San Valentino, ovviamente.

Share on Facebook30Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Keep calm and carry on

Keep calm and carry on

10 cose da fare o non fare (e una ASSOLUTAMENTE da non fare) a San Valentino se avete meno di 18 anni.

1. Non fare regali strani. Basta del cioccolato. Ma bisogna informarsi sui gusti della persona a cui vogliamo fare il regalo: preferenze, eventuali allergie, gusti odiati… Per non fare brutta figura!

2. Assicurarsi di tenere i cioccolatini in un luogo freddo e asciutto. A meno che non si voglia regalare una poltiglia informe al sapore di cioccolato, ovviamente.

3. Evitare i mazzi di fiori. Sono troppo esagerati per una festa così semplice, meglio tenerli come asso nella manica per eventuali cene romantiche o simili.

4. Nel caso che l’altra persona non vi abbia preso niente, non lamentatevi. Già si sentirà uno schifo per non averlo fatto, non girate il coltello nella piaga. Dite che non fa niente, sorridete, e vedrete che presto arriverà un regalo anche per voi, accompagnato da mille e più scuse.

5. Nel caso invece siate voi a non aver preso niente, non lasciatevi prendere dal panico. Sorridete mantenendo la vostra migliore faccia da poker, accettate il regalo e fate per prendere il vostro. Ma.. Oh! L’avete dimenticato a casa!! E casa vostra è molto, molto lontana da lì. (o a casa di un qualche parente, se siete a casa vostra) Scusatevi e, appena se ne va, correte a prendere qualcosa. Sempre rispettando le precedenti regole ovviamente!

6. Non siate così patetici da fare il regalo di San Valentino al ragazzo (o alla ragazza) che vi ha appena lasciati. Quel minimo di dignità ci vuole sempre. Fate vedere che siete superiori e mangiate con gioia i cioccolatini che eventualmente avevate già preso. Sarà una gran soddisfazione!

7. Se una persona sgradita vi fa un regalo, potete scegliere due strade. Accettare gentilmente il regalo e andarvene, o declinarlo altrettanto gentilmente e fuggire prima che questa persona vi chieda perché non accettate il suo pegno d’amore.

te la ricordi cosmo la neve

te la ricordi cosmo la neve?

8. Nel caso sia in programma un appuntamento galante, assicuratevi di avere il necessario. Un bel vestito, una bella messa in piega… e se siete voi ad invitare, per piacere, ricordatevi il portafoglio. Poi magari non vi servirà perché l’altro si offrirà con gioia di pagare, ma non ci sarebbe niente di peggio che finire la serata a lavare i piatti del ristorante. Da single, ovviamente.

Lilli e il Vagabondo: cena romantica.

Lilli e il Vagabondo: cena romantica.

9. Cena romantica a casa vostra? Non può mancare la musica! Un po’ di sottofondo ci vuole sempre, crea atmosfera e rilassa. E mi raccomando, nella playlist ci deve essere la “vostra” canzone. O la sua canzone preferita, o una che ricordi voi due. Renderà la cosa più carina e ancor più romantica.

10. Nel caso l’altra persona sia ammalata, non lasciatela sola a deprimersi a letto con fazzoletti vari. Andate da lei, passate con lei tutto il pomeriggio come se fosse la cosa più normale del mondo (a meno che non sia affetta da un morbo gravissimo e/o altamente contagioso). La farete sentire molto, molto speciale.

Il libro preferito di Jeany Zen

Il libro preferito di Jeany Zen

E per concludere ecco l’11, una cosa da NON fare assolutamente. Nel caso la mattina di San Valentino vi svegliate con l’inspiegabile voglia di fare un regalo alla persona che amate anche se questa ha altro per l’animo che ricambiare i vostri sentimenti, nel caso che vi portiate dietro un cioccolatino ma questo vi si sciolga in tasca e nel caso vi spingiate fino al bar più vicino a prenderne un altro, vi prego, non lanciatelo contro il vostro amato.

Può essere considerato un atto di enorme coraggio, ma potreste sempre sbagliare mira e tirarglielo in testa. E sicuramente questa persona rimarrà terrorizzata da questo gesto così espansivo.

Cioccolatini a forma di Mii della Wii

Cioccolatini a forma di Mii della Wii

Perciò, se il famoso cioccolatino vi si scioglie in tasca, prendetelo come un segno del destino.

E se proprio volete andare contro il destino, DATEGLIELO, non tirateglielo.
(riferimenti a fatti e persone realmente accaduti è puramente casuale)
(e chi ci crede?).

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook30Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Tag

Chi lo ha scritto

Jeany Zen

Sono nata il 12 settembre 1996. Il giorno dopo ero già innamorata e alle medie ho pubblicato un libro: "Il principe di gesso". Ora faccio la seconda ginnasio. Queste le mie citazioni preferite:
"La vita è un mistero da vivere e non un problema da risolvere"
[En Ergos] 

"La sua voce magica muta le parole in seta pura, in carne ed ossa"
[Cuore d'Inchiostro]

"Le creature delle stelle sono rare, sarai fortunato ad incontrarne un'altra"
[Stargirl]

"Giura che tornerai. Non importa come, non importa quando, non importa con chi, ma giura che tornerai"
[Il Principe di Gesso]

"Ci sono persone senza le quali non possiamo vivere che dobbiamo lasciar andare"
[JJ, Criminal Minds]

"E' come nella fiaba. Solo che questa volta la bella non è addormentata, è morta"
[Mac Taylor, CSI:NY]

Perché non lasci qualcosa di scritto?