Autogrill, Italia

1
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Altro che exit poll, sondaggi, Doxa, Censis… fermatevi all’autogrill e avrete un quadro dell’Italia contemporanea.

autogrillFuori dai bagni, non troppo puliti, trovate la signora mezza età che si guadagna da vivere stando seduta lì con un banco delle scuole elementari e un piattino sopra, tante monetine da 20 centesimi. Campeggia la scritta “La pulizia dei servizi igienici è offerta da Autogrill”, di sicuro non ve la offre la signora che ha l’aria di non alzarsi mai dalla sedia. Vi guardate in tasca, avete solo una moneta da un euro, imprecate, la buttate nel piattino, la signora si illumina e vi spalanca la porta che apre la via agli urinali. Vi ringrazierà ripetutamente, fino a quasi seguirvi nell’espletamento delle vostre necessità.

Uscendo, sollevati e con le mani gelide per assenza di acqua calda, incontrate due camionisti. Uno dice all’altro: “Hai visto, hanno tolto anche qua le resistenze dagli asciugamani elettrici, esce solo aria fredda”. E voi che pensavate che fossero difettosi. E’ una strategia, quella del risparmio di ogni centesimo.

Fate la vostra fila per prendere lo scontrino, in mezzo ad una comitiva di anziani, famiglie dell’Europa orientale, coppie uscite dal Grande Fratello, intellettuali di sinistra. Arrivati dal cassiere, non fate in tempo a dire caffè che lo scontrino è già battuto ed arriva la domanda “Il biglietto della lotteria Italia lo vuole?” “No” E il cassiere con aria incredula “Sicuro?”. Infatti lo sanno tutti gli statistici che i biglietti vincenti si acquistano all’autogrill.

Vi sedete a tavola nel self-service e siete circondati da famiglie di 3-4 componenti, tutti gli occhi rivolti al 42 pollici che scende dal soffitto come un arcangelo dal cielo. La trasmissione – inevitabilmente – è Verissimo, condotto dalla nuora di Berlusconi. Oppure Amici. Se per caso viene fuori il telegiornale, finalmente la gente si rimette a mangiare, oppure comincia a litigare sul Grande Fratello.

Vi affacciate fuori e le auto sfrecciano ai 160, lampeggiando.

Guccini, il tuo autogrill io non l’ho trovato.

 

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Chi lo ha scritto

matzeyes

Nato nei favolosi anni settanta, si sente scienziato (e incredibilmente lo pagano come tale), romantico, padre sapiente, nostalgico, sognatore (ad litteram), scrittore, giornalista, teorico della cospirazione, giocatore di baseball, cittadino del mondo (più d'Europa), anticonformista, rivoluzionario di sinistra, vero cattolico. In realtà è solo un (po') coglione, ma almeno è anche lui un fondatore de l'Undici.

Cosa ne è stato scritto

Perché non lasci qualcosa di scritto?