finire bene come per la maggior parte di loro. Ecco quelli più eclatanti che ho scelto in maniera del tutto arbitraria.

clinton_lewinsky+Bday

Buon Compleanno da Mister President

1 – 1998 Io, te e la ragion di stato – Quando l’errore è nello studio ovale (o orale?)

Chi erano lui, lei e l’altra? Era il 1995 e il mascellone Bill Clinton, sposato alla bulldozer Hillary viveva alla Casa Bianca già da un po’ ed ecco arrivare la allora 23enne Monica Lewinsky, la stagista. E fu subito relazione extra-coniugale. La cosa andò avanti per un paio d’anni, fra le mura confortevoli dello studio ovale, ribattezzato “orale” dalle attività che vi si svolgevano all’interno. Cosa successe poi? Che Bill negò fino all’evidenza, ma nel 1998 fu chiesto per lui un “impeachment” per spergiuro – alto tradimento, perché aveva mentito alla nazione. Come andò a finire? Lui fu prosciolto e rieletto per il secondo mandato, Hillary è rimasta al suo fianco divenendo Segretario di Stato nel primo governo Obama E Monica, che aveva conservato le prove contro il presidente e venne considerata la causa scatenante dell’intervento Nato in Kosovo (bombardare per far dimenticare il Sexgate) può vantare di avere una targa col proprio nome su di un muro dello Zoo di Belgrado. Il potere di rimanere insieme.

Diana e Camilla

Lady Diana e Camilla Parker Bowles

2 – 1996 Io, te e le candele nel vento – Quando l’errore è stato aver sposato prima quella. Ma che tristezza. Chi erano lui, lei e l’altra? Carlo, classe 1948 principe di Galles (un tessuto più che un titolo) è amico da tempo di Camilla, classe 1947, quando per la prima volta incontra  Diana, ma è il 1977 e la giovane carina ed evanescente ha solo 16 anni, mentre il futuro re ne ha 29. Camilla dal 1970 continua a frequentare intimamente Carlo, anche se si sposa nel 1973 con Parker Bowles, di cui ha mantenuto il cognome e anche quando il futuro re si fidanza e si sposa con Diana. Cosa successe poi? Carlo e Diana hanno due figli, ma la principessa è triste: “In questo matrimonio siamo sempre stati in tre” dice Diana in un’intervista a ridosso dalla separazione, che sarà trasformata in divorzio nel 1996. Camilla invece è divorziata dal 1995. Come andò a finire? Come tutto il mondo sa, Lady D muore nel drammatico incidente a Parigi nel tunnel inseguita dai paparazzi il 31 agosto 1997. Carlo e Camilla si sono sposati il 9 aprile 2005. Non era meglio se si fossero sposati subito fra loro?

Gli springsteen al completo

Gli Springsteen al completo

3 – 1986/7 Io, te e 100 milioni di fan al mondo – Quando l’errore è stato aver sposato prima quella. Versione 2 meno tragica. Chi erano lui, lei e l’altra? Bruce, in arte the Boss, sposa la sconosciuta ai più, insulsa, modella Julianne Phillips il 13 maggio 1985, ma parte il Born in the USA tour e fra le coriste c’è la simpatica cantautrice chitarrista Patti Scialfa. Cosa successe poi? Bruce e Patti si innamorano già nel 1986 e la Phillips e Springsteen presentano istanza di divorzio il 30 agosto 1988. Come andò a finire? Il divorzio dalla prima moglie ottenuto il 1° marzo 1989 è costato a Springsteen venti milioni di dollari. Julianne è scomparsa dalla ribalta, Bruce e Patti Scialfa si sono sposati l’8 giugno 1991. Hanno avuto 3 figli, stanno ancora insieme e lei ancora lo segue nei concerti. Questa sì che ci va bene a tutti. Non era meglio se la prima volta non ti sposavi proprio in attesa di quella giusta? – Curiosità: nel video di Glory Days ci sono entrambe. Julienne in qualità di moglie e Patti non ancora fidanzata in qualità di corista. Che io sappia non è capitato a nessun’altra Rockstar. Gente Gloriosa.

Brad_Pitt,_Angelina_Jolie_e_Jennifer_Aniston_in_Mr._Smith,_Mrs._Smith_e_Mrs._Aniston

Brad Pitt, Angelina Jolie e Jennifer Aniston.

4 – 2004 Io, te e i 6 bei figlioli – Quando l’errore è stato fare un film con quella che era la più bella del mondo. Chi erano lui, lei e l’altra? Brad Pitt bello e sciupa femmine e Jennifer Aniston fidanzata d’America, si sono sposati il 29 luglio 2000 a Malibu, in California, un matrimonio classico, nella versione gran sfarzo e tanta spesa. Intanto Angelina si era sposata e separata due volte fra patti di sangue, total look di pelle nera, in più sembrava vivere un rapporto semi incestuoso col fratello e si dichiarava bisex. Cosa successe poi? Pitt e Jolie girano insieme il film “Mr & Mrs Smith” nel 2004, si innamorano e il matrimonio di Brad Pitt e Jennifer finisce a gennaio 2005. Come andò a finire? Oggi loro sono i Brangelina con 3 figli biologici e 3 adottati, sono la coppia di fatto più potente (e ricca) di Hollywood. In aprile hanno annunciato le loro nozze. Jennifer, dopo essere stata scaricata più e più volte, ha annunciato anche lei le nozze imminenti con un certo Justin Theroux (Theroux, chi era costui?).

Nessuna delle due coppie è ancora convolata a giuste nozze. (Che più giuste le precedenti?)

Belen Rodriguez e Stefano De Martino tatuaggio io e te

Belen Rodriguez e Stefano De Martino il tatuaggio io e te. Dura più di un matrimonio.

5 – 2012 Io, te, lei, lui e i tatuaggi – Quando l’errore è averci un fidanzato truzzo, ma anche quella, ha un culo imbattibile – Chi erano lei, lui, lui e lei? Questa è la variante italica, truzza e meno patinata della versione precedente. La coppia uno era composta dagli “Amici” Emma Marrone, cantate e Stefano De Martino ballerino; la coppia due era composta da Fabrizio Corona e Belen Rodriguez, su cui non vorrei spendere altre parole. Cosa successe poi? Non lo so, Emma fu tradita, Corona fu lasciato, ed era lo scorso aprile. Come andò a finire? Di Corona sentiamo parlare nei processi, Emma ha sconfitto un tumore e la sentiamo alla tele mentre canta (ma possiamo anche cambiare canale), Belen e Stefano si son fatti un tatuaggio gemello nel braccio, stanno ancora insieme dopo 6 mesi, e forse presto avranno un figlio. Dopo i Brangelina, i De Martinez.

 

Galeotto il set di Rum Diary

Johnny Depp e Amber Heard: galeotto il set di Rum Diary.

6 – 2012 Io, te e la vita sregolata – Quando l’errore è credere di aver cambiato quello – Chi erano lui, lei e l’altra? Nel 1998 Vanessa e Johnny iniziavano la loro storia d’amore. Depp è sempre stato un tipo abbastanza turbolento. Ma Vanessa credeva di averlo cambiato, avevano avuto anche due figli. Cosa successe poi? Dopo 14 anni di convivenza con la Paradis, Johnny gira “the Rum Diary” e arriva lei, Amber Heard (bellissima, ma da dove sbuca?)  Come andò a finire? Johnny lascia Vanessa Paradis che si dedica ai figli, ma non sappiamo se Depp e la Heard siano di fatto una coppia. Alcool a Go Go. Vanessa, non lo sai che i Pirati ballano sul punte delle navi e le casse scassano se mancano le chiavi … I Pirati son così.

Liz Hurley e Divine Brown: la fidanzata e la propstituta.

Liz Hurley e Divine Brown: la fidanzata e la propstituta.

7 – 1995 Io, te e un bel cioccolatino – Quando l’errore è averci una fidanzata troppo elegante – Chi erano lui, lei e l’altra? Hugh Grant, quello di “Quattro matrimoni e un funerale” si è messo nel 1987 con la bella Elisabeth Hurley, ma non si sono mai sposati. Però l’ha tradita con eco mondiale. Cosa successe poi? Hugh è stato arrestato a Hollywood perché beccato dalla polizia con la prostituta Divine Brown. Come andò a finire? Liz non lo lasciò, ma la storia finì nel 2000, Hugh ha avuto fasi alterne al cinema e Divine pare si sia data al porno. Oggi la Hurley ha un figlio, ma non so se anche un marito.

Chi paga, sbaglia. E rimane solo.

L'amore conta

Liga canta che L’amore conta.

8 – 2002 Io, te e l’amore conta, ma anche il benessere psicofisico – Quando l’errore è che anche i rocker han bisogno di massaggi - Chi erano lui, lei e l’altra? Ligabue è stato sposato con Donatella Messori per 15 anni, da lei ha il primo figlio Lenny. Finche affaticato e dolente non ha avuto bisogno di una fisioterapista. Cosa successe poi? Si innamora della giovane Barbara Porro che gli fa i massaggi, nel 2002 si separa e va a vivere con lei. Hanno una figlia, Linda. Come andò a finire? Liga e Barbara stanno ancora insieme, a Donatella ha lasciato una canzone. Grazie per il tempo pieno – Grazie per la te più vera – grazie per i denti stretti – i difetti – per le botte d’allegria. (Non andare coi cantautori che poi finisci nelle canzoni – Flavio Giurato)

Strauss-Kahn e Anne Sinclair, quando era ancora dalla sua parte

Strauss-Kahn e Anne Sinclair, quando era ancora dalla sua parte

9 – 2008 Io, te e il denaro – Quando l’errore è che lui comanda con la testa, ma si fa comandare dai genitali – Chi erano lui, lei e l’altra? Dominique Strauss-Kahn è un maniaco, socialista, potente, esperto di economia, ma non rinuncia al matrimonio. Anne Sinclair, che sposa il 26 ottobre del 1991 è la terza moglie.  Lei è giornalista televisiva (va molto in Francia che le giornaliste si mettano insieme ai politici potenti – vedi presidente Hollande e la sua compagna Valerie Trierweiler.) Ma lui che sembra amarla, ma non riesce a smettere di comportarsi come un assatanato in giro per il mondo. Cosa successe poi? Nel 2008 il primo grosso scandalo a fini sessuali l’affaire Piroska Nagy, sua amante responsabile dei fondi per l’Africa, nel Fondo Monetario Internazionale di cui DSK era presidente. Poi la debacle. Il 14 maggio 2011 Strauss-Kahn è stato arrestato a New York con l’accusa di tentata violenza sessuale ai danni della cameriera di un hotel di Times Square dove era alloggiato. Come andò a finire? Comunque male per lui. Anche se il 23 agosto 2011 la procura di New York ha definitivamente archiviato le accuse nei suoi confronti e inizialmente la moglie non lo ha abbandonato nel momento del bisogno, DSK ha dovuto dimettersi dall’F.M.I. e ha dovuto rinunciare alla corsa all’Eliseo come candidato Socialista. Ma da quest’estate 2012, Anne, direttrice dell’Huffington Post francese lo ha lasciato dopo 21 anni. DSK, hai visto che approfittare sessualmente delle donne porta male? (Per lo meno se sei francese).

Alex Schwazer e Carolina Kostner

Alex Schwazer e Carolina Kostner, dopo l’EPO in pizzeria.

10 – 2012 Io, te e le medaglie – Quando l’errore è nel voler vincere a tutti i costi – Chi erano lui, lei e l’altra? Lui il marciatore olimpico Alex Schwazer di 27 anni, lei la pattinatrice sul ghiaccio Carolina Kostner, di anni 25, erano una bella coppia di sportivi altoatesini che il mondo ci invidiava. Cosa successe poi? I primi di agosto, durante le Olimpiadi 2012 di Londra, entra in scena la terribile eritropoietina, per gli amici dopati EPO. Come sempre la fidanzata è l’ultima a sapere dell’altra e lo scopre insieme al resto del mondo, grazie ad una conferenza stampa in cui Alex piange, si scusa e dice che ha fatto tutto da solo, comprando la sostanza dopante in Turchia. La Kostner dichiara: “Non approvo ciò che ha fatto, non posso non stargli vicino”. Come andò a finire? Alex ha perso tutto: radiato dal CONI, radiato dall’Arma dei Carabinieri, abbandonando dagli sponsor (per prima la Ferrero). Forse anche da Carolina, che dopo l’intervista a Vanity Fair del 29 agosto non si è più sentita. C’è chi sul ghiaccio ci campa e chi scivola e cade. Pochi lo ammetono.

Domenico Stefano e Domenico Gabbana

Domenico Stefano e Domenico Gabbana

11 – 2004 Io, te due cuori e una sola griffe – Quando l’errore non si nota, tutto come se niente fosse compreso il fatturato - Chi erano lui, lei e l’altra? Stefano Dolce e Domenico Gabbana, stilisti, in arte Dolce e Gabbana sono due cognomi un’unica griffe conosciuta in ogni angolo del globo. Compagni e soci dal 1984 hanno fatto della nostra italianità, dell’ispirazione dell’amata Sicilia un tratto distintivo. Uniti nella moda. Cosa successe poi? Si sono lasciati intorno al 20 ottobre 2004 dopo 20 anni, non per particolari tradimenti, non in maniera urlata e eclatante, perché son sempre stati discreti e il coming-out c’è stato solo dopo la separazione. Come andò a finire? Vivono ancora nello stesso palazzo uno al quarto e l’altro al sesto piano, lavorano insieme e si vogliono bene, gli affari vanno a gonfie vele. Purtroppo l’unico vero tradimento sembra essere al fisco: il 3 dicembre subiranno un processo per “dichiarazione infedele dei redditi”. L’unico caso in cui l’infedeltà potrebbe veramente costare cara.

Demi Moore, 50 anni.

Demi Moore, 50 anni.

Bonus Track – 11 bis: Io, te e la gioventù – Quando l’errore è credere che l’amore non ha età – Chi erano lui, lei e l’altro? E l’altra dell’altro? Bruce Willis, l’attore duro dal cuore d’oro, sposa Demi Moore, l’attrice dalla vita estrema sempre alla ricerca di parti che stupiscano. È il 21 novembre 1987. Insieme hanno 3 figlie: Rumer Glenn – 1988, Scout LaRue – 1991 e Tallulah Belle – 1994. Nel 2000 si lasciano e Demi si mette con l’attore Ashton Kutcher, di 16 anni più giovane di lei. E lancia la moda del Toy boy e delle relazioni  messe su tweeter. Cosa successe poi? Demi non si accontenta di avere un fidanzato che potrebbe stare più credibilmente con la figlia maggiore, e lo sposa nel 2005. Dopo 5 anni cominciano a venir fuori tradimenti, con ragazze sempre più giovani. Come andò a finire? Il 18 novembre 2011 Demi annuncia la separazione e chiede il divorzio. Ora lui è più quotato di lei, lei chiede risarcimenti economici che lui non vuole dare. Ma peggio di ogni cosa è che sta con Mila Kunis, classe 1983 … 21 anni meno di lei. L’11 novembre L’Undici compie 3 anni in compagnia dei suoi lettori. Demi Moore ne compie 50 tutta sola con i suoi 5 milioni di follone di Twitter. Auguri.

Hugh Grant e Divine Brown

Hugh Grant e Divine Brown

Concludendo: il 7 novembre sono stata ad una fiera a Rimini e ho parcheggiato, insieme ad altre 1000 auto nelle apposite aree custodite intorno al complesso fieristico. All’uscita in ogni sportello e tergicristallo di tutte le auto c’erano non volantini dei prestiti o dei ristoranti, ma biglietti da visita di escort pieni di cuoricini con il nome e il numero di cellulare (nella mia auto 3 diversi). Insomma ci sarà crisi, ma sembra più di coppia che di spese per il sesso a pagamento. Quindi, mi vien da dire, che per le donne, anche quando tradiscono finisca sempre peggio che per gli uomini. Infondo, al limite, loro qualche professionista da pagare per tenergli compagnia la trovano con facilità. Per tutti: se vai coi cantautori finirai nelle canzoni, ma se vai a puttane, finirai in galera.

Comunque qualsiasi cosa abbiate intenzione di fare, sappiate, anche che negli States ve la perdonano meno.

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook104Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

8 commentiCosa ne è stato scritto

  1. marinda

    Emile Cioran è un autore si saggi filosofici, nato in Transilvania e vissuto a Parigi. Tutto quello che so di lui l’ho appreso leggendo “Il libro degli aforismi” Oscar Mondadori 1989.
    Mi ero sottolineata questo suo aforisma: “Davanti a questo ammassarsi di tombe, si direbbe che la gente non abbia altra occupazione che quella di morire”.
    Oggi, fra i 20 riportati sceglierei “La vera eleganza morale consiste nell’arte di travestire le proprie vittorie da sconfitte”.

    Rispondi
  2. Roberto

    “Per tutti: se vai coi cantautori finirai nelle canzoni, ma se vai a puttane, finirai in galera.” Andare a puttane è un reato solo in una dittatura, dal momento in cui i motivi per cui due adulti decidono consensualmente di accoppiarsi, i compensi concordati, materiali e/o sentimentali, nel privato, non sono sindacabili da parte di uno stato morale neo-femminista.

    Voi donne moderne avete una capacità di comprendere il maschile quasi pari a zero, malgrado stiate un giorno sì e l’altro pure a pretendere la massima comprensione tutta per voi.

    Roberto

    Rispondi
    • marinda

      Andare a puttane è un reato solo in dittatura, lo aveva detto Hugh Grant alla Polizia di Los Angeles, ma non gli è servito, è stato arrestato ugualmente.

      Forse è vero che non vi capiamo, comunque parlo per me e non per tutte le donne, non capisco questa ossessione per il sesso mercenario o con amanti furbette. Mi tocca far mia la frase di Berlusconi pronunciata un anno fa quando Diego Della Valle pubblicò la famosa inserzione a pagamento “Politici ora basta”. “Se non avesse pagato, nessuno lo avrebbe preso in considerazione”.

      Comunque il giorno in cui andrò ad una fiera e i commerciali e i dirigenti saranno per un 90% donne e troverò bigliettini con cuoricini e numeri di cellulare con nomi maschili, allora dirò che non capisco più nemmeno le donne.
      Ciao Roberto

      Rispondi
      • Roberto

        E cos’è questa continua voglia di carcere delle donne verso gli uomini? Cos’è questa continua richiesta di una violenza di stato, questa irruzione delle legge nel bios?
        Interessante il passaggio in cui alla mia definizione di dittatura morale contrapponi la voce della polizia americana. Indicativo. Vogliamo immaginare un dialogo ipotetico tra il filosofo Cioran e Orazio di CSI? A questo siamo ridotti?

        Roberto

        Rispondi
        • Brillo

          Roberto, hai perfettamente ragione e sono d’accordo con te che due adulti consenzienti dovrebbero avere la libertà di decidere di fare ciò che vogliono e anche stabilire i corrispettivi compensi, se così desiderano. Il problema purtroppo è che a volte, o spesso, uno degli adulti non è necessariamente consenziente ma viene sfruttato da altri. Ed è per questo credo che molti stati combattono il fenomeno della prostituzione.

          Rispondi
  3. Roberto

    C’è qualcosa che non torna, le persone più gelose che ho incontrato in vita mia erano ragazze lesbiche. Guai a guardare la loro ragazza. Più in generale poi, le donne sono gelose quanto gli uomini e il tradimento di dieci uomini evidentemente, deve essersi consumato con dieci donne tale per cui, per la legge dei grandi numeri, dovrebbero tradire in egual misura tanti uomini quante donne. Evidentemente l’idea di ossessione e possesso come caratteristiche connaturate del maschile, suggerita da questo articolo, è arbitraria.

    Roberto

    Rispondi

Perché non lasci qualcosa di scritto?