Piegatore di magliette

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Non capita anche a voi, quando dovete piegare una maglietta, di rischiare l’esaurimento nervoso? Ecco allora come costruire uno strumento che vi aiuterà ad evitare di finire nel reparto neuro dell’ospedale: il piegatore di magliette. Il materiale di cui abbiamo bisogno è poco: un po ‘di cartone, nastro adesivo, righello e forbici. Il cartone deve essere il più rigido possibile.

Otteniamo quattro pezzi delle dimensioni mostrate in figura:
La parte A sarà la base, i pezzi B saranno i lati e il C lo metteremo nella parte inferiore. Uniremo i pezzi attaccando i margini con il nastro adesivo, in modo che i pezzi possano essere piegati:

Possiamo vedere che la parte C è attaccata solo dalla parte superiore, in modo che può essere alzata:


Se volete, potete colorare il cartone in modo che il vostro “piegatore” sia più bello ed originale. Potete utilizzare colori a tempera mescolati con colla bianca (in modo che aderisca meglio al cartone) o anche incollare della carta colorata utilizzando la tecnica del “decoupage”. Dovete solo fare attenzione a non mettere troppa vernice per evitare che il cartone non riesca a piegarsi.

Questo è tutto! Il piegatore è pronto. Ora non vi resta che vedere come si usa il piegatore di magliette.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In rete si trovano anche altre tecniche per piegare le magliette senza alcun aiuto supplementare. Se volete dare un’occhiata…

[contributo della rivista catalana "El Criteri" gemellata con L'Undici]

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!

Perché non lasci qualcosa di scritto?