Libreria Taschini consiglia

Share on Facebook15Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

I consigli della “Libreria Taschini” per regalare un libro a Natale

Il libro dei libri, Luca Giorgi
In questa rassegna bibliografica di Luca Giorgi uscita per Mattioli1885, ce n’è veramente per tutti i gusti e per tutte le occasioni. Quello intrapreso dall’autore è un viaggio fantastico nei meandri dell’editoria italiana, e poco importa se nessuno dei libri di cui parla è rinvenibile nelle librerie dello stivale. Il vero viaggio che il lettore curioso intraprende sfogliando questo libro, infatti, è quello che attraversa tutte le pieghe dell’idiozia editoriale.
Un viaggio che troppo spesso noi lettori ci troviamo a fare in ogni libreria e megastore: luoghi affollati di libri non certo meno assurdi e idioti di quelli di cui ci parla Giorgi, le cui “creature”, perlomeno, hanno la buona creanza di esistere soltanto nella fantasia (ogni tanto malata) nel loro creatore.

La vera storia di Babbo Natale, Alfio e Michele Maggiolini.
“Caro Babbo Natale…” Dal 1822, la sua data di nascita, questa figura paterna e suggestiva viene evocata, in ogni famiglia in cui ci sia un bambino, come dio moderno in cui si incarna il Natale. Da Gesù Bambino a Santa Claus, il significato religioso è venuto meno e Babbo Natale è ormai l’icona onnipresente dello shopping natalizio.
Eppure la sua vita è effimera, dura pochi giorni, perché è destinata a essere svelata come illusione non appena si raggiunga l’età della ragione. È giusto che gli adulti non dicano la verità ai bambini? E siamo sicuri che l’uso dell’immaginario sia oggi il modo migliore per far comprendere loro la funzione del padre?

Drive di James Sallis
Un film magnifico, il più bello del 2011, un grande noir malinconico. La fuga cui è costretto dopo una rapina andata male è “Driver anche l’occasione per ripercorrere le tracce della propria esistenza, della propria passione per le auto, della propria bravura riconosciuta da attori e registi nella mecca del cinema. Ed è anche l’occasione per riflettere sui motivi per cui un uomo non può cambiare strada nella vita, non ha la scelta di uscire da una cupa realtà che lo accompagna fin dalla nascita e che sempre più appare scaricargli addosso tutta la propria brutalità e violenza”.

Musica per un incendio di A.M. Homes
Tornano Paul ed Elaine, gli “adulti da soli” nevrotici e insicuri che abbiamo conosciuto nell’indimenticabile raccolta La sicurezza degli oggetti. I figli sono cresciuti, ma i genitori sono sempre più impantanati nella fatica di essere normali. Un po’ per scherzo e un po’ per non morire, alla ricerca di una via  di fuga, credono di trovarla dando fuoco alla loro stessa casa. Un colpo al cuore della borghesia americana dei sobborghi

Un giorno di David Nicholls
Non l’avete ancora letto? allora siete di coccio. La più bella storia d’amore degli anni zero…

Il tempo è un bastardo di Jennifer Egan.
Un romanzo fatto di racconti tra San Francisco, Napoli e New York e tra gli anni settanta e oggi, in cui le vite dei vari protagonisti si intrecciano, di sottofondo sempre ottima musica.

Il Paese dei buoni e dei cattivi di Federica Sgaggi
Perché il giornalismo, invece di informarci, ci dice da che parte stare. Appelli-petizioni invece di approfondimenti, racconti emotivi e dibattiti tv invece delle inchieste, personaggi simbolo da esaltare o distruggere: l’informazione in Italia si è ridotta a un infinito sermone in cui viene detto per cosa indignarci, per cosa commuoverci, per quale causa firmare. Capire questa degenerazione è il primo passo per arginarla.

Il Pranzo in famiglia,  “Cucinare a casa con Ferran Adrià”
Le ricette fattibili anche da noi comuni mortali del genio catalano, avrete un parente che ama la cucina, o no?

Tunnel di Altan
Satira pura, la migliore sempre…

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook15Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?