Cromatica

8
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Cromatica

E’ tutta italiana e dedicata ai colori la playlist di aprile di RCB, perfetta per cantare a squarciagola in macchina nelle prime gite fuori porta. L’apertura è affidata a Luca Carboni che con Inno Nazionale, canzone dal testo tagliente e dal ritmo incalzante, prepara benissimo le basi per la potente versione di Up Patriots To Arms suonata dai Subonica e cantata insieme a Franco Battiato (mi raccomando, da ascoltare a tutto volume!). Con Ogni Giorno (Mantra Recitato) estratta dall’ultimo disco di Pacifico rimaniamo nel campo dei duetti (qui con i sempre bravi Casino Royale), ma iniziamo ad uscire dai colori scuri e dai suoni duri che caratterizzano i primi due brani.

Ora (gran bel pezzo davvero!) è la canzone di Jovanotti che ci traghetta definitivamente nel regno del colore dove troviamo anche i Negrita di Brucerò per te, canzone dal testo semplice e banale, ma che ha il suo tiro in perfetto stile Negrita. Dal punto di vista cromatico, i brani che seguono segnano una battuta d’arresto sui toni caldi, ma s’infilano perfettamente dal punto di vista musicale uno dietro all’altro. Apre la strada Canzone per un figlio che ci mostra i Marlene Kuntz che preferisco, a seguire Ci Sono Molti Modi, brano intenso e bellissimo degli Afterhours, chiude una chicca, un piccolo gioiello che dà il titolo a questa playlist: Cromatica dei Marta Sui Tubi cantata insieme a Lucio Dalla. Sarà, ma sentire la voce di Lucio in un brano recente ancora poco noto, mi fa una certa impressione, anche se, lasciando da parte le emozioni, la canzone dei Marta Sui Tubi (già molto bella di suo) diventa un capolavoro.

Cromatica - playlist di RCB - aprile 2012

  1. Inno Nazionale - Luca Carboni
  2. Up Patriots To Arms (Featuring Franco Battiato) - Subsonica
  3. Ogni Giorno (Mantra Recitato) [Feat. Casino Royale] - Pacifico
  4. Ora - Jovanotti
  5. Brucerò Per Te - Negrita
  6. Canzone Per Un Figlio - Marlene Kuntz
  7. Ci Sono Molti Modi - Afterhours
  8. Cromatica (Featuring Lucio Dalla) - Marta Sui Tubi
  9. Acqua Stagnante - Daniele Silvestri
  10. Figlio Di Un Re - Cesare Cremonini
  11. I Soliti - Vasco Rossi
  12. Immaturi - Alex Britti
  13. Rette Parallele - Dente
  14. Non So Più Cosa Fare - Adriano Celentano
  15. Ballata Dell’amore Cieco O Della Vanità - Fabrizio De André
  16. Statte Zitta - Mannarino
  17. Polpo D’amor - Vinicio Capossela
  18. Nina - Paolo Conte
“Dove il rosso e il blu si accarezzavano

Fu tutto viola per magia

Quando il giallo e il blu s’intrappolarono
Diventò tutto verde fino all’orizzonte

Giallo e rosso senza ipocrisia
Decisero di entrare l’uno dentro l’altro
Perché arancione dentro la voglia cresceva in se

Quando si trovarono di fronte il verde e il viola riconobbero una sfumatura blu
Bianche nuvole di notte esplosero nel vento che ne fece un grande cielo azzurro

CromaticaMarta Sui Tubi

 

Tra chiari e scuri siamo arrivati a metà di questa playlist dove troviamo Acqua Stagnante, brano di passaggio preso dall’ultimo album di Daniele Silvestri che è sempre un piacere ascoltare. Seguono Cesare Cremonini con Figlio Di Un re, canzone molto piacevole da non sottovalutare che una volta ascoltata ha il potere di rimanerti in testa tutto il giorno, Vasco Rossi con I Soliti, brano alla vecchia maniera di quelli che non sbagliano mai, Alex Britti con Immaturi che porta una ventata di gradevole frivolezza.

E poi arriviamo a Dente, un vero talento, un fenomeno, uno degli autori che più mi piacciono. Rette Parallele è un brano preso dal suo ultimo disco, ennesimo capolavoro di un autore che sa stupirmi, che arriva a toccarmi dentro e che non mi stancherò mai di consigliare. Dopo di lui Adriano Celentano con Non So Più Cosa Fare, brano dal testo impegnato un po’ alla Manu Chao che musicalmente si infila perfettamente dopo il finale quasi sud americano di Rette Parallele. A seguire  e per finire la Ballata Dell’Amore Cieco O delle Vanità di Fabrizio De André che va cantata a memoria e ballata (perché no!) sfrenatamente, Statte Zitta di Mannarino che è meravigliosa, Polpo D’amor di Vinicio Capossela che ha un testo divertente e Nina di Paolo Conte per chiudere la playlist nel migliore dei modi.

Logo Radio Casa Bastiano

Radio Casa Bastiano è una webradio amatoriale curata e gestita da Michele Lanzarini che trasmette tutti i giorni a tutte le ore solo buona musica. Per ascoltarla vi serve solo un dispositivo connesso ad internet: se avete un computer potete utilizzare iTunesWindows Media PlayerWinampReal Player; se avete un iPod, un iPhone o un iPad potete scaricare l’App ufficiale di RCB. Se vi piace RCB la cosa più bella che potete fare è consigliarla a tutti i vostri amici tramite Facebook e Twitter. Buon ascolto!

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!

8 commentiCosa ne è stato scritto

  1. Penelope Pras

    Bella. Concordo su Subsonica e Battiato a tutto volume, mi incanta la canzone dei Marta sui tubi con Dalla(splendido titolo). Per quanto riguarda i Negrita…beh, il mio cuore si è fermato al 1999.

    Rispondi
    • Greenvespa

      ahh Penelope… i Negrita del 1999 sono una fitta al cuore perché so che non torneranno più, ma da allora alcune cose più recenti si ascoltano volentieri

      Rispondi
      • Penelope Pras

        Vero. Ad esempio, mi sono piaciute le contaminazioni post-viaggio in sudamerica. Ma mi riesce impossibile non fare paragoni con Negrita, Paradisi per illusi, XXX e Reset…ahimè.

        Rispondi
  2. marinda

    E non è colpa mia, se esistono i carnefici, se esiste l’imbecillità,
    se le panchine sono piene di gente che sta male …

    Rispondi

Perché non lasci qualcosa di scritto?