Il diario del mese

4
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

botti di capodannoUn altro mese è passato, attentati inventati e martiri veri, fiducia al governo e sfiducia generale. Il 2000 e Undici è partito carico di … lasciamo perdere

11 dicembre 2010

 

Vai con un altro mese che ha portato via il 2010, lasciamo la strada vecchia per la nuova e andiamo a incominciare.

 

12 dicembre 2010

 

piazza fontana: l'inizio delle stragi di stato

 

Ricorre oggi il quarantunesimo anniversario della strage di Piazza Fontana, la strage con la quale settori dello stato usarono manovalanza fascista per inaugurare la strategia della tensione. La commemorazione. La strage impunita

 

13 dicembre 2010

 

La Fiat lascia (finché le fa comodo) la Confindustria. Un bello schiaffo per la confederazione presieduta da Emma Marcegaglia. Ansa

 

14 dicembre 2010

 

parlare di capelli è fuori contesto

 

Il governo ottiene la fiducia della Camera grazie al ribaltone di alcuni deputati eletti tra le file del centrosinistra. Fini ha subito il voltagabbana di alcuni dei suoi ed ammette la sconfitta. Il governo va avanti con una maggioranza risicata contando sulla campagna acquisti natalizia. La fiducia sul corriere

 

La giornata è stata caratterizzata da una manifestazione di protesta di decine di migliaia di persone tra cui studenti, disoccupati, precari ed infiltrati della polizia. Il Corriere

 

15 dicembre 2010

 

Fini, Casini e Rutelli indicono un incotro il cui ordine del giorno è: e adesso che cazzo facciamo? Niente di che, aspettiamo. Berlusconi etichetta i tre come l’alleanza dei falliti. Dubito che useranno questo nome per il loro partito. La Stampa

 

16 dicembre 2010

 

Dati Confindustria: numeri impietosi per l’Italia: disoccupazione alle stelle, crescita lenta, tassazione a livelli record. Il sole 24 ore

 

Dati OCSE: Italia seconda in Europa per la disoccupazione giovanile. La pressione fiscale intanto raggiunge livelli record.La Repubblica

 

17 dicembre 2010

 

Guerra civile in Costa d’Avorio. Decine di morti. La notizia è che alcuni organi di informazione danno la notizia. La Repubblica

 

18 dicembre 2010

 

L’Inter di Milano si laurea campione intercontinentale di calcio aggiungendo un nuovo prestigioso titolo a quelli ben più importanti già vinti nel 2010. La Gazzetta

 

19 dicembre 2010

 

Alla fine il parlamento USA riesce ad abrogare la norma conosciuta come Don’t ask, don’t tell che discriminava gli omosessuali nell’esercito. Queerblog

 

20 dicembre 2010

 

Il governo di destra ungherese approva una legge bavaglio per tutta l’informazione (tv, radio, stampa, internet …), una norma che impone il controllo diretto di un’autorità nominata dal governo su qualunque notizia pubblicata. Nel periodo in cui i magiari erano sotto il controllo di Stalin c’era più libertà. Sky TG24

 

bearzot in trionfo nel 1982

 

21 dicembre 2010

 

E’ morto il grande vecio Enzo Bearzot, CT dello storico mondiale di calcio vinto dall’Italia nel 1982. La sua Italia è stata la squadra più amata di sempre. La Gazzetta

 

22 dicembre 2010

 

La Corea del Sud mostra i muscoli ed avvia un’enorme esercitazione militare ai confini con la Corea del Sud. AGI News

 

23 dicembre 2010

 

Approvata definitivamente la legge Gelmini sulla Università.

 

Accordo separato tra FIAT e parte dei sindacati (FIOM-CGIL esclusa) per il rilancio dello stabilimento di Mirafiori. L’accordo prevede investimenti da parte dell’azienda, sacrifici da parte dei lavoratori che si vedono privare parte dei loro diritti e l’espulsione della FIOM dalla fabbrica. Il Corriere

 

24 dicembre 2010

 

Il Senato americano ratifica l’accordo USA – Russia per il disarmo. E’ un successo della mediazione del presidente Obama con i repubblicani che dopo le elezioni di midterm detengono la maggioranza. L’Unità

 

25 dicembre 2010

 

Un altro Natale difficile per i cristiani che nonostante tutto continuano a vivere in aree difficili, in cui non sono accettati. Lo fanno con Fede vera. Tanti auguri ai credenti pakistani, nigeriani, indiani, cinesi, iracheni, iraniani, … e soprattutto ai sempre meno cristiani rimasti a presidiare la terra Santa. Per loro è una Missione sempre più difficile.

 

26 dicembre 2010

 

Uno studio del Partito Democratico sviscera quali saranno gli effetti del tanto atteso federalismo fiscale: i comuni meridionali saranno penalizzati, i comuni del nord ci guadagneranno. Il Corriere

 

27 dicembre 2010

 

I proclami di Berlusconi sui rifiuti di Napoli servono a nascondere la spazzatura sotto il tappeto per pochi giorni. Di solito i pochi giorni a cavallo di una tornata elettorale o di un cruciale voto parlamentare. Ora Napoli è di nuovo sommersa, dovrebbe essere liberata per l’11 gennaio 2011 quando la consulta si pronunzierà sul Lodo Alfano. Il Corriere

 

28 dicembre 2010

 

Aumento di imposte e tariffe, crescita dei costi per alimentari e carburanti … il 2011 porterà per ogni famiglia un salasso a partire da 1000 euro. Senza sconti per nessuno. TG1

 

29 dicembre 2010

 

Il finale di questo bel 2010 consolida le due tendenze più trandy dell’anno: il finto attentato cialtrone usato per farsi pubblicità a basso prezzo (petardi alla sede della Lega Nord di Gemonio) e la dichiarazione perentoria che il problema dei rifiuti a Napoli sarà risolto in pochi giorni (ennesimo proclama parolaio del presidente del consiglio per bocca del mellifluo Gianni Letta).

 

marchionne torna indietro di 100 anni

 

30 dicembre 2010>

 

Firmato l’accordo per lo stabilimento FIAT di Pomigliano: più produttività, meno diritti. CISL e UIL cantano vittoria per aver fatto fuori la FIOM (che proclama l’ennesimo sciopero), poco importa se pagano i lavoratori. La Repubblica

 

31 dicembre 2010

 

Strage di cristiani ad Alessandria d’Egitto. Un kamikaze si fa esplodere all’uscita dalla messa della mezzanotte ed uccide 21 fedeli della comunità copta, la più antica comunità cristiana del mediooriente. La Repubblica

 

1 gennaio 2011

 

Il 2011 è iniziato di sabato. Brutto segnale: quest’anno dal 25 aprile al primo maggio al Natale un sacco di feste cadranno nel fine settimana. Gli addetti al turismo già chiedono la calamità naturale. Auguri. Buon 2000 e Undici.

 

2 gennaio 2011

 

Continuano le reazioni agli attentati kamikaze che hanno causato 21 morti nella comunità cristiana in Egitto: scontri tra cristiani e autorità egiziane, proclami da parte delle autorità religiose che al di là delle intenzioni acuiscono gli scontri. Il Corriere

 

3 gennaio 2011

 

Marchionne avanza come un bulldozer: o accettate tutto quello che dico io, o me ne vado in Europa dell’Est o in Sud America (è quello che vorrebbero dire molti mariti). Anche le borse apprezzano questi discorsi e infatti il debutto della newco è davvero buono. La Stampa

 

4 gennaio 2011

 

Il Vaticano così abile quando c’è da far cassa con scuole cattoliche e cliniche private, non riesce a trovare la sponda nei governi amici quando c’è da proteggere le comunità cristiane minacciate. La Repubblica. Per il Papa la minaccia ai cristiani viene dall’educazione sessuale. Benedetto XVI come Berlusconi pensa solo a quello. La Repubblica

 

5 gennaio 2011

 

Berlusconi fa copia e incolla da un discorso, poi scartato, di De Gasperi del 1948 (o forse di uno di Nicola II del 1917), interviene in una trasmissione di tette e culi e dice che i comunisti lo vogliono fare fuori per prendere il potere. Il Corriere

 

6 gennaio 2011

 

Il tasso di disoccupazione cresce ancora ed arriva al 8,7%. Tra i giovani addirittura al 28,9%. La Repubblica

 

7 gennaio 2011

 

Al via le celebrazione per i 150 di vita dell’Italia. Grandi feste non ce ne sono. Il Corriere

 

8 gennaio 2011

 

Negli USA il solito squilibrato, integralista cattolico, razzista, armato fino ai denti fa una strage ad un comizio di una deputata democratica pro aborto, già finita nella lista nera di Sarah Palin. Il Corriere

 

9 gennaio 2011

 

Continua la rivolta del pane in Algeria e Tunisia. Gli effetti della crisi e il rialzo dei prezzi delle materie prime stanno mettendo in ginocchio i paesi poveri che stavano faticando raggiungere un benessere collettivo. L’aumento delle tasse su pane e generi di prima necessità ha scatenato rivolte nei quartieri più poveri in varie città dell’Algeria e della Tunisia dove ci sono già più di 50 morti. Il Corriere

 

 

10 gennaio 2011

Consumi a picco: si torna ai livelli del 1999 quando per dirne una avevamo ancora il vecchio conio (le lire). La Repubblica

 

scarpe rosse eppur bisogna andar

11 gennaio 2011

 

 

Il nome più ricorrente di questo mese è quello di Battisti, purtroppo non il cantante, ma l’assassino italiano in fuga in Brasile. Siccome il nostro governo si porta vanto di combattere i comunisti e di voler annientare la sinistra, ha dato sponda alla difesa del delinquente e a chi ha interesse a dichiararlo prigioniero politico. Risultato: il Brasile non estrada prigionieri politici e Battisti non sarà, al momento incarcerato in Italia. Ci vorrebbe davvero quel gran genio del mio amico per potere ripartire, certamente non volare, ma viaggiare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!

Tag

Chi lo ha scritto

Paolo Flamigni (Gigi)

Twitter Sito web

Una laurea in informatica gli dà il pane quotidiano. Folgorato da un pellegrinaggio in Terra Santa si iscrive al Dams Cinema che sospende a pochi passi dalla meta per fattori esogeni tipo la paternità e i suoi straordinari effetti collaterali L'indole fin troppo mite lo porta all'infatuazione per l'uomo forte nella forma di personaggi vari come Clint Eastwood, José Mourinho o Santa Chiara da Assisi. Scrive di cinema,  se volete conoscere i suoi gusti potete leggere gli 11 film che salverebbe dalla fine del mondo

4 commentiCosa ne è stato scritto

  1. giorgio marincola

    Kiki, Padoa Schioppa è riverito nel R.I.P. di questo mese, anzi è stato l’ispiratore del R.I.P. di questo mese.

    Il R.I.P. di Tremonti è presto scritto, parafrasando Miglio:

    Tremonti? Una scoreggia nello spazio!
    Non ci mancherà. Una prece.

    Rispondi
  2. Gigi

    Ringrazio, ma davvero non capisco come da questa fredda cronaca si possa concludere che io sia interista e (ottimista e) di sinistra

    Rispondi
  3. giuliocesare

    Amici, italiani, concittadini! Leggete questa rubrica, puntuale e spigliata! Onore al compagno Gigi!

    Rispondi
  4. kiki

    Capisco l’evento del Titolo intercontinentale galattico dell’Internazionale Football Club, ma lo stesso giorno si è tenuta la festa de L’Undici. Ne hanno parlato tutti i giornali…
    Invece, nemmeno una riga sull’esonero di Benitez? A me ‘stu diario del mese mi è sempre sembrato più a sinistra di Moratti…

    (a parte tutto, un’altra notizia decembrina mi aveva colpito parecchio: la morte di Padoa Schioppa, odiato dalla Lega. Propongo che per fare ammenda l’Undici pubblichi il prossimo mese un bel R.I.P. di Giulietto Tremonti)

    Rispondi

Perché non lasci qualcosa di scritto?