Il diario del mese – l’undici di giugno 2010

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

un disastro    dietro l'altro, sempre gli stessi

 

Maggio vai adagio, ma qua si è tornati indietro. Le notizie sembrano le stesse del mese scorso. Leggete questo diario, vi giuro che non ho fatto copia e incolla dall’Undici di maggio.

11 maggio 2010

 

Avevamo il sospetto da tempo, ma il buongiorno dell’attento Massimo Gramellini ce lo conferma: il tempo si è fermato: se si sfoglia un quotidiano del 2002 le notizie (euro in difficoltà, finanziara lacrime e sangue, disastro ambientale da piattaforma petrolifera, la Lega al governo che reclama il federalismo, il PDS (ora PD) spaccato a metà …) sono le stesse, e anche i nomi. Come dice Gramellinini l’unica differenza è in una foto: 8 anni fa Berlusconi era molto più vecchio.

 

12 maggio 2010

 

Dopo il disastro ambientale causato dalla piattaforma petrolifera della BP, per finanziare (Il corriere)

 

13 maggio 2010

 

Fatima: la terza profezia non si è ancora compiuta. Terrore e morte incomberanno su di noi fino ad allora. Questo è l’annunzio di Papa Ratzinger nell’anniversario dell’apparizione della Madonna ai pastorelli il 23 maggio 1917. Amen.

 

14 maggio 2010

 

Saltano fuori i nomi di politici, prelati e robe varie finanziati dall’imprenditore Anemone (Repubblica). Ci sono un sacco di bei nomi, da Scajola a Bertolaso (e 36 dei suoi parenti), a Mancino, a Lunardi etc. etc. Il palazzo ha la pancia piena ma ora è un po’ in apprensione (La Stampa), la guerra tra bande nel PdL è appena iniziata (ce lo dicono i giornali che scrivono sotto dettatura del premier ed è questo che preoccupa il Silvio, che a parole invoca pulizia (come ci ha abituato da sempre le sue parole cavalcano la pancia degli italiani, poi i fatti sono completamente indipendenti da quello che dice, anche se solo i tifosi del Milan sembrano essersene accorti).I tifosi del Milan cominciano a sospettare che il Silvio sia un gran chiacchierone (o per lo meno che lo sia diventato)

 

15 maggio 2010

 

In Thailandia ormai è guerriglia tra governo e opposizione guidata dalle camice rosse. Si combatte per le strade di Bangkok. Gli Stati Uniti sono costretti ad evacuare l’ambasciata. Noi occidentali, sinceramente, ci capiamo poco. (Il corriere)

 

16 maggio 2010

 

la rosea gazzetta celebra lo scudetto nerazzurroL’Inter anche il   quotidiano sportivo romano rende onore allo scudetto dell'intervincendo a Siena per 1a0 (gol di Milito) si aggiudica il campionato di calcio e bissa il successo già ottenuto in Coppa Italia. La squadra del presidente Moratti vince lo scudetto per il quinto anno consecutivo ed arriva a 18 titoli superando il Milan fermo a 17. La notizia sul sito dell’Inter

 

 

 

 

 

 

 

17 maggio 2010

 

Grave attentato in Afganistan: uccisi due soldati italiani e altri due sono in gravi condizioni. Segue il dibattito sull’utilità della missione fino a quando il fatto non è più di moda. La novità è che la lega Nord non è più d’accordo sull’utilità della presenza degli italiani in Afganistan. Berlusconi: stare là; Calderoli: tornare a casa. In ogni caso è che in generale l’opinione pubblica reagisca alle notizie provenienti da questa guerra iniziata quasi 9 anni fa con un enorme sbadiglio. Anche se muoiono due ragazzi italiani. Il ministro della difesa nel giorno del lutto si prodiga in un tempestivo comunicato in cui esprime il suo massimo rammarico per il comportamento dei giuocatori del siena nella partita contro l’Inter. Il comunicato del ministro della difesa.
Il giorno successivo nuovo attentato a Kabul: 18 morti. La guerra ripete se stessa.

 

18 maggio 2010

 

Il senato approva il decreto contro le intercettazioni. Per farle occoreranno gravi indizi di reato. E pene severe per chi le pubblica. E’ inutile dire che questa legge è un vero e proprio colpo di spugna per inchieste attuali e future su corruzione, mafia, terrorismo, reati contla vita  usciva dal volto d'altri tempi di Edoardo Sanguinetiro la pubblica amministrazione… Gli editori sono uniti contro la legge. Tranne la Mondadori i cui dipendenti devono obbedire al loro datore di lavoro (Silvio Berlusconi). da La Stampa. Il corriere. Gli Stati Uniti fanno pressioni per non dimininuire la libertà di stampa. Freedom House, l’organismo internazionale che certifica la libertà di stampa nei vari paesi (è davvero significativo che si chiami Casa delle Libertà proprio come il partito di Berlusconi che ha imposto questa legge) avverte che già siamo al 72esimo posto del mondo (pari merito con Benin, Honk Kong e India), ma mentre nei paesi del terzo mondo la libertà progressivamente conquista nuovi spazi, da noi piano piano gli spazi vengono ristertti dal governo del Popolo delle Libertà.  E non è un giuoco di parole.

 

E’ morto nella sua casa di Genova il grande poeta Edoardo Sanguneti. Uno degli ultimi intellettuali lucidamente antagonisti, nel senso più positivo del termine.
Una bella sintesi della usa biografia.
Un’intervista del 2003

Aforismi di Edoardo Sanguineti

 

19 maggio 2010

 

Sentenza d’appelo sui massacri gratuiti messi in atto dalla polizia durante il G8 di Genova del 2001, in particolare sui manifestanti inermi che alloggiavano nella scuola Diaz. La sentenza di appello ribalta quella di primo grado condannando tutti i vertici della polizia responsabili di quella assurda mattanza. Nel frattempo erano stati premiati con importanti promozioni. La Repubblica. Intanto il governo, con molti esponenti che erano in carica già nel 2001 (non il ministro degli interni Scajola, appena costretto alle dimissioni per questioni di corruzione e malaffare), si affretta a difendere gli esecutori materiali del preciso disegno politico che fu pesso in atto in quei giorni e quindi a schierarsi dalla parte degli autori delle violenze. Dichiarazioni Mantovano. La cronaca e i nomi di Genova 2001

 

In Thailandia la situazione precipita e l’esercito chiude nel sangue la protesta delle camice rosse. Duri scontri, incendi e molti morti (tra gli insorti) tra cui anche un fotografo italiano. Le camice rossse per il momento si arrendono.

 

20 maggio 2010

 

Il famoso federalismo fa un primo passo: viene approvato quello demaniale, in pratica il controllo su spiagge, laghi (tranne il Garda) e fiumi (escluso il Pò) passa alle Regioni (o altri enti locali). L’approvazione è bipartisan, in particolare Di Pietro (autoproclamatosi leghista di sinistra) vota a favore e il PD (come sempre a metà del guado) si astiene. Bossi canta vittoria: il passo è breve, prima del fedralismo vero, soprattutto fiscale, potrà fare promesse per i prossimi 3 o 4 lustri. (Il corriere)

 

21 maggio 2010

 

Le borse crollano, l’Euro è ai minimi da 4 anni. La disoccupazione negli Stati Uniti cresce. La Germania per conto suo vieta speculazioni al ribasso sui titoli di stato. In Grecia ondate di scioperi e proteste. Tutti i paesi europei stanno mettendo a punto manovre finanziarie per tagliare i costi e diminuire il deficit. Vi sembra di aver già letto tutto ciò? Probabile visto che da almeno due anni lo scenario è questo e ancora non si vedono vie di uscita. L’Europa sembra ancora bloccata da veti incrociati, intanto negli Stati Uniti Obama fa approvare la sua riforma della finanza (Repubblica). Ormai è chiaro a tutti che siamo messi maluccio se anche l’integralista dell’ottimismo Silvio Berlusconi annunzia che abbiamo vissuto sopra le nostre possibilità e che a causa della crisi di abbassare le tasse (ce lo promette da 16 anni ma non l’ha mai fatto) non se ne parla.

 

Importante scoperta: DNA artificiale, sbrigativamente si dice che si crea la vita artificiale. In Italia non si capisce bene cosa voglia dire perché non ce lo spiegano. L’unica notizia diffusa dai maggiorni quotidiani è che il Vaticano approva la scoperta. (Il corriere)

 

22 maggio 2010

 

l'inter quest'anno vince tutto: tre volte campioni: CAMPIONI AL CUBOL’Inter dopo aver eliminato i campioni di Inghilterra del Chelsea e i campioni di Spagna del Barcellona batte nella finale di Madrid i campioni di Germania del Bayern Monaco e si aggiudica la Champions League (già coppa dei campioni). Aggiunge così il titolo più prestigioso alla coppa Italia e allo Scudetto già conquistati in questa annata trionfale. L’Inter è la prima squadra italiana ad aggiudicarsi tutti e 3 i trofei nella stessa stagione. Finale di Madrid: Inter – Bayern Monaco 2a0 (Milito, Milito). La Gazzetta

 

23 maggio 2010

 

Festival del Cinema di Cannes: palma d’oro al film Thailandese Uncle Boonmee Who Can Recall His Past Lives (film che dicono davvero bello ma che chissà se riusciremo a vederlo in sala) di Apichatpong Weerasethakul (in Italia non è mai arrivato niente di suo). Buone notizie arrivano da Elio Germano vincitore (ex aesquo con quel figaccione di Javier Bardem) del premio come milgiore attore per il film La nostra vita di Luchetti (già nelle sale, andatelo a vedere che è un bel film ed Elio Germano merita davvero il premio). Migliore attrice Juliette Binoche che ci regala il suo fascino in Copia conforme di Abbas Kiarostami (viva la figa). Sentieri Selvaggi. My Movies

 

23 maggio 2010

 

Approvata in commissione alla camera la legge che per bloccare le indagini su amici e amici degli amici porrà molti limiti alle intercettazioni telefoniche e ne vieterà la pubblicazione. In molti, oltre ai soliti comunisti, a Repubblica, e al Fatto Quotidiano cominciano ad accorgersi dell’iniquità della legge. Il governo comunque ipotizza di farla passare attraverso un voto di fiducia. Per questa legge corsia preferenziale, per quella contro la corruzione per ora solo chiacchiere. (Repubblica). Video: i direttori dei quotidiani preoccupatimagistratura legata, informazione imbavagliata ... il governo se la ride

 

24 maggio 2010

 

Io lo so che mi ripeto, ma anche oggi le borse crollano e l’euro è ai minimi storici. Se si ripete la questione è grave (La Repubblica). Intanto il governo prepara una manovra da 24/30 miliardi di uero. Tranquilli che il Silvio dice che le tasse non aumenteranno e che lo stato sociale non verrà toccato. Io sono tranquillo, Regioni, Comuni, Sindacati e Confindustria no (il Vaticano per ora non si pronunzia). Reazioni

 

25 maggio 2010

 

Ecco qua la manovra: tagli agli enti locali, ai ministeri (non alla presidenza del consiglio e alla protezione civile); reintrodotta la rintracciabilità dei pagamenti di Prodi che Tremonti un paio di anni fa tacciava come norma liberticida; blocco delle pensioni e il solito condono, questa volta edilizio. Dovrebebro essere cancellate anche le province sotto i 220.000 abitanti. Il consiglio dei ministri ha approvato ma i condizionali sono d’obbligo visto il consueto assalto alla diligenza cui si assiste dopo ogni manovra (e visto l’incazzatura di ministri, regioni, comuni, sindacati …)

 

26 maggio 2010

 

In Giamaica è rivolta: guerra fra esercito e sostenitori del padrino del narcotraffico Christopher “Dudus” Coke. Posti di blocco e bossoli lungo le strade. E il boss che probabilmente è già volato a Cuba. Caos, almeno 60 morti. Il paradiso di raggae e ganja forse è esistito solo nei sogni fumosi, sicuramente, sicuramente dove domina il mercato degli stupefacenti, in Giamaica, come in Colombia, come in Afganistan libertà e giustizia sono sacrificate alla legge del narcotraffico. Il Corriere La Repubblica

 

27 maggio 2010

 

Il governo ha trovato in Confindustria la sponda per la sua manovra (Il Sole 24 ore). La gestione Marcegaglia d’altra parte è stata fino ad oggi schiacciata sulle posizioni filogovernative. La platea di industriali però non applaude più alle gag di Berlusconi. I ricchi non piangono, ma anche per loro non è più tempo di cabaret. Il gelo della platea.
Questa per il nostro capo del governo è stata una giornata campale, lo so che lo fanno tutti ma in questo caso è significativo riassumerla: annunzia una manovra ed esorta tutti gli italiani a fare sacrifici (Berlusconi che ci dice di fare sacrifici  suona un po’ come se Rocco Siffredi ci dicesse di non trombare) nello stesso giorno in cui il suo primogenito PierSilvio vara il suo nuovo yacht che ha una dimensione tale per cui solo i tagli della finanziaria gli impediranno di fare provincia. Quindi il Silvio va dagli industriali con una faccia tiratissima, quelli approvano anche la sua manovra, ma quando lui prova a fare uno dei suoi numeri chiedendo al pubblico chi vorrebbe Emma Marcegaglia ministro nessuno alza la mano, gelo totale, silenzio, discorso finito, smorfie di disappunto del premier. dopo aver dichiarato che se fosse stato lui l’allenatore del Milan al posto di Leonardo avrebbe vinto lo scudetto per distacco (il Milan è arrivato terzo a 12 punti dall’Inter e a 10 dalla Roma), verso sera si reca a Parigi (l’Europa vuole sapere e anche lei approva) e non trova niente di meglio di paragonarsi orgoglioso a Mussolini finendo per dare del gerarca al ministroTremonti. Insomma una vera giornata di merda: il lavoro della escort che lo aspettava in albergo sarà stato davvero durissimo.

 

28 maggio 2010

 

Il presidente degli Stati Uniti Barak Obama decide la svolta nella Strategia per la Sicurezza Nazionale: più multilateralismo e addio alla guerra al terrorismo (non si fa la guerra contro una tattica quale è il terrorismo) e l’estremismo islamico non è più il nemico (il nemico non è una religione per quanto concepita in maniera integralista), il nemico è Al Quaeda e chi agisce contro il popolo americano (e contro i suoi interessi), come l’Iran o la Corea del Nord. Il sole 24 ore
Tra chi sarà costretto a fare sacrifizi con la manovra economica c’è anche il ministero del tesoro che non farà l’asta per le frequenze Tv rinunziado a 3 miliardi di Euro (qualcuno dice 4,5 miliardi). Dato che ci sono modifiche e annunzi ogni giorno (e il capo dello stato Napolitano è già abbastanza incazzato) non parlerò più della manovra economica finché non sarà definitiva che di aria fritta ne parlano già tutti i giornali.

 

29 maggio 2010

 

La marea nera non si ferma. La BP ha annunziato e provato già 4 piani diversi, tutti falliti. Il fiume di petrolio continua a versarsi in mare, molto si è già depositato sul fondo. Obama interviene, forse non con la dovuta tempestività. Si tratta del più grande disastro ecologico di sempre. E il danno, già irreparabile, si ingigantisce di giorno in giorno. (il corriere)

 

E’ morto dopo una lunga malattia il mitico attore americano Dennis Hopper. Attore in “Gioventù Bruciata”, “Il gigante”, “Sfida all’O.K. Corral”, “Nick mano fredda”, “Easy Rider”, “L’amico americano”, “Apocalipse Now”, “Rusty il selvaggio”, “Osterman week end”, “Velluto blu” (tutti film da vedersi e rivedersi al più presto) nonché protagonista e regista di Easy Rider.

 

30 maggio 2010

 

Dopo aver scontato 2 anni di squalifica per doping, Ivan Basso torna alla vittoria conquistando la maglia rosa del Giro d’Italia. E’ stato un bel Giro, avvincente e con diverse tappe emozianti e combattute. Complimenti a Basso.
Agatha è la tempesta che colpisce il centroamerica: centinaia di morti e migliaia di senzatetto. Il bilancio del primo impatto è purtroppo ovviamente provvisorio.
Svolta del Vaticano: per i preti pedofili l’inferno sarà durissimo. Non so quale Santo abbia illuminato questa rivoluzionaria esternazione. Probabilmente fino ad oggi per i preti pedofili era previsto un meraviglioso paridiso pieno di paggetti e ninfette. (Il Messaggero)

 

31 maggio 2010

 

Soldati israeliani vanno all’arembaggio (in acque internazionali) di una nave turca che portava pacifisti di ONG di tutto il mondo verso la striscia di Gaza (Il corriere). E’ una strage: almeno 9 morti, decine di feriti, 490 passeggeri della nave arrestati e portati non si sa dove, gli altri rimpatriati in fretta. Non si hanno notizie dirette. Il mondo reagisce: riunioni straordinarie di Lega araba e ONU che a parole condannano l’operato di Israele che ribadisce che bloccherà tutte le navi di aiuti dirette a Gaza. Anche lo scrittore svedese Menkell a bordo. L’ira della Turchia. Il manifesto è dalla parte dei palestinesi. Il Giornale difende gli israeliani. L’Herald Tribune si preoccupa perché ora gli Stati Uniti dovranno prendere posizione.soldati israeliani

 

1 giugno 2010

 

In Italia disoccupazione ai massimi dal 2001: 8,9%. Tra i giovani sfiora il 30% e molti giovani non studiano nè cercano più una occupazione. In aprile persi 307mila posti di lavoro. Il corriere. Il Sole24 ore sottilinea i dati negativi: in tutta Europa disoccupazione record, solo in Germania l’occupazione cresce.

 

2 giugno 2010

 

Israele libera quasi tutti i pacifisti filopalestinesi arrestati (tranne i 9 uccisi e quelli di nazionalità israeliana) sulla nave di aiuti assaltata dall’esercito. Sembra che i passeggeri abbiano reagito con pugni e bastonate all’arembaggio e che questo abbia provocato la reazione dei soldati a colpi di fucile. Gli italiani presenti sulla nave denunziano di essere stati picchiati sulla nave stessa e in aeroporto e che molto materiale sarebbe stato sottratto dai soldati. L’ONU non indagherà bloccato dal veto degli Stati Uniti e dalle divisioni europee. 8 turchi e un americano uccisi, gli altri picchiati.

 

3 giugno 2010

 

Il Giappone ha un nuovo premier. Dopo un regno incontrastato dei conservatori dal dopo guerra nel 2009 i progressisti del Partito Democratico avevano vinto le elezioni, ma la mancata smantellazione della base americana ad Okinawa aveva fatto sì che i social democratici lasciassero il governo. Per il Giappone, si tratta del quarto leader di governo a interrompere il mandato in meno di quattro ann. Ora il Partito Democratico ci riprova con l’ex ministro delle finanza Nakto Kan.

 

4 giugno 2010

 

Borse a picco. Euro ai minimi. Non ho fatto copia e incolla ma purtroppo è la notizia più ricorrente degli ultimi mesi. Questa volta a trascinare al ribasso sono i dati sulla disoccupazione negli USA e sui conti taroccati dell’Ungheria (ma in un Ungheria non si producevano soltanto i film di Rocco Siffredi?). (La Repubblica). Anche il sole 24 ore lancia l’allarme: poca trasparenza nei mercati e oligopoli che la fanno da padrono e speculano ai danni di istituzioni ed investitori.

 

5 giugno 2010

 

smorzacandela della schiavone dopo il trionfo a parigiTennis: Francesca Schiavone vince il Roland Garros di Parigi. Per la prima volta nella storia un’atleta italiana si aggiudica un torneo del Grande Slam. La Gazzetta: Grandissima Schiavone
Il campione di Moto GP Valentino Rossi cade in prova e si rompe tibia e perone: stagione finita. Valentino promette di tornare più veloce di prima.
Il centrocampista della nazionale di calcio Marchisio storpia l’inno nazionale inserendo nel già claudicante testo di Mameli la strofa “Roma ladrona Iddio la creò”. (sicuramente ce l’ha con chi è al governo da 10 anni e porta i soldi del nord nelle casse delal capitale). Poi il ministro leghista  alla semplificazione (faciloneria) Calderoli attacca la nazionale di calcio italiana e la squadra campione d’Italia appena laureatasi campione d’Europa. Il ministro La Russa gli risponde per le rime in quanto tifoso dell’Inter. Non avendo argomenti i nostri ministri parlano di calcio sicuri che nessuno gli negherà un titolo in prima pagina.

 

6 giugno 2010

 

Dopo 25 anni (un quarto di secolo) dalla strage di Bhopal arriva la “giustizia”: per i 25.000 (venticinquemila) morti e le 500.000 persone con danni permanenti alla salutesono sono state condannate 8 persone con pena massima di 2 anni. Nessun americano ritenuto responsabile. (La Stampa). La strage di 25 anni fa.

 

7 giugno 2010

 

Ennesimo suicidio nelle carceri italiane: è il 29mo. La situazione drammatica nelle carceri italiane rende la prigione un purò luogo di punizione rinunziando al ruolo educativo e di reinserimento nella società. (Il corriere)
L’UE impone all’Italia di parificare l’età pensionabile delle donne ai 65 anni degli uomini. Nonostante l’aspettativa di vita femminile sia superiore non è previsto che donne debbano ritirarsi dopo gli uomini. (Il Sole 24 ore). Le necessarie riforme delle pensioni porteranno ad andare in pensione a 70 anni. (La Repubblica)

 

8 giugno 2010

 

Visto che i mezzi d’informazione si parla solo dei problemi personali del premier (anche Berlusconi annoia la platea della Federalberghi con un lungo monologo il cui unico argomento è sè stesso), chi vuole fare conoscere quali sono i problemi ad esempio che la scuola deve affrontare dopo la scure della ministra Gelmini si deve arrangiare e parlare alle persone sugli autobus (La notizia da radio città del capo): a Bologna un gruppo di insegnanti sono saliti sugli autobus urbani per recitare un messaggio informativo. “La scuola pubblica sta morendo“.

 

9 giugno 2010

 

Elezioni in Olanda. I Crsitiano democratici al governo crollano e il premier si dimette. <

strong>Laburisti e Liberali sono alla pari con 31 seggi. Il Partito della Libertà, razzista e reazionario, ha un exploit che lo fa diventare il terzo partito del paese con 23 seggi (14 in più rispetto al 2005). Sarà molto difficile trovare una maggioranza che governi. (La Repubblica)

 

10 giugno 2010

 

Nonostante la maggioranza schiacciante in parlamento, il governo per fare approvare la legge contro le intercettazioni ricorre alla fiducia. Magistrati, giornalisti, opposizione gridano al bavaglio, all’impossibilità di condurre indagini, alla fine della libertà di stampa. Cioé che Berlusconi sta applicando alla lettera il suo programma di governo, nonostante come lui afferma governare con questa Costituzione catto-comunista sia un inferno. La Repubblica Il Corriere

 

11 giugno 2010ecco un simbolo  dell'italianità

 

Anche sto mese è andata. Depressione totale. Solo lo sport ci ha dato soddisfazione. Quindi tutto bene visto che il mese 11 giugno – 11 luglio è proprio quello dei mondiali di calcio. Quindi sventoliamo il tricolore. Anche se la favorita, a sto giro è l’inghilterra.
Al resto penseremo in agosto (sempre ammesso che in agosto si possa pensare a qualcosa).

Ed ora che luglio porta i suoi 40° puoi anche sudatamente andare a vedere com’è andata a finire

 


 

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Chi lo ha scritto

Paolo Flamigni (Gigi)

Twitter Sito web

Una laurea in informatica gli dà il pane quotidiano. Una triennale con lode al Dams gli fa credere di poter sparare sciocchezze a caso sul cinema. Immagina di fare un sacco di cose, ma è molto vicino a non fare nulla, però lo fa. Scrive di cinema, è responsabile della sezione visioni dell'Undici di cui gestisce anche l'account Twitter

Perché non lasci qualcosa di scritto?