Loggia PD(ue)

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

struttura della massoneriaSi può essere di sinistra e massoni? L’Italia dei clan e di CiElle è diversa dagli Stati Uniti delle lobby e delle confraternite studentesche? Qual è l’accusa?

Il Gran Maestro d’Oriente racconta a Repubblica che su 21000 iscritti alla massoneria (solamente?) circa 4000 vengono dal PD. Il Gran MogolI “potenti” sarebbero svariate centinaia. Qual è il problema? Forse che le liste sono segrete e che la fratellanza impone una certa “collaborazione”… Insomma due massoni si incontrano, si fanno un segno di riconoscimento (non so, toccarsi il mignolo o infilarsi la lingua nell’orecchio, peccato che per essere massoni bisogna essere uomini), poi uno chiede all’altro un favore che sarà difficile negargli. Quello che succede, magari più sfacciatamente, anche con Opus Dei o CL, senza dimenticare i Boy Scout, il Rotary o il Lions Club. Tra l’altro, ci ricorda Wikipedia, anche la Croce Rossa o l’Avis sono state fondate da massoni.
Ora, se non fossimo in Italia, il problema non sarebbe tanto la massoneria in quanto tale, visto che la sua filosofia fa riferimento a principi di grande valore etico (guardatevi wikipedia se volete sapere quali sono). Il problema è che in Italia anche l’Ultimate Frisbee è una piccola lobby. Si vive per lobby.
Però anche qui sarebbe ingiusto imputare tutti gli onori e oneri al Belpaese, per quanto il paese della “mafia” per eccellenza. L’Oxford English Dictionary dice che per mafia si intende (terza definizione) “Any group regarded as exerting a secret and often sinister influence”. Aggiunge riportando un esempio dal Times dell’11 ottobre 1866: “Indeed, the Maffia, a secret society is said to include among its members many persons of an elevated class.”
Una classe elevata, una società segreta, influenza. E’ nel nostro DNA.
Ci provano anche gli americani, ovviamente, e potenti mafie locali le troviamo in India, Cina, Russia, Giappone… Ma senza scendere nel criminale, il punto è che le “lobby” (le associazioni per esercitare influenza) sono una legittimissima espressione della democrazia occidentale.
Il problema – caso mai – è dove si ferma questa legittimità. Quando lede i diritti e la libertà dei non associati. Assumere la baby sitter consigliata da un amico è la migliore delle soluzioni. Far nominare proprio figlio in un incarico pubblico grazie alle amicizie è illegale.
Ma qui non si sta facendo una lezione di etica. Il problema non è l’illegalità, è la miopia.
Il vero male dell’italia è che anche queste espressioni (o deviazioni) raggiungono interessi esclusivamente di “breve periodo”. Generano più o meno vantaggi sostenibili solo per poco tempo. Passano un paio di generazioni e rimangono solo i danni.
E allora, se vogliamo salvare la massoneria, bisogna che cacci fuori i Piddini.

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Chi lo ha scritto

matzeyes

Nato nei favolosi anni settanta, si sente scienziato (e incredibilmente lo pagano come tale), romantico, padre sapiente, nostalgico, sognatore (ad litteram), scrittore, giornalista, teorico della cospirazione, giocatore di baseball, cittadino del mondo (più d'Europa), anticonformista, rivoluzionario di sinistra, vero cattolico. In realtà è solo un (po') coglione, ma almeno è anche lui un fondatore de l'Undici.

Perché non lasci qualcosa di scritto?