Figuracce Panini

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Nella mia breve carriera pallonara sul campo asfaltato della strada sotto casa, il “sandwich” è sempre stato un’azione raffinata.
Stretto tra due avversari (situazione notevole, visto che al massimo giocavamo in quattro o cinque) il malcapitato portatore di palla reclamava “sanduicc!” e generalmente iniziava una discussione interminabile finchè il fratello grande del proprietario del pallone sanzionava “palla a due”.
Adesso il panino (a me piaceva più l’anglicismo) è un’arte televisiva.
E’ l’arte della disinformazione.

Cominciamo da un’elegante dimostrazione economica pubblicata qualche anno fa sull’American Economic Review. Nel mercato delle notizie (politiche) è dimostrabile che non esiste l’imparzialità. E’ il risultato di alcune osservazioni quasi banali.
1) Primo, quando scegliamo un giornale o un telegiornale, siamo più felici se le notizie confermano le nostre convinzioni
2) Secondo, i mass media di mercato devono massimizzare i profitti (vendite e pubblicità), quindi raggiungere il maggior numero di lettori/telespettatori
3) Dalla 1 e dalla 2 consegue che per massimizzare il profitto, conviene enfatizzare le convinzioni della maggioranza dei potenziali lettori e telespettatori. Se poi un giornale o una televisione non riescono a raggiungere le masse più ampie, allora mirano ad una nicchia o a un sottogruppo.

Il risultato finale di questa ricerca è che dobbiamo rassegnarci alle notizie faziose.
Il panino è una delle strategie più efficace per interpretare un fatto in maniera faziosa.

PANINO DI DESTRA
Esempio (assolutamente fittizio, anche i nomi sono inventati).
Il “fatto”: il governo decide di porre la fiducia sulla Finanziaria. L’opposizione protesta, così viene castrata la democrazia.
Come si confeziona il panino.
Fetta di pane numero 1, Tremonti dice al giornalista: “Noi stiamo lavorando per il paese, non possiamo perderci in chiacchere. Abbiamo fatto la migliore finanziaria possibile, il tempo delle discussioni è finito, è ora di decidere”.
Companatico, Bersani: “Porre la fiducia è un cazzotto nella faccia, la democrazia è a rischio”. Il giornalista generalmente introduce la suddetta fettina di prosciutto in questo modo: “L’opposizione contesta, ecco il commento di Bersani”.
Fetta di pane numero 2, Gasparri replica: “L’opposizione è allo sbando, sanno solo fare critiche fini a se stesse”.

Fateci caso, guardate i servizi del telegiornale. Ovviamente non esise solo il panino di destra, ce ne sono altri. Vediamo in breve i panini di centro, leghista e di sinistra.

PANINO DI CENTRO
Fetta di pane 1 – Casini: “Dobbiamo dare al paese ciò di cui ha bisogno, non possiamo continuare a prendere in giro la gente. Facciamo una legge contro le convivenze”.
Fettina di agnello – Cardinale: “Casini ha ragione, ma bisogna rispettare tutti, a patto che siano sposati”
Fetta di pane 2 – Casini: “Il Cardinale ha ragione”

PANINO LEGHISTA
Fetta di pane 1 – Calderoli: “Facciamo una legge per cui un immigrato può vivere in Italia solo se rinuncia ai suoi testicoli e acconsente alla loro rimozione”.
Fetta di pane 2 – Bindi: “Le parole di Calderoli sono uno scandalo. E poi deve spiegarci dove il governo troverà i soldi per castrare tutti gli immigrati”.
Fetta di pane 3 – Maroni: “Noi non abbiamo mai detto di fare una legge per cui un immigrato può vivere in Italia solo se rinuncia ai suoi testicoli e acconsente alla loro rimozione, e la Bindi non sa nemmeno cosa siano i testicoli”.

PANINO DI SINISTRA
Fetta di pane 1 – Fassino: “Berlusconi ha esagerato questa volta, urinare addosso al Presidente della Repubblica è un atto sbagliato e noi ci opporremo con tutte le nostre forze, compatti”
Fettina di salame – Schifani: “Fassino è un coglione e un piscialetto, Berlusconi ha fatto quello che la maggioranza degli italiani gli ha chiesto di fare. Inoltre per il Presidente della Repubblica sarà pur meglio che gli pisci addosso solo Berlusconi, piuttosto che il 60% degli italiani?”
Fetta di pane 2 – D’Alema: “Schifani forse ha torto, ma anche Fassino non è che abbia poi ragione. Del resto il più intelligente di tutti sono io, possibile che ancora non se ne sia accorto nessuno?”

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Metti "Mi piace" alla nostra pagina Facebook e ricevi tutti gli aggiornamenti de L'Undici: clicca qui!

Perché non lasci qualcosa di scritto?