Ce l’avevamo duro

1
Share on Facebook220Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Ce l’avevamo duro. Ce l’avevamo duro, ma così duro che lo dicevamo a tutti. Ce l’avevamo duro, ma così duro che siamo gli unici che esistevamo quando c’erano ancora Craxi e Andreotti. Ce l’avevamo duro, ma così duro che ci siamo messi in canottiera per far vedere che ce l’avevamo duro.

“Silvio, te l’avevo detto che ce l’abbiamo duro, ed è per questo che qui oggi è pieno di donne!” (Bossi durante un comizio contro la finanziaria, 21 ottobre 2006)

Ce l’avevamo duro, ma così duro che eravamo gli unici che erano contro chi non ce l’aveva duro e pensava solo a rubare e a metterlo in quel posto agli onesti cittadini.

Ce l’avevamo duro, ma così duro che basta i partiti! basta i terroni! basta le clientele e le ruberie! Ce l’avevamo duro, ma così duro che i ladri romani adesso li mandiamo tutti in galera! Ce l’avevamo duro, ma così duro che siamo stati gli unici a dire che Berlusconi era un mafioso. Ce l’avevamo duro, ma così duro che poi con Berlusconi mafioso ci siamo messi insieme. Perché ce l’avevamo duro.

Ce l’avevamo duro, ma così duro che ce l’avevamo con i negri e gli extracomunitari che ci rubavano il lavoro. E allora abbiamo fatto una legge sull’immigrazione, però poi abbiamo continuato a lamentarci dei negri e degli extracomunitari. Perché ce l’avevamo duro.

Ce l’avevamo duro, ma così duro che dicevamo sempre che dovevamo fare il federalismo e liberarci di terroni e romani. E allora siamo andati al governo dove si decidono le cose, ma poi il federalismo non l’abbiamo fatto perché altrimenti come facevamo a far capire che la colpa era di meridionali e i romani che rubano e pensano solo alle loro famiglie terrone.

Ce l’avevamo duro, ma così duro che i partiti al governo sono tutti ladri, pensano solo alle poltrone e noi invece lì a lavorare e pagare montagne di tasse. Poi siamo stati al governo anche noi, per oltre dieci anni, ma noi ce l’avevamo duro.

Ce l’avevamo duro, ma così duro che in vent’anni non abbiamo combinato niente, abbiamo solo urlato che ce l’avevamo duro, insieme a quelli che credevano di averlo duro come noi. E poi un giorno ci siamo ritrovati lì, senza mutande, nudi davanti a tutti…e allora mi sa che adesso tutti hanno capito perché dicevamo che ce l’avevamo duro: perché in realtà….

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook220Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Cosa ne è stato scritto

Perché non lasci qualcosa di scritto?