….the Champions!!!

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Il logo della Champions LeagueIn quest’epoca di crisi, per fortuna c’è il football. Se un giorno l’Europa sarà autenticamente unita lo dovremo a tre fattori: l’Euro, l’Erasmus e la Champions League.

L’Euro ha un effetto pratico profondo facendoci sentire meno stranieri nei nostri viaggi all’estero. L’Erasmus ha mischiato giovani facendoli ubriacare assieme per le strade delle città d’Europa, contribuendo a formare non poche coppie miste. E infine la Champions che ha reso tangibili e vicini tanti luoghi primi sconosciuti, facendoci disquisire dello spirito portuale di Liverpool, scoprire che a Barcellona si parla catalano e che Fenerbahçe è un quartiere di Istanbul.

 

Due giorni fa s’è concluso il primo turno della Champions. Si passa ora agli ottavi (in febbraio): 16 squadre che si sfideranno per arrivare alla finalissima di maggio a Madrid.

 

Queste sono le le nazioni che saranno rappresentate agli ottavi con relativo numero di squadre:
Inghilterra: 3
Spagna: 3
Italia: 3
Germania: 2
Francia: 2
Russia: 1
Grecia: 1
Portogallo: 1

 

Ecco cos’era accaduto nelle ultime quattro edizioni:
2005/2006
Spagna: 3
Italia 3
Inghilterra: 3
Germania: 2
Olanda: 2
Portogallo: 1
Francia: 1
Scozia: 1
Le italiane si qualificano tutte ai quarti, ma alle semifinali arriva solo il Milan che perde con il Barcellona (goal valido annullato a Shevchenko) poi vincitrice della Coppa contro l’Arsenal. L’altra  semifinalista è il Villareal.

2006/2007
Inghilterra: 4
Spagna: 3
Italia: 3
Francia: 2
Olanda: 1
Scozia: 1
Germania: 1
Portogallo: 1
Avanzano ai quarti Roma e Milan che poi vince la Coppa. In semifinale ci sono tre inglesi: Chelsea, Manchester U. e Liverpool (che giuocherà la finale).

 

2007/2008
Inghilterra: 4
Spagna: 3
Italia: 3
Scozia: 1
Grecia: 1
Turchia: 1
Portogallo: 1
Francia: 1
Germania: 1
Gli ottavi più internazionali con 9 nazioni rappresentate. Delle italiche si qualifica solo la Roma che viene elimi

nata dalla sua bestia nera Manchester U. che poi vince la Coppa in finale ai rigori con il Chelsea. Le altre due semifinaliste sono Liverpool e Barcellona.

2008/2009
Inghilterra: 4
Spagna: 4
Italia: 3
Portogallo: 2
Grecia: 1
Francia: 1
Germania: 1
Dominio anglo-iberico e disfatta italiana: nessuna delle italiane passa ai quarti, la Coppa la vince il Barcellona regolando il Manchester U. in finale. Ancora una volta strapotere inglese in semifinale: le altre due sono Chelsea e Arsenal.

Qualche nota generale: nonostante la formula che include ben 3 turni ad eliminazione diretta e quindi una forte componente di alea negli accoppiamenti, troviamo sempre gli stessi nomi in semifinale. L’Inghilterra è la dominatrice degli ultimi anni: 18 squadre agli ottavi (considerando i risultati di quest’anno), 10 in semifinale, ma una sola coppa…
La Spagna la segue con 16 squadre agli ottavi, solo 4 semifinaliste, ma ben 2 vittorie finali, entrambe con il Barcellona. L’Italia è riuscita a portare 15 squadre agli ottavi, ma solo il Milan 2 volte in semifinale che ha poi vinto una coppa.

 

Possiamo quindi dire che gli inglesi sono un movimento calcistico vincente capace di portare quasi sempre in fondo 4 squadre, anche se sempre le stesse e anche se poi questa supremazia ha fruttato solo una vittoria. La colpa è soprattutto del Barcellona che rappresenta l’eccellenza del movimento spagnolo che segue gli inglesi. Più staccata l’Italia che, fatta eccezione per il Milan che ci tiene statisticamente a galla, non riesce da anni a incidere sulla competizione quando il giuoco si fa duro e i duri cominciano a giuocare.
Dietro Francia e Germania consolidano le loro posizioni ai danni soprattutto di Scozia e Olanda. 
Quest’anno, dopo gli ottavi, l’Italia, seppure con maggiori difficoltà, eguaglia Spagna e Inghilterra, come


non accadeva da 4 anni. Che sia cominciato a ricambiare il vento?
Speriamo che anche il prosieguo della competizione ci riservi qualche maggiore soddisfazione rispetto agli ultimi tre anni…

 

 

 

 

 

 

Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Perché non lasci qualcosa di scritto?