Grandi Misteri: iPod, podcast…cosa significano queste parole?

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

L’Undici vi svelerà qui un altro Grande Mistero: cosa significano le parole “iPod”, “podcast” e pure “iPad”, utilizzate bellamente da tanti di noi, senza forse conoscerne la derivazione.

L’iPod è un dispositivo elettronico portatile che consente d’immagazzinare e quindi ascoltare, con apposite cuffiette, una gran quantità di canzoni. Messo sul mercato dalla Apple nel 2001, ha riscosso un tale successo che, oggi, qualsiasi lettore musicale portatile è genericamente chiamato “iPod”. Ma si può sapere cosa significa “iPod”??
Modelli di mini-iPodLa parola inglese “pod” significa: baccello, bozzolo, guscio, ma anche capsula (spaziale). E fin qui ci siamo. Il prefisso i- venne introdotto qualche anno prima dalla Apple per il computer portatile iMac, dove “i” stava per “internet”, su cui l’iMac puntava decisamente come mezzo per scambiare dati, tanto da non possedere, primo nella storia, un’unità in grado di leggere i floppy discs. Il prefisso “i”, che può anche intendersi come la prima persona singolare inglese “io”, venne poi utilizzato per tanti altri prodotti della Apple, a prescindere dal suo significato originario. iPod significa quindi “io-guscio” o “io-capsula” oppure semplicemente i-guscio o i-capsula.

E podcast e podcasting???? Che “cast” significano?? Il podcast è un file generalmente audio o video che viene scaricato (ossia trasferito da internet al nostro computer o lettore audio/video) per potere essere riprodotto in qualsiasi momento. Un esempio è scaricare la registrazione di una trasmissione radiofonica dal sito della stessa, per poterla riascoltare.

Il termine “podcast” deriva dall’unione di due parole, anzi di una parola e la contrazione di un’altra. La prima parola è “pod”, con riferimento al summenzionato iPod, in quanto riproduttore di files audio più popolare, mentre la seconda è “broadcasting” che significa, genericamente, la trasmissione unidirezionale di informazioni da un sistema trasmittente ad uno ricevente, ossia – in parole povere – trasmettere musica o voce come fa un’emittente radiofonica. Un podcast è quindi una registrazione resa disponibile da un certo sito per essere scaricata e riprodotta. Podcasting è, in senso lato, l’azione di scaricare un podcast per ascoltarlo: per intenderci (che Iddio mi perdoni!) potrebbe tradursi con: “podcastare“.

Chiudiamo parlando dell’”iPad”, ossia il tablet della Apple. “Pad” ha tra i suoi significati anche quello di: “taccuino, blocchetto” e quindi è comprensibile che il nome sia stato scelto per questo, e anche per l’assonanza con il precedente “iPod”. Tuttavia “pad” significa anche “tampone” e quindi “assorbente”, sì proprio l’assorbente utilizzato per le mestruazioni. Per questo, quando l’iPad fu presentato, nel gennaio del 2010, ci fu chi criticò e rise della scelta del nome. Come però spesso accade, specialmente per chi non parla inglese, quando un certo prodotto ha un enorme successo, il significato del nome passa assolutamente in secondo piano.

Ora che sapete tutto su queste amenità linguistiche, se volete, potete proseguire e scoprire la storia dell’origine del nome “Apple”, cliccando qui. Ci sono di mezzo i Beatles, Newton e pure la Bibbia!

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!

Perché non lasci qualcosa di scritto?